Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:59
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Salvini: “Ramy vuole lo ius soli? Si faccia eleggere e cambi la legge”

Immagine di copertina
Matteo Salvini

Il Viminale sta lavorando per concedere la cittadinanza al ragazzino

“Rami vuole lo Ius Soli? Si faccia eleggere e cambi la legge”: questo il commento del ministro dell’Interno Matteo Salvini sul bambino di origini egiziane che ha salvato i compagni di classe a San Donato.

“La legge sulla cittadinanza va bene così com’è”, ha proseguito il leader della Lega. “Stiamo facendo tutte le verifiche del caso perché prima di fare scelte così importanti bisogna controllare tutto e tutti”.

Una battuta anche sul tema della sicurezza: “Se ci sono consigli da qualunque sindaco, da qualunque parlamentare, da qualunque ministro per migliorare la qualità della sicurezza in Italia io sono content”.

“Detto questo, io lavoro al modello italiano che è uno dei migliori al mondo”.

Rami è il ragazzino di 13 anni di origini egiziane che il 20 marzo era a bordo dello scuolabus dirottato da Ousseynou Sy [qui il suo profilo] nel Milanese e che ha allertato le forze dell’ordine.

Poco dopo la conclusione della vicenda il Viminale si era detto “pronto a farsi carico delle spese e a velocizzare al massimo le procedure per riconoscere la cittadinanza al piccolo eroe. L’auspicio è attribuire la cittadinanza a Rami e toglierla al conducente del bus autore del gesto”.

La cittadinanza infatti può essere concessa con Decreto del Presidente della Repubblica per meriti speciali “sentito il Consiglio di Stato e previa deliberazione del Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dell’Interno, di concerto con il Ministro degli Affari Esteri, allo straniero che abbia reso eminenti servizi all’Italia, ovvero quando ricorra un eccezionale interesse dello Stato”.

A chiedere che venisse riconosciuta la cittadinanza a Rami era stato il padre del giovane. “Mio figlio ha fatto il suo dovere, sarebbe bello se ora ottenesse la cittadinanza italiana”, ha detto l’uomo in un’intervista al Corriere della Sera.

“Siamo egiziani, sono arrivato in Italia nel 2001, mio figlio è nato qui nel 2005, ma siamo ancora in attesa di un documento ufficiale. Vorremmo tanto restare in questo Paese. Quando ieri l’ho incontrato l’ho abbracciato forte”.

>>“Mamma ci stanno uccidendo, aiuto!”: la drammatica telefonata di uno studente che era sul bus incendiato
>> Rami, il bambino eroe figlio di immigrati, smonta la retorica razzista sull’attentatore malvagio in quanto straniero
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Giorgio Napolitano operato a Roma
Cronaca / Covid, 23.976 casi e 91 morti: il bollettino di oggi
Cronaca / Trento: incidente in moto, muoiono marito e moglie. Stavano andando al concerto di Vasco Rossi
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Giorgio Napolitano operato a Roma
Cronaca / Covid, 23.976 casi e 91 morti: il bollettino di oggi
Cronaca / Trento: incidente in moto, muoiono marito e moglie. Stavano andando al concerto di Vasco Rossi
Cronaca / Udine, ultraleggero precipita in un bosco. Morto il passeggero
Cronaca / Genova, morto un giovane travolto da un’auto dentro un garage
Cronaca / Merano, alternanza scuola-lavoro: ragazzo di 17 anni si ustiona gravemente in officina
Cronaca / Genova, cade in mare con l’auto di servizio: morto dipendente dell’aeroporto
Cronaca / L’Aquila, la zia di Tommaso: “Non c’è colpa, né voglia di giustizia”
Cronaca / I genitori del piccolo Tommaso si dovevano sposare: “Non ci sarà nessun matrimonio”
Cronaca / Riceve bolletta da 33mila euro, 75enne colpita da un malore: ora la prima vittoria in tribunale