Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 06:10
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Omicidio Willy, la fidanzata di uno degli aggressori: “Aspetto un figlio da lui, se ha sbagliato deve pagare”

Immagine di copertina

Omicidio Willy, la fidanzata di Gabriele Bianchi: “Aspetto un figlio da lui”

“Se Gabriele ha sbagliato è giusto che paghi, però deve essere appurato da un tribunale e non dalla stampa. Io spero che si interrompano le minacce arrivate dal web e rivolte al figlio che ho in grembo, che non ha colpe e non può subire attacchi del genere, per giunta ancor prima di essere venuto al mondo”. A parlare è Silvia Ladaga, 28 anni, fidanzata di Gabriele Bianchi, il maggiore dei due fratelli accusati insieme ad altri due loro amici di aver ucciso Willy Monteiro Duarte, il ragazzo italo-capoverdiano di 21 anni morto dopo un pestaggio nella notte tra sabato 5 e domenica 6 settembre a Colleferro, vicino Roma. La donna, di Velletri, in un’intervista a Repubblica ha parlato del “suo” Gabriele, che giudica incapace di compiere un gesto come quello di uccidere un innocente: “Il mio Gabriele? Non è in grado di commettere un omicidio. Non ci credo. Accanirsi su un ragazzino fragile come Willy…non è da lui”.

La famiglia Ladaga è molto conosciuta sia a Velletri che a Lariano. Il padre di Silvia, Salvatore Ladaga, ha 63 anni ed è consigliere comunale a Velletri per Forza Italia. Fa politica dal 1984: è stato vicesindaco, poi assessore e infine sindaco pro-tempore. Una passione trasmessa anche alla figlia, che due anni fa si è candidata con Forza Italia alle Regionali nel Lazio: ottenne 5.690 preferenze, non sufficienti per l’elezione. Ma è entrata lo stesso in Consiglio regionale come membro dello staff. Oggi, Silvia è al sesto mese di gravidanza. Ma da quando ha saputo dell’omicidio di Willy e del coinvolgimento di Gabriele, ha perso ogni serenità: “Il giovane Willy è la prima vittima di questa tragedia. Qualcuno può anche non credermi, ma è a lui e alla sua famiglia che va il mio pensiero. Come futura madre non posso che pregare e piangere per lui. Porto nel grembo un bambino che, in questo mondo, può morire per un motivo futile e irrisorio come è successo a Willy. È un pensiero che mi terrorizza”.

In questi giorni, a causa dello stress, Silvia ha avuto qualche problema di salute: “Sono andata a fare un’ecografia d’urgenza, tutto ok per ora. Ho fatto il controllo perché non mi sono sentita bene, e purtroppo devo fare qualche altra visita. Adesso però devo trovare la forza per pensare solo a mio figlio. Giovedì ho un altro appuntamento dal medico, non è facile, e non posso dire di stare bene”. La ragazza ha spiegato inoltre che la notte del 5 settembre era a dormire da un’amica e che è venuta a sapere dell’accaduto solo il giorno dopo. Infine, una certezza: “Il colore della pelle non c’entra, Gabriele non è razzista, non si interessa di politica”. Gli inquirenti, al momento, vanno però in un’altra direzione.

Tutti gli approfondimenti di TPI sull’aggressione di Colleferro: 1. LA CRONACA: 21enne interviene per difendere un amico: massacrato a morte dal branco / 2. LA RICOSTRUZIONE: “Vi prego basta, non respiro più, così è morto Willy / 3. LA BIO: “Sognava di diventare come Totti”: chi era Willy / 4. I PROFILI: Dal culto per le arti marziali ai precedenti per spaccio: chi sono gli aggressori di Willy Monteiro / 5. Sognava di diventare come Totti”: chi era Willy Monteiro

6. IL DETTAGLIO: Uno degli aggressori di Willy Monteiro insegnava arti marziali ai bambini / 7. LE OPINIONI: Se a uccidere un bianco fossero stati 4 neri sarebbe scoppiato il finimondo (di G. Cavalli) / 8. Quel gesto vigliacco e codardo: infierire sul corpo di Willy quando era già in terra (di Lara Tomasetta) / 9. LA TESTIMONIANZA: “Per noi era come un figlio, sarebbe diventato un bravo chef”: parla il direttore dell’hotel dove lavorava Willy

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 13.686 casi e 51 morti: tasso di positività al 2,4%
Cronaca / Ciro Grillo e i suoi tre amici andranno a processo per stupro di gruppo: rischiano fino a 12 anni
Cronaca / Covid, Friuli-Venezia Giulia passa in zona gialla da lunedì: Trieste ha l’incidenza più alta d’Italia
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 13.686 casi e 51 morti: tasso di positività al 2,4%
Cronaca / Ciro Grillo e i suoi tre amici andranno a processo per stupro di gruppo: rischiano fino a 12 anni
Cronaca / Covid, Friuli-Venezia Giulia passa in zona gialla da lunedì: Trieste ha l’incidenza più alta d’Italia
Cronaca / Tutto quello che sappiamo sulla nuova variante individuata in Sudafrica | VIDEO
Cronaca / Covid, dal 6 dicembre arriva il green pass rafforzato: ecco cosa cambia
Cronaca / Walter Schiavone, si pente anche il secondo figlio del boss “Sandokan”
Cronaca / Bus turistici: incentivi per andare verso mezzi green
Cronaca / Russia, incidente in una miniera di carbone in Siberia: 52 morti
Cronaca / Il metallaro Pillon a duello con i Maneskin: “Io suonavo roba più dura”
Cronaca / In due settimane triplicate le classi in quarantena in Lombardia. Sono quasi mille