Covid ultime 24h
casi +22.930
deceduti +630
tamponi +148.945
terapie intensive +9

Migranti, tensioni nella maggioranza: il Pd chiede un cambio di passo

Di Carmelo Leo
Pubblicato il 28 Lug. 2020 alle 13:35 Aggiornato il 28 Lug. 2020 alle 14:35
140
Immagine di copertina

L’Italia nel pieno della crisi dei migranti: il governo è diviso

Caltanissetta, Lampedusa e Porto Empedocle sono solo gli ultimi di una serie di episodi che hanno riportato al centro del dibattito pubblico in Italia la crisi dei migranti: un tema, questo, su cui il Governo M5s-Pd appare diviso (con il deputato dem, Matteo Orfini, che attacca direttamente il Governo Conte), mentre le opposizioni vanno all’attacco dell’esecutivo e chiedono una nuova stretta sugli sbarchi. Le fughe di massa di questi giorni dai vari centri d’accoglienza, del resto, preoccupano la politica ma anche le autorità sanitarie: gran parte dei migranti in questione sono ospiti nei Cara per il periodo di quarantena obbligatoria e una loro libera circolazione amplifica i pericoli di un’impennata nei contagi da Coronavirus.

Stamattina, in un’intervista al Corriere della Sera, la ministra dell’Interno Luciana Lamorgese ha parlato di “flussi eccezionali” e di una situazione molto complessa. Per questo motivo, il Viminale ha deciso di inviare in Sicilia l’esercito e alcune navi per la quarantena. Il governatore siciliano, Nello Musumeci, ha riassunto così la preoccupazione degli amministratori locali in questi giorni: “Ho denunciato, ancora una volta, la insostenibile situazione nell’isola e la preoccupazione dei sindaci e delle comunità locali la cui esasperazione rischia di creare, specie in alcune zone, tensione e allarme sociale. Appare chiaro come in Sicilia la questione migranti sia diventata anche una questione di ordine pubblico e di salute che non può più essere sottovalutata”.

Governo diviso

​”Abbiamo un problema di salute pubblica, se chi arriva deve stare in quarantena in un Cara e poi scappa, non è un problema di nazionalità”, ha sottolineato in proposito il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, “deve fare passi avanti anche l’Ue, che deve riprendere le redistribuzioni che si sono fermate con la pandemia, riattivando l’accordo sottoscritto a Malta nel settembre scorso. Dobbiamo riattivare subito i meccanismi di rimpatrio verso la Tunisia perché deve essere chiaro che per noi la Tunisia è un paese sicuro, quindi chi arriva qui viene rimpatriato e non c’è un motivo per concedere diritto di asilo e riuscire a permettere a queste persone di restare in Italia”.

“Quanto sta avvenendo nel Mediterraneo sui flussi migratori era abbastanza prevedibile. Era chiaro da mesi che gli effetti dell’epidemia, anche dal punto di vista economico e sociale, avrebbero posto in forma inedita questo tema. Sono scenari che il Governo deve valutare con la più grande attenzione”, ha detto invece il segretario del Pd Nicola Zingaretti. Ma proprio dal Pd, in mattinata, si è sollevata una voce molto critica nei confronti dell’esecutivo: è quella di Matteo Orfini, che in un’intervista a Repubblica ha dichiarato: “Quello che sta accadendo in questi giorni dimostra il fallimento di una strategia di gestione dei flussi migratori concepita dal governo Gentiloni con Marco Minniti ministro dell’Interno e proseguita con il Conte 1 e il Conte 2”. “Questo Governo – ha continuato Orfini – non solo non ha cambiato ancora i decreti sicurezza di Salvini, ma ha emanato un vergognoso decreto di chiusura dei porti con la scusa del Covid-19”.

Poco dopo, Orfini ha anche commentato la notizia secondo cui la Guardia costiera libica ha sparato contro i migranti durante le operazioni di sbarco a est di Tripoli, uccidendone due e ferendone altri cinque. “La guardia costiera libica – ha scritto su Twitter il deputato del Pd – ha ucciso due persone, dopo averle riportate a terra. Al netto di tutte le ipocrisie di circostanza, è esattamente quello per cui la finanziamo: fermare i migranti con ogni mezzo. Un orrore di cui il nostro paese è consapevolmente responsabile”.

Opposizioni all’attacco

Il centrodestra, in questi giorni, ha aggiunto la crisi dei migranti alle frecce a sua disposizione per attaccare la maggioranza giallorossa. Così, il leader della Lega Matteo Salvini, ex ministro dell’Interno, critica la Lamorgese: “Il Viminale si accorge solo ora di dover fermare i flussi dalla Tunisia, con centinaia di immigrati in fuga dai centri di accoglienza e silenzio totale sulla redistribuzione degli immigrati all’estero. Mentre i clandestini arrivano a frotte, anche con barboncini evidentemente scampati ai lager libici, giovedì il Senato deciderà se devo essere processato per aver difeso i confini (caso Open Arms, ndr). Orgoglioso di aver protetto l’Italia e gli italiani: la rifarei e lo rifarò”.

Anche Fratelli d’Italia va all’attacco: “Anche oggi – ha dichiarato il capogruppo del partito di Giorgia Meloni alla Camera, Francesco Lollobrigida – nuovi sbarchi incontrollati sulle nostre coste e nuove fughe di massa da parte di centinaia di immigrati stipati nei Cara e nei Cpa, con il conseguente aumento dei rischi per la sicurezza e la salute pubblica dei cittadini e delle nostre forze dell’ordine. Tutto questo è davvero intollerabile. Il Governo che cosa sta facendo? Il ministro Lamorgese è in grado o no di comprendere e fronteggiare la drammatica situazione che l’Italia sta di nuovo vivendo a causa del mancato controllo delle nostre frontiere? Tutta questa colpevole superficialità rischia di generare panico e innescare gravi disordini, oltre a vanificare mesi di duri sacrifici e restrizioni ai quali tutti gli italiani sono stati sottoposti”.

Ancora più critico Forza Italia, che tramite il senatore Maurizio Gasparri ha definito il tema immigrazione “la Caporetto del Governo”. “Da Porto Empedocle – ha detto Gasparri – sono scappati in cento. Una vergogna assoluta. Uno scandalo. Il disastro di un governo irresponsabile che fa le sanatorie per gli immigrati e poi lascia scappare i clandestini. Nessuna mano tesa a questo governo. Vanno cacciati Pd e grillini perché vogliono tenere chiusa l’economia italiana, massacrare ristoranti e bar, bloccare la scuola e aprire le porte di casa ai clandestini, alcuni dei quali perfino portatori di virus. Cacciare questo governo è un dovere”.

Leggi anche:

1. Migranti, Lamorgese: “Il governo invierà in Sicilia militari e navi per quarantena” / 2. La crisi dei migranti e le responsabilità di Gabrielli: cambiano i ministri ma il Capo della Polizia no / 3. Caltanissetta, un centinaio di migranti fuggono dalla quarantena obbligatoia: decine di agenti alla loro ricerca

4. Migranti, il sindaco di Lampedusa: “Dichiaro io lo stato d’emergenza” / 5. Salvini: “Governo sparge migranti infetti per l’Italia per tenerci sotto stato di emergenza” / 6. Nasce il partito delle seconde generazioni di migranti: “Siamo la voce che il Pd non può essere”

140
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.