Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 20:01
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Assalto al Congresso Usa, il sostenitore di Trump fotografato alla scrivania di Nancy Pelosi è stato arrestato

Immagine di copertina

Il sostenitore di Trump fotografato alla scrivania di Nancy Pelosi è stato arrestato

Il sostenitore di Donald Trump che durante l’irruzione al Campidoglio era stato fotografato seduto alla scrivania della presidente della Camera Usa Nancy Pelosi è stato arrestato e accusato di tre reati federali: lo scrive la Cnn citando funzionari federali.

L’immagine dell’uomo sessantenne comodamente seduto con un piede sul tavolo della speaker della Camera ha fatto il giro del mondo, diventando uno dei simboli della violenza e della spregiudicata irriverenza dei manifestanti verso il luogo simbolo della democrazia americana. Il 60enne si chiama Richard Barnett e viene dall’Arkansas: è stato arrestato venerdì mattina a Little Rock e tra i reati di cui è incolpato c’è anche il furto di proprietà pubblica.

“Barnett è stato accusato di entrare e rimanere consapevolmente in un terreno edificabile limitato senza autorità, ingresso violento e comportamento disordinato nei terreni del Campidoglio e furto di proprietà pubblica”, hanno detto i funzionari. “Anche se avete lasciato Washington potete ancora attendervi che qualcuno bussi alla vostra porta“, ha dichiarato Steven M. D’Antuono, ufficiale dell’Fbi, in una video conferenza.

Intanto il giornalista del New York Times Matthew Rosenberg che ha identificato per primo l’assalitore ha pubblicato un video in cui l’uomo si vanta di aver preso una busta personalizzata e firmata da Nancy Pelosi. Ma Barnett, il cui soprannome sarebbe “Bigo”, spiega di non averla del tutto rubata perché “ha lasciato un quarto di dollaro sulla sua scrivania”. Il sostenitore di Trump ha anche raccontato di aver bussato educatamente alla porta dell’ufficio, ma di essere stato costretto a entrare perché trascinato dalla violenza di chi da fuori lo spingeva all’interno della stanza.

Leggi anche: 1. Biden: “Bene Trump assente all’insediamento, è inadatto. Pence è il benvenuto” 2. Il golpe di Trump (di Luca Telese) 3. Il giorno più buio dell’America (di Giulio Gambino) 4. La democrazia Usa cancellata per qualche ora, ma il vero sconfitto è Trump 5. Lo scrittore Don Winslow mette una taglia di 20mila dollari sul poliziotto del selfie a Capitol Hill

Ti potrebbe interessare
Esteri / “Se l’Europa vuole tenere testa a Usa, Russia e Cina deve dotarsi del Nucleare”: il realismo preventivo di Massimo Fini
Esteri / Mascherina all’aperto, quali sono i Paesi in Europa che hanno già tolto l’obbligo
Esteri / Vaccino unico per Covid e influenza: il via già in autunno
Ti potrebbe interessare
Esteri / “Se l’Europa vuole tenere testa a Usa, Russia e Cina deve dotarsi del Nucleare”: il realismo preventivo di Massimo Fini
Esteri / Mascherina all’aperto, quali sono i Paesi in Europa che hanno già tolto l’obbligo
Esteri / Vaccino unico per Covid e influenza: il via già in autunno
Esteri / Usa, la sfida dei vescovi cattolici: approvato documento per vietare la comunione a Biden
Esteri / Iran, vince al primo turno l'ultraconservatore Ebrahim Raisi
Esteri / Biden attacca giornalista della Cnn: “Ma che diavolo dice? Ha sbagliato lavoro”
Esteri / Hong Kong, dopo il blitz vanno a ruba le 500mila copie dell’Apple Daily: edicole prese d’assalto
Esteri / L’Iran elegge il nuovo presidente: conservatori pronti a tornare al potere
Esteri / Usa, il concerto di Bruce Springsteen è vietato a chi si è vaccinato con AstraZeneca
Esteri / Juneteenth, il giorno per ricordare la fine della schiavitù dei neri, diventa festa federale negli Usa