Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:04
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

La moglie di Emilio Fede: “Lo hanno trattato come un boss detenuto al 41 bis, è assurdo”

Immagine di copertina
Diana De Feo - Emilio Fede

La moglie di Emilio Fede: “Trattato come un boss”

“Hanno iniziato a cercarlo per tutta Napoli come se fosse un detenuto al 41 bis, un pericoloso criminale di 89 anni, siamo all’assurdo”: non usa mezze misure la moglie di Emilio Fede, Diana De Feo, per commentare la vicenda dell’arresto del giornalista, avvenuto lunedì sera mentre la coppia era a cena a ristorante. In un’intervista rilasciata a Repubblica Napoli l’ex senatrice del Pdl ricostruisce: “In realtà non è accaduto niente è solo una sciocchezza. Emilio dimora in albergo al Santa Lucia ma la cucina è ancora fuori uso e quindi siamo andati a cena in un ristorante lì vicino, sul lungomare. Siamo usciti perché non potevamo stare digiuni e lì sono arrivati i carabinieri”.

Emilio Fede è stato fermato dai militari dell’Arma per evasione dai domiciliari, per aver violato le misure restrittive a cui è sottoposto. L’ex direttore del Tg4 fu condannato in via definitiva a 4 anni e 7 mesi nell’ambito del processo Ruby Bis. Lunedì 22 giugno è stato arrestato dopo aver lasciato la sua abitazione di Milano, per spostarsi a Napoli, senza attendere l’autorizzazione del giudice del tribunale di sorveglianza.

A Repubblica ieri la moglie Diana ha dichiarato: “Mio marito domani compie 89 amni e viene spesso a Napoli per ragioni di salute ed è un suo diritto, ma hanno iniziato cercarlo ovunque come se fosse un pericoloso criminale in fuga. Sono andati anche nella mia casa al Vomero, al Parco Grifeo”. Marito e moglie erano da soli a cena in un ristorante sul lungomare vicino all’hotel dove Emilio Fede risiede. “Ormai siamo in un Paese dove i condannati al 41 bis sono fuori e due persone normali, marito e moglie, non possono andare a cena insieme”, ha detto l’ex senatrice.

De Feo sostiene che l’Italia sia diventata “un paese davvero strano”. “Un paese – conclude – dove non c’è altro da fare se non andare a caccia di noi, di un 89enne. E così i carabinieri devono perdere il tempo con queste sciocchezze mentre i criminali al 41 bis escono dalle prigioni”.

Leggi anche: Non compiangete Emilio Fede per un’ingiustizia che non ha subìto (di L. Telese)

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 17.030 casi e 74 morti: tasso di positività al 2,9%
Cronaca / Lo spot sul Parmigiano Reggiano fa arrabbiare il web: “Sfruttamento del lavoro”. L’azienda: “Lo cambieremo”
Cronaca / Covid: Bolzano in zona gialla da lunedì, cinque regioni a rischio entro Natale
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 17.030 casi e 74 morti: tasso di positività al 2,9%
Cronaca / Lo spot sul Parmigiano Reggiano fa arrabbiare il web: “Sfruttamento del lavoro”. L’azienda: “Lo cambieremo”
Cronaca / Covid: Bolzano in zona gialla da lunedì, cinque regioni a rischio entro Natale
Cronaca / “Noi studenti schiavi della lode”
Cronaca / “La biblioteca che batte l’algoritmo”: intervista a Maranesi, il rettore più giovane d’Italia
Cronaca / Militante della Lega arrestata per traffico di droga: sequestrati 450 chili di hashish
Cronaca / Le università sono diventate delle palestre di sfruttamento
Cronaca / La guerra quotidiana nelle scuole di periferia
Cronaca / Controlli dei Nas in tutta Italia, 281 sanitari lavoravano senza vaccino. Sospesi
Cronaca / “Se non ti laurei sei un fallito”: ritratto di una generazione schiacciata dal successo a ogni costo