Coronavirus:
positivi 73.880
deceduti 10.779
guariti 13.030

Coronavirus in Italia, ultime notizie: 12 morti, 400 contagiati. Fontana in quarantena per 2 settimane. Primo caso accertato in Puglia. Camera approva il decreto.

Di Veronica Di Benedetto Montaccini
Pubblicato il 26 Feb. 2020 alle 22:20 Aggiornato il 26 Feb. 2020 alle 22:53
126
Immagine di copertina

Coronavirus Italia ultime notizie: 12 morti, 400 contagi

CORONAVIRUS ITALIA ULTIME NOTIZIE – Il bilancio dell’emergenza Coronavirus in Italia è al momento di 12 morti e 400 persone contagiate.  Le Regioni coinvolte diventano sempre di più: si sono registrati i primi casi di contagio in Sicilia, Toscana, Alto-Adige, Liguria, Marche e Campania. Diversi paesi stranieri hanno adottato restrizioni per i viaggiatori provenienti dall’Italia. Ieri si è acceso anche uno scontro istituzionale tra il premier Conte e i governatori di alcune regioni. Dopo la polemica, poi rientrata, col governatore della Lombardia Fontana, l’attenzione si è spostata sulla Regione Marche, che ha disposto la chiusura delle scuole. Il governo ha annunciato di voler impugnare il provvedimento. Il Presidente della Lombardia Fontana ha annunciato un auto-isolamento per 14 giorni dopo che una sua collaboratrice è risultata positiva. Qui tutte le ultime notizie sul Coronavirus dal mondo. Di seguito, tutte le ultime notizie sul Coronavirus in Italia in tempo reale:

Ore 22: 45 –  Coronavirus, Fontana in quarantena. Il presidente della Lombardia annuncia il suo auto-isolamento per 14 giorni

Il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana in quarantena per 14 giorni. Lo ha annunciato lui stesso in una diretta Facebook: ha detto di essere stato sottoposto al test per il Coronavirus insieme agli altri componenti dell’unità di crisi che sta lavorando sull’emergenza del Covid-19. Qui tutte le ultime notizie ora per ora dall’Italia. Pur avendo fatto le analisi e non avendo alcuna positività al virus, Fontana vivrà in isolamento per circa due settimane. “Da oggi mi auto-isolo per 14 giorni”.

Il governatore della Lombardia ha annunciato il suo auto-isolamento in occasione della conferma della notizia che una sua collaboratrice alla Regione è risultata positiva al test. Chi è? Se lo sono chiesti in molti, e secondo quanto affermato da Fontana, si tratta di “una persona con la quale io lavoro costantemente, che stimo tantissimo e che mi aiuta moltissimo”. [CONTINUA A LEGGERE…]

Ore 22:10 – Il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana ha annunciato un auto-isolamento per 14 giorni e ha confermato una sua collaboratrice è risultata positiva.

in una diretta Facebook di essere stato sottoposto al test per il coronavirus insieme agli altri componenti dell’unità di crisi che sta lavorando sull’emergenza del Covid-19, dopo che una sua stretta collaboratrice è risultata positiva al test. Pur avendo fatto le analisi e non avendo alcuna positivita’ al virus, Fontana vivrà in isolamento per circa due settimane. Lo annuncia lo stesso presidente della Regione in una diretta Facebook.

“Da oggi qualcosa cambierà – ha spiegato ancora Fontana – e cercherò di attenermi alle prescrizioni date dall’ISS e per due settimane cercherò di vivere in una sorta di autoisolamento che soprattutto preservi tutte le persone che vivono e lavorano con me. Oggi ho già pasasto la giornata indossando al mascherina e continuerò a farlo nei prossimi giorni per evitare che qualcuno possa, semmai dovessi positivizzarmi, essere da me eventualmente contagiato”. Fontana ha quindi indossato la mascherina e ha precisato che conta che questa situazione possa durare “ancora pochi giorni” perché presto “con l’impegno che stiamo mettendo noi e tutti i cittadini presto riusciremo a rallentare la progressione del virus e poi ad interromperla, tornando ad una vita assolutamente normale”.

Ore 21,40 – Emiliano: accertato primo caso in Puglia – È stato accertato in provincia di Taranto il primo caso di Coronavirus in Puglia. Lo annuncia il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano. Si tratta di un uomo di Torricella che nei giorni scorsi è stato a Codogno. “Come avevamo previsto – spiega Emiliano – abbiamo il primo soggetto influenzato residente nella provincia di Taranto, sembra proveniente da Codogno in Lombardia, ove si era recato in visita, positivo al test Coronavirus. Il test verrà domani trasmesso all’Istituto Superiore di Sanità per la conferma di seconda istanza”.

“Il paziente – dice ancora – è isolato sin da ieri al reparto infettivi dell’Ospedale Santissima Annunziata in stanza a pressione negativa: è stato prelevato dal domicilio, nel quale viveva a suo dire da solo, in ambulanza del 118 dedicata, da personale dotato dei necessari Dispositivi di Protezione Individuali. Il decorso dell’influenza è regolare e allo stato senza complicazioni. Tutte le persone con le quali il soggetto è stato in contatto dopo il soggiorno a Codogno – assicura ancora Emiliano – verranno sottoposte a tampone e poste in quarentena nelle prossime ore secondo i protocolli previsti”. In effetti, il paziente “è isolato sin da ieri al reparto infettivi dell’Ospedale San Giuseppe Moscati”, dove è il reparto Infettivi.

Ore 20,30 – Camera, via libera al decreto sul Coronavirus – Il decreto sulle misure urgenti per fronteggiare il Coronavirus ha ricevuto il via libera unanime della Camera. I voti favorevoli sono stati 462, solamente 2 i voti contrari. Il provvedimento ora passa all’esame del Senato.

Ore 19,30 – Fontana annulla collegamento stasera su Canale Nove. La partecipazione del Presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana alla trasmissione di Peter Gomez, prevista per questa alle 20 sul canale Nove a “Sono le venti” è stata annullata. Nella comunicazione non si spiegano i motivi della cancellazione. Questo pomeriggio anche la conferenza stampa convocata in Regione per fare il punto sul coronavirus in Lombardia era stata annullata per accertamenti sanitari su un dipendente regionale. Si tratta di un tecnico dell’unità di crisi che si occupa dell’emergenza che è stato sottoposto al tampone.

Ore 18,32 – Annullata conferenza stampa della Regione Lombardia – La conferenza stampa sulla situazione legata al coronavirus, prevista in Regione Lombardia alle 18.30, è stata annullata perché “sono in corso alcune verifiche sanitarie su un dipendente regionale che ha avuto contatti con l’unità di crisi che sta coordinando l’emergenza coronavirus”. Lo ha comunicato la stessa Regione ai cronisti presenti a Palazzo Lombardia per la conferenza stampa. “In ottemperanza alle linee guida del ministero della Salute – hanno spiegato – la conferenza stampa viene annullata”.

Ore 18,18 – Borrelli: “400 contagiati in tutto” – Sono 400 le persone risultate positive al coronavirus in Italia secondo l’ultimo aggiornamento di Borrelli in conferenza stampa. I casi sono così distribuiti: 258 sono in Lombardia, 71 in Veneto, 47 in Emilia Romagna, 3 in Piemonte, 2 in Toscana, 1 in Trentino, 11 in Liguria, 3 in Sicilia, 1 nelle Marche e 3 nel Lazio. Il numero dei deceduti resta fermo a 12, sale a 3 quello delle persone guarite. Le persone ricoverate con sintomi sono 128, quelle in terapia intensiva 36 e quelle in isolamento domiciliare 221. “Meno del 4 per cento dei tamponi ha dato esito positivo”, ha sottolineato Borrelli dinanzi ai giornalisti. “Oltre la metà dei positivi – ha aggiunto – non ha bisogno di cure ospedaliere e, come conferma anche l’Oms, gli affetti da coronavirus hanno in 4 casi su 5 sintomi lievi”.

“Non disponiamo di informazioni ufficiali” sui minori contagiati dal coronavirus, ha detto il commissario all’emergenza coronavirus. “Pregherei anche la stampa di fare attenzione. Non so da dove escono queste informazioni e se non sono verificate è bene che non siano prese in considerazione, almeno io non le prendo in considerazione. Quando avremo una informazione su questo punto ve le daremo”.

“I due coniugi cinesi ricoverati allo Spallanzani sono guariti. Ho parlato con l’assessore regionale del Lazio. Abbiamo tre guariti, è una cosa buona”, ha aggiunto il commissario.

Ore 18,00 – Donna positiva partorisce bimbo sano a Piacenza – Una donna lombarda positiva al coronavirus ha partorito all’ospedale di Piacenza. Il piccolo sta bene e non è positivo. Lo ha riferito l’assessore regionale dell’Emilia-Romagna Sergio Venturi.

Ore 17,40 – De Luca: “Tampone positivo in Campania – “È di pochi minuti fa la notizia che abbiamo inviato dalla Campania a Roma un tampone risultato positivo e di un altro per il quale attendiamo riscontro. Sarà il Ministero, come giusto che sia, a dare comunicazione ufficiale. Lo scrive su FB il presidente della Campania, Vincenzo De Luca.

Ore 17,30 – Primo caso nel Lecchese, contagiato un giovane – Un giovane residente nella provincia di Lecco è risultato positivo al Coronavirus. È il primo in quella zona. Attualmente è ricoverato ma in buone condizioni di salute. È quanto comunica la Prefettura di Lecco in una nota, al termine della riunione tecnica che si è svolta oggi pomeriggio in Prefettura. I sanitari assicurano la presa in carico complessiva dei contatti diretti del paziente contagiato, attraverso il meccanismo della vigilanza fiduciaria. Nel comunicato si precisa anche che ci sono 6 persone che sono monitorate per le quali si attendono a breve gli esiti dei test.

Ore 17,14 – Fontana, su 259 positivi 73 in ospedale – Su 259 casi di positività al coronavirus in Lombardia, 73 sono ricoverati in ospedale. A dirlo è il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, a Skytg24. “Abbiamo affrontato il problema in modo serio e questo comporta di dover dare dei numeri che possono spaventare, ma non devono farlo. Perché se dei 259 positivi, i ricoverati in ospedale sono solo 73, vuol dire che gran parte è asintomatico o ha sintomatologie leggere”.

“Oggi come oggi sicuramente non potremmo allentare la presa” delle misure prese, aggiunge Fontana. “Come ha detto Burioni per vedersi gli effetti delle nostre misure devono passare almeno 6 7 giorni, prima di allora è impensabile  che possa vedersi qualcosa”.

Ore 16,30 – Negativi i test sui migranti sbarcati a Pozzallo – Sono negativi i test sul Coronavirus effettuati sui migranti sbarcati a Pozzallo dalla nave Ocean Viking. I migranti, che attualmente si trovano sotto assistenza sanitaria all’interno dell’hot spot di Pozzallo, sono di fatto in quarantena così come i membri dell’equipaggio della nave Ong di Sos Mediterranee e Medici Senza Frontiere.

Ore 16,00 – Rugby, rinviata la partita del Sei Nazioni tra Irlanda e Italia – Se ne parlava da qualche giorno, ma ora è ufficiale: non si giocherà la partita del Sei Nazioni di rugby tra Irlanda e Italia, in programma sabato 7 marzo a Dublino. Lo ha reso noto la federazione rugby irlandese, annunciando di aver accolto la raccomandazione del ministro della Salute su indicazione del Team di emergenza della sanità pubblica irlandese. Non è ancora stato stabilito quando si recupererà il match.

Ore 15,15 – Il Parlamento europeo consiglia quarantena di 14 giorni per gli Eurodeputati – Il Parlamento europeo “consiglia e raccomanda” una quarantena di 14 giorni per gli eurodeputati che nelle ultime due settimane sono stati nelle quattro Regioni italiane a rischio Coronavirus (Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna e Veneto).

Coronavirus Italia ultime notizie ore 15 – Marche chiedono inclusione nelle aree di contagio – “La Regione Marche chiede di essere annoverata tra le Regioni” coinvolte dal contagio Coronavirus con “Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte, Veneto, Liguria”: è quanto si legge in una lettera, scritta dal presidente della conferenza delle Regioni Stefano Bonaccini, inviata ieri al governo italiano.

Ore 14,40 – Lombardia, bar riaperti anche dopo le 18 – I bar di Milano e della Lombardia possono rimanere aperti anche dopo le 18. Lo ha comunicato la Regione sul suo sito ufficiale: “I bar e/o pub che prevedono la somministrazione assistita di alimenti e bevande – si legge – non sono soggetti a restrizioni e pertanto possono rimanere aperti come previsto per i ristoranti, purché sia rispettato il vincolo del numero massimo di coperti previsto dall’esercizio”. In ogni attività, il servizio bar dovrà essere gestito solo al tavolo dal personale e non direttamente al bancone.

Ore 14,32 – Italiana morta in Austria, tampone negativo. L’italiana di 56 anni originaria di Udine, morta in Austria nella regione della Carinzia, è risultata negativa al test del coronavirus. Lo riferiscono i media austriaci. Si era ipotizzato infatti che la donna fosse stata infettata dal coronavirus ma i risultati del tampone hanno smentito questa ipotesi. Verranno svolte ulteriori indagini per accertare le cause della morte.

Coronavirus Italia ultime notizie ore 13,15 – Conte: “Marche creano confusione e problemi” – Nonostante i chiarimenti dei giorni scorsi, continuano le polemiche tra il premier Conte e la regione Marche. “Ieri abbiamo avuto una riunione con tutti i ministri e i presidenti delle Regioni. Ci ha sorpreso – ha detto il presidente del Consiglio a L’Aria che tira – che dopo che tutti avevano concordato sul protocollo suggerito, nel pomeriggio le Marche hanno realizzato uno scarto, una deviazione. Questo non va bene perché se ognuno assume iniziative per conto suo si crea una confusione generale del Paese difficile da gestire. Disporre la chiusura delle scuole poi crea problemi per i genitori. Ha solo effetti negativi e non positivi”.

Ore 12,30 – In quarantena volontaria 100 famiglie nel Lazio rientrate dal Nord – Sono attualmente cento le famiglie in quarantena volontaria nel Lazio: si tratta di persone che hanno segnalato alle Asl di essere rientrate da poco dalle zone rosse dell’epidemia al Nord, o che hanno recentemente fatto un viaggio in Cina. Per loro, è previsto un periodo di 14 giorni in cui dovranno rimanere in casa e misurare la temperatura due volte al giorno. In caso di sintomi compatibili con il Covid-19, dovranno contattare subito i medici. A dare la notizia il Corriere della Sera. Nel frattempo, 31 ospedali nella regione si stanno preparando a con delle tendopoli per gestire il possibile afflusso di pazienti.

Ore 12 – Borrelli: “C’è un 12esimo morto in Italia”. Guarita la turista cinese a Roma, prima contagiata nel nostro Paese – “In Italia abbiamo al momento 374 contagiati: 52 in più rispetto a ieri. I morti sono 12: l’ultimo è un paziente di Lodi di 69 anni con patologie pregresse di tipo respiratorio” che era ricoverato in Emilia-Romagna, prima a Piacenza e infine a Parma. Lo ha detto Angelo Borrelli, capo della Protezione civile, nel corso della consueta conferenza stampa sul Coronavirus delle 12 di oggi. I contagi sono così suddivisi nelle varie regioni italiane: Lombardia 258 casi (+18 rispetto a ieri), Veneto 71 (+28), Emilia-Romagna 30 (+4), Piemonte 3, Lazio 3, Sicilia 3, Toscana 2, Liguria 2, provincia di Bolzano 1, Marche 1. Oltre 9mila i tamponi effettuati in tutta Italia.

Nel frattempo, da Roma arriva una buona notizia: l’assessore regionale alla Sanità del Lazio, Alessio D’Amato, ha comunicato che la cittadina cinese ricoverata allo Spallanzani di Roma da fine gennaio è guarita. “La donna è stata, insieme al marito, il primo caso in Italia – ha detto – ed è ora è negativa al Covid-19. Stamani durante una visita all’ospedale ho visto anche il marito che è in ottime condizioni”.

Coronavirus Italia ultime notizie ore 10 – Lombardia, contagiati 4 minorenni – In Lombardia sono stati trovati 4 minorenni positivi al Coronavirus: si tratta di una bambina di 4 anni di Castiglione d’Adda, comune all’interno della zona rossa, due bambini di 10 anni e uno di 15. Due di loro sono già stati dimessi, mentre gli altri due sono ora in ospedale, al San Matteo di Pavia e all’ospedale di Seriate in provincia di Bergamo. Nessuno dei due ricoverati, per fortuna, è in gravi condizioni. Lo hanno confermato il presidente della Lombardia, Attilio Fontana, e l’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera. Il totale dei contagiati sale a 344.

Ore 9,20 – Sileri: “Essere positivi al tampone non vuol dire essere malati” – Il viceministro della Salute, Pierpaolo Sileri, ha parlato dell’emergenza Coronavirus in diretta su Radio 1: “Essere positivi al tampone – ha detto – non vuol dire essere malati. Anzi la stragrande maggioranza di quelli risultati positivi non si ammalerà e molto probabilmente, quando verrà ripetuto il tampone, si negativizzerà. La nostra politica è stata quella di circoscrivere e conoscere, quanto più possibile, il territorio dove è partito il contagio. Il virus nella maggior parte dei casi è asintomatico, nell’85 per cento dei casi i sintomi sono minimi o inesistenti, in pochi casi è necessario il ricovero in ospedale e in pochissimi in terapia intensiva. Se non hai la febbre – ha aggiunto – gli scanner agli aeroporti sono inutili. Se stai bene e non hai sintomi hai però meno possibilità di contagiare qualcuno. Aspettiamo i nuovi dati di oggi, sicuramente oltre alla parte sanitaria c’è una parte economica e di gestione dell’intero Paese”.

Ore 8,40 – Gallera: “Paziente zero? Stiamo ancora cercando” – L’ormai famoso ‘”paziente zero”, quello da cui sarebbe partita la catena di contagio da Coronavirus in Nord Italia, non è ancora state identificato: “Lo stiamo ancora cercando”, ha detto l’assessore al Welfare della regione Lombardia Giulio Gallera ad Agorà, anche se “solo a fini statistici”, visto che ormai l’epidemia si è già diffusa abbastanza. E sulla durata dell’emergenza, Gallera non si è sbilanciato: “Durerà fino a quando ci sarà una riduzione del numero dei pazienti positivi o almeno si verificherà una sua stabilizzazione. Il nostro obiettivo è che il Paese riparta il prima possibile e che la Lombardia torni a essere la sua locomotiva”.

Qui di seguito il reportage di Selvaggia Lucarelli dalla zona rossa in Lombardia:

Ore 07.00 – Primo caso di contagio nelle Marche, si attende la conferma dell’Iss – Nella tarda serata di ieri si è registrato il primo caso di contagio nelle Marche, a Pesaro. Si attende ancora la conferma dell’Istituto Superiore di Sanità.

COSA PREVEDE IL DECRETO LEGGE

IL PUNTO / Coronavirus, Governo vara decreto legge: ecco cosa prevede • Stop a manifestazioni sportive Veneto e Lombardia • Stop a gite scolastiche • Stop ad attività didattiche università Lombardia, Veneto e a Ferrara, stop disco e attività intrattenimento Piacenza • Nelle aree focolaio stop lavoro e scuola, né ingresso né uscita • Sospensione Trattato Schengen NON è in discussione • I focolai sono in 11 comuni tra Lodi e Veneto; Vo’ Euganeo, Codogno, Castiglione d’Adda, Casalpusterlengo, Fombio, Maleo, Somaglia, Bertonico, Terranova dei Passerini, Castelgerundo e San Fiorano. 50mila persone non potranno uscire da comuni • Previsti anche presidi forze ordine in focolai • Si attende ora un decreto economia indennizzi per le aree colpite • Fino 3 mesi arresto per chi non rispetta norme.

Leggi anche:

Lo studio scientifico che aveva previsto il coronavirus un anno fa: “Partirà dalla Cina, dobbiamo prevenirlo”

TPI REPORTAGE da Codogno, il paese fantasma con l’incubo del contagio da Coronavirus (di Giulio Cavalli)

“I miei colleghi spargevano il sale al mio passaggio”: il caso dei giornalisti in quarantena per il Coronavirus (di Selvaggia Lucarelli)

Ecco due cose che abbiamo capito del virus: parla Italiano e viaggia in business Class, non si annida in Africa ma nel profondo nord (di Luca Telese)

Coronavirus, l’infermiera entrata in contatto con il paziente 1 ha violato la quarantena (di Franco Bagnasco)

Sul Coronavirus va in scena il primo duello tv tra i due futuri candidati premier: Conte e Salvini

Coronavirus in Italia, Burioni a TPI: “Chi è tornato dalla Cina senza sintomi doveva essere isolato. Ora niente panico: quarantena per tutti i possibili infetti”

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: segui tutti gli aggiornamenti in diretta su TPI

126
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.