Covid ultime 24h
casi +26.831
deceduti +217
tamponi +201.452
terapie intensive +115

Coronavirus ultime notizie: primo caso in Norvegia. Il governo tedesco: “Inizio di epidemia in Germania”

Di Carmelo Leo
Pubblicato il 26 Feb. 2020 alle 07:44 Aggiornato il 26 Feb. 2020 alle 21:52
189

Coronavirus ultime notizie: oltre 2.760 morti, 81mila contagi

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE – Sono 2.762 i morti in tutto il mondo a causa del coronavirus, mentre i contagi nell’ultimo giorno hanno superato quota 81mila: 78mila in Cina, oltre mille in Corea del Sud, oltre 300 in Italia (qui tutte le ultime notizie sui contagi in Italia). In molti Paesi europei e non solo iniziano a farsi sentire le conseguenze dei focolai di Covid-19 generatisi in Italia: c’è un primo contagiato in Algeria (un cittadino italiano), mentre il quinto caso in Spagna è un uomo che recentemente è stato proprio nel nostro Paese. In Cina la situazione sembra migliorare: ieri è stato registrato il numero di morti in un solo giorno più basso delle ultime settimane. Preoccupa, invece, la diffusione del coronavirus in Corea del Sud.

Qui di seguito tutte le ultime notizie in tempo reale sul coronavirus:

Ore 21,50 – Primo caso in Norvegia, tornava dalla Cina

​Le autorità sanitarie norvegesi hanno annunciato il primo caso di coronavirus nella nazione nordica. Si tratta di in una persona tornata dalla Cina la scorsa settimana, che non si trova “in pericolo”. “La persona non è malata, è in buona salute e non presenta alcun sintomo”, ha detto ai giornalisti Line Vold, funzionario dell’Istituto norvegese di sanità pubblica. “Riteniamo molto improbabile che abbiano infettato” altri, ha aggiunto.

Ore 20,00 – Governo tedesco: “Inizio di epidemia in Germania”

La Germania ha visto nelle ultime ore “l’inizio di un’epidemia da Coronavirus”: l’allarme, secondo quanto riferisce Die Welt, è stato lanciato dal ministro della Salute tedesco Jens Spahn, dopo che sono stati riscontrati sette nuovi casi di contagio da Covid-19.

“Ci troviamo in una nuova situazione” ha aggiunto il ministro nel corso di una conference call in cui ha invitato gli Stati federali a prepararsi ad affrontare una eventuale pandemia.

Ore 19,35 – Cinque università Usa annullano corsi in Italia

Cinque università statunitensi hanno cancellato programmi per studenti in Italia, in particolare a Firenze, a causa dell’epidemia di coronavirus nel nostro paese. La decisione presa è stata “difficile” ma “la salute degli studenti è la priorità”, hanno fatto sapere. Gli studenti della Elon University oggi nel capoluogo toscano rientreranno in patria questa settimana, spiega la Cnn, e proseguiranno i corsi su Internet. Lo stesso per gli studenti della Fairfield University, che ha chiuso i programmi per 142 iscritti a Firenze, per riprenderle in patria il prossimo 15 marzo e on line. La Florida International University ha annunciato la chiusura dei programmi in Italia, Singapore, Giappone e Corea del Sud: gli studenti dovranno tornare immediatamente negli Stati Uniti. La New York University ha sollecitato i propri iscritti a ripartire da Firenze da domani: le lezioni riprenderanno da remoto il 2 marzo. Infine, la Syracuse University, che ha 342 studenti impegnati in programmi in Italia, ha sospeso i propri corsi a Firenze.

Ore 18,50 – Decimo caso di contagio in Spagna, mai in aree di crisi

C’è un decimo caso di contagio da coronavirus in Spagna, un malato a Siviglia​ ed è il primo caso di contagio locale: una persone cioè che non aveva alle spalle una storia di viaggi in Cina, nè in nord Italia o in altre zone considerate un focolaio del coronavirus. Lo riporta El Mundo.

Ore 18,07 – Primo caso in Macedonia Nord, tornava da Italia

Confermato il primo caso di contagio da coronavirus in Macedonia del Nord. Si tratta di una 40enne rientrata dopo aver trascorso un mese in Italia. Lo ha reso noto il ministro della Salute, Venko Filipce. “Il primo caso di coronavirus è stato registrato alla clinica delle malattie infettive a Skopje”, ha spiegato Filipce ai giornalisti. “Tre persone sono state testate e una è risultata positiva per il coronavirus. La paziente aveva trascorso un mese in Italia. Aveva avuto sintomi simil-influenzali due settimane fa e si era presentata in ospedale in Italia dove non è stata testata per il coronavirus”, ha spiegato il ministro.

Ore 18 – Altri due casi di contagio in Italia: uno in Campania uno nel Lecchese – Un giovane residente nella provincia di Lecco è risultato positivo al Coronavirus. È il primo in quella zona. Un altro caso è stato riscontrato in Campania, secondo quanto riferito dal governatore De Luca.

“È di pochi minuti fa la notizia che abbiamo inviato dalla Campania a Roma un tampone risultato positivo e di un altro per il quale attendiamo riscontro. Sarà il Ministero, come giusto che sia, a dare comunicazione ufficiale”, ha scritto il presidente della Campania su Facebook.

Ore 17,15 – Nizza cancella la festa di carnevale di sabato – Il sindaco di Nizza, Christian Estrosi, ha annunciato la sospensione del carnevale cittadino, a causa dell’epidemia di coronavirus che continua a diffondersi in Europa e in particolare nel nord Italia. “L’ultima parata del carnevale di Nizza di sabato prossimo è sospesa”, ha dichiarato Estrosi.

Ore 16 – Rugby, rinviata la partita del Sei Nazioni tra Irlanda e Italia – Se ne parlava da qualche giorno, ma ora è ufficiale: non si giocherà la partita del Sei Nazioni di rugby tra Irlanda e Italia, in programma sabato 7 marzo a Dublino. Lo ha reso noto la federazione rugby irlandese, annunciando di aver accolto la raccomandazione del ministro della Salute su indicazione del Team di emergenza della sanità pubblica irlandese. Non è ancora stato stabilito quando si recupererà il match.

Ore 15,28 – Coronavirus: Xi, ripresa accelera ma rischio ritorno epidemia

Durante un discorso ai membri del Comitato Permanente del Partito Comunista Cinese, il presidente cinese Xi Jinping ha dichiarato che la ripresa dell’economia cinese colpita dall’epidemia di coronavirus sta accelerando, ma non si può ignorare il rischio di un ritorno del contagio in alcune aree della Cina. Xi ha definito ancora “grave e complessa” la situazione nello Hubei e a Wuhan, da dove si è diffuso il virus. “Il rischio di un risorgere dell’epidemia in certe aree non può essere ignorato”, ha aggiunto il presidente, che ha sollecitato a rafforzare la guida del controllo sull’epidemia e a “intensificare il lavoro per lo sviluppo economico e sociale” della Cina.

Ore 14,32 – Italiana morta in Austria, tampone negativo. L’italiana di 56 anni originaria di Udine, morta in Austria nella regione della Carinzia, è risultata negativa al test del coronavirus. Lo riferiscono i media austriaci. Si era ipotizzato infatti che la donna fosse stata infettata dal coronavirus ma i risultati del tampone hanno smentito questa ipotesi. Verranno svolte ulteriori indagini per accertare le cause della morte.

Ore 13.05 – Italiano positivo in Algeria è un dipendente Eni – Eni conferma la notizia secondo la quale un “dipendente della compagnia, al momento dislocato nel campo di MLE, nel deserto Algerino, sarebbe risultato positivo al tampone per il Coronavirus”. Il dipendente, non ha febbre e gode di buone condizione di salute. È arrivato il giorno 17 febbraio da Bertonico, comune in provincia di Lodi che dal 21 febbraio fa parte della “zona rossa” di diffusione della regione Lombardia.

Dal 21 febbraio, in accordo anche alle disposizioni delle istituzioni italiane il dipendente è rimasto in isolamento all’interno del campo. In stretto contatto e coordinamento con le autorità algerine, e in accordo con i protocolli dell’Organizzazione Mondiale della Sanità in tema di malattie infettive, Eni sta attivamente collaborando per la gestione operativa del caso.

Ore 12,50 – Primo caso di Coronavirus in Grecia – Anche la Grecia registra il suo primo caso di Coronavirus. La paziente è una donna greca di 38 anni tornata di recente da un viaggio nel Nord Italia. La notizia è stata ufficializzata da Sotiris Tsiodras, portavoce del ministero della Salute ellenica.

Ore 12,15 – Primo caso in America Latina – Il Brasile ha registrato il primo caso di Coronavirus. Si tratta di un uomo rientrato a San Paolo da un viaggio di lavoro in Italia il 21 febbraio scorso e risultato positivo al doppio test . Lo ha reso noto il quotidiano brasiliano Folha de S. Paulo. Secondo il quotidiano, che cita fonti vicine al ministero della Salute, è stata chiesta alla compagnia con la quale l’uomo ha volato l’elenco dei passeggeri che si trovavano sullo stesso aereo.

Ore 10,30 – Primo morto francese a Parigi – Dopo il turista cinese di 80 anni morto il 15 febbraio, c’è adesso la prima vittima francese del coronavirus: si tratta di un uomo di 60 anni, sottoposto ai test d’urgenza ieri all’ospedale della Pitie-Salpetriere in uno stato gravissimo ed è morto nella notte”. A dare l’annuncio il viceministro della Salute francese, Jerome Salomon. Annunciati anche tre nuovi casi di contagio: il totale dei positivi in Francia sale dunque a 17.

Ore 8 – L’Oms: “In Cina picco alle spalle” – Dopo la notizia di ieri, secondo cui per la prima volta in tre settimane in Cina è stato registrato il numero più basso di decessi in un solo giorno (52), l’Organizzazione mondiale della sanità annuncia che a Pechino il picco dell’emergenza è ormai superato. “Il picco è stato tra il 23 gennaio e il 2 febbraio, ora l’epidemia rallenta”, annunciano fonti interne dell’Oms. Quello che ora preoccupa, tuttavia, è il diffondersi della malattia nel resto del mondo: al momento, sono 40 i Paesi che hanno almeno un contagiato.

Ore 7 – Primo caso in Algeria: è un italiano – È stato registrato il primo caso di contagio da coronavirus in Algeria. Si tratta di un cittadino italiano, secondo quanto ha riferito il ministro della Salute del Paese arabo. L’uomo è arrivato in Algeria il 17 febbraio scorso ed è ricoverato all’istituto Pasteur, dove si trova in quarantena. “Abbiamo preso tutte le misure per il suo ricovero e per curarlo”, ha detto il ministro Abdel-Rahman bin Bouzid. L’uomo viaggiava con un altro italiano, risultato negativo al test.

Ore 6,45 – In Cina 2.715 morti, ma i nuovi decessi sono in calo – In Cina sono stati registrati altri 52 decessi per il coronavirus nella giornata di ieri. Lo hanno reso noto le autorità di Pechino. È il livello più basso delle ultime 3 settimane: il numero delle vittime nel Paese è cosi salito a 2.715. Tutti gli ultimi decessi sono avvenuti nella provincia cinese di Hubei, epicentro dell’epidemia. Il totale dei contagi in Cina ha raggiunto quota 78.064.

Ore 6,30 – Corea del Sud, oltre 1.100 contagi – Sono 1.146 i casi di contagio da coronavirus in Corea del Sud, dove le vittime dell’epidemia hanno raggiunto quota 12. Lo rivelano gli ultimi dati delle autorità sanitarie locali. La dodicesima vittima è un uomo di 73 anni membro di una setta religiosa di Daegu, la città meridionale da dove si è diffusa l’epidemia nel Paese, la settimana scorsa.

Coronavirus ultime notizie ore 4 – Caso sospetto in Brasile: sarebbe il primo in America Latina – Primo possibile caso di coronavirus in America Latina. Secondo il giornale brasiliano O Globo un uomo di 61 di San Paolo è risultato positivo al test di coronavirus. Per confermare il contagio, spiegano le autorità sanitarie brasiliane, bisogna aspettare l’esito del secondo test atteso per oggi.

Ore 3 – Quinto contagio in Spagna, è un 24enne che ha viaggiato in Italia – Il quinto caso di coronavirus in Spagna (il primo a Madrid) è quello di un 24enne che ha viaggiato in Italia. Lo hanno affermato le autorità sanitarie della Capitale. Ieri era stato registrato il caso di una italiana contagiata residente a Barcellona, mentre in precedenza era risultata positiva ai test una coppia italiana che soggiornava a Tenerife. Un altro caso di coronavirus è stato accertato a Castellon.

Tutte le notizie di ieri sul Coronavirus nel mondo

Il reportage video dai comuni della zona rossa (di Selvaggia Lucarelli):

Coronavirus, i passeggeri che fanno scalo a Fiumicino non vengono controllati. Ministero: “Non c’è bisogno”

Il Coronavirus è la madre di tutte le fake news perché fa leva sulle nostre paure (di V. Petrini)

Coronavirus in Italia, psicosi razzista: “Alla larga dai cinesi!” (di G. Gambino)

Virus Cina: tutto quello che c’è da sapere sul virus cinese ed evitare la psicosi

189
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.