Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 12:21
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

C’è l’emergenza Covid, ma all’Umberto I di Roma i pazienti sono stipati in sala d’attesa. Motivo? Il set di Mission Impossible con Tom Cruise

Immagine di copertina
FOTO ESCLUSIVA TPI La sala d'attesa dell'Umberto I di Roma

Pazienti Covid stipati in sala d’attesa perché metà dell’ospedale è stato affittato per le riprese della saga Mission Impossible con Tom Cruise. Succede al Policlinico Umberto I di Roma dove da giorni i malati di Coronavirus sono costretti a “dormire in letti di fortuna e ad andare nel bagno pubblico”, come racconta a TPI C., una ragazza ricoverata. Come si vede nella foto, le persone sono tutte ravvicinate in una sala comune e qualcuno dorme su poltrone con le rotelle.

“Uno dei pazienti è stato 3 giorni in questa sala – ci spiega C. – prima di passare finalmente al reparto con l’ossigeno. Da domenica non l’ha guardato nessuno e aveva la febbre a 39 e mezzo e difficoltà respiratorie”. La situazione è davvero surreale all’interno dell’ospedale, perché mentre a pochi metri di distanza è stato ricreato l’intero set del film, nella sala d’attesa i letti non bastano: “La persona che adesso hanno intubato è stata costretta ad andare al bagno pubblico tenendo la porta con una mano e con l’altra la poltrona, perché non ci sono per tutti”, dice C.

Mission Impossible e problemi nell’ospedale

Le riprese del film Mission Impossible, ultimo episodio della celebre saga cinematografica erano da programma lo scorso marzo, ma sono state necessariamente rimandate ad ottobre a causa dell’emergenza Coronavirus, che ne ha impedito la realizzazione. Da quanto si apprende la produzione americana ha previsto severe misure anti Covid-19, per permettere agli attori e allo staff di lavorare in sicurezza nonostante l’epidemia e i contagi in crescita in città. L’uscita del film nelle sale cinematografiche al momento è prevista a novembre 2022.

Nonostante le severe misure di sicurezza, il set del nuovo film sta creando però diversi problemi all’Umberto I, il luogo dove si stanno girando numerose scene del film. Il problema è che all’interno della struttura – come riporta anche Repubblica – ci sono 140 malati di Covid-19 “poco distanziati” dalla numerosa troupe hollywoodiana.

Leggi anche: 1. “La gente non ci vuole mai credere fino a quando deve per forza toccare con mano che il virus non è mai stato meno letale”. Parla Cartabellotta del Gimbe 2.Nonostante il Covid abbiamo realizzato solo metà delle terapie intensive e usato un terzo dei fondi per posti letto e tamponi / 3. Coronavirus, Pregliasco: “Tra due-tre settimane si rischia di chiudere i confini regionali” / 4. Tutti i numeri su Immuni tra le omissioni delle Asl e la paura dei contagiati

5. Giallo, arancione, rosso: i 3 scenari del Cts per le chiusure se salgono i contagi / 6. Covid, il ministro Speranza: “Il 75% dei contagi da parenti e amici: stop a tutte le feste” / 7. L’epidemiologo Le Foche: “I contagiati hanno carica virale bassa, epidemia domabile in primavera”

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Papa Francesco: “La violenza sulle donne è una piaga aperta, dappertutto”
Cronaca / Regeni, il procuratore Pignatone: “Giulio torturato per una settimana. Collaborazione con Egitto altalenante”
Cronaca / Decreto green pass: via le sanzioni per chi va a lavoro senza. Novità anche per cinema e teatri
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Papa Francesco: “La violenza sulle donne è una piaga aperta, dappertutto”
Cronaca / Regeni, il procuratore Pignatone: “Giulio torturato per una settimana. Collaborazione con Egitto altalenante”
Cronaca / Decreto green pass: via le sanzioni per chi va a lavoro senza. Novità anche per cinema e teatri
Cronaca / 3.377 nuovi casi e 67 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività all'1%
Cronaca / Papa Francesco: “Alcuni mi volevano morto, preparavano il conclave”
Cronaca / “Il Green pass rende liberi”, preside di Ferrara rievoca Auschwitz: sospeso dal servizio
Cronaca / Feltri difende Barbara Palombelli: “Sui femminicidi ha ragione”
Cronaca / Bambino di 4 anni caduto dal balcone a Napoli, il domestico: “L’ho lasciato cadere”
Cronaca / 2.407 nuovi casi e 44 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività al 2%
Cronaca / Frosinone, detenuto spara ad altri tre reclusi: “La pistola arrivata in carcere con un drone”