Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 00:10
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

L’Iss sbagliò il protocollo sui tamponi: ecco perché abbiamo avuto così tanti falsi negativi

Immagine di copertina

Tamponi per il Coronavirus, un protocollo Iss sbagliato dietro i falsi negativi

Dietro i tanti falsi negativi al Coronavirus in Italia, con numeri del contagio che quindi si sono mantenuti in questi mesi più bassi rispetto agli effettivi positivi al Covid-19, ci sarebbe anche un protocollo sbagliato dell’Iss su come eseguire i tamponi. A denunciarlo il presidente del Sis 118, Mario Balzanelli (che lo ha fatto con un’intervistaTPI) e il virologo dell’Università di Milano Fabrizio Pregliasco. Il rapporto in questione, pubblicato il 7 aprile scorso, è stato corretto in un secondo momento (dopo circa dieci giorni), ma ancora circola sul web. E reca degli errori sia su quando effettuare il tampone, sia sul come. Il protocollo avrebbe contribuito in modo importante ad alimentare il numero di falsi negativi, anche con polmoniti molto evidenti.

Partiamo dal quando: il rapporto dell’Istituto superiore di sanità, compilato in collaborazione con il ministero della Salute, chiede ai medici di eseguire il tampone entro 3 giorni. Tuttavia, secondo uno studio della prestigiosa Johns Hopkins School of Public Health, i tamponi eseguiti al quinto giorno di infezione hanno una percentuale di falsi negativi al 38 per cento. Figurarsi, dunque, quelli fatti entro 3 giorni. Per questo motivo, gli autori della Johns Hopkins consigliano di eseguire il test all’ottavo giorno, quando il margine di errore si riduce al 20 per cento.

A svelare invece gli errori sul come fare i tamponi secondo il rapporto dell’Iss è stato invece il professor Gaetano Libra, otorino laringoiatra con una lunga carriera alle spalle presso l’ospedale Maggiore di Bologna. “In quel testo -ha dichiarato a La Stampa – si indica una posizione verticale obliqua del tampone, anziché orizzontale rivolta in direzione del canale uditivo, come dovrebbe essere. Con il rischio che, eseguito in questo modo, il tampone non raggiunga la zona dove si raccolgono muco e secrezioni nei quali va ricercato il virus. Inoltre in questo modo c’è il serio rischio di lesioni al cervello e al bulbo olfattivo”.

Gli esperti dell’Iss hanno modificato il rapporto il 17 aprile, pubblicando quello corretto con lo stesso numero e la sigla “Rev”. Tuttavia, il primo si trova ancora facilmente sul web. Alimentando le difficoltà, soprattutto nei primi mesi della pandemia, nel capire quale sia la procedura corretta. Non bisogna infatti dimenticare che il tampone per il Coronavirus è un presidio medico inedito, con cui i dottori non hanno mai avuto a che fare.

Leggi anche:

1. Fase 2, la delusione degli scienziati del Comitato tecnico scientifico: “Troppe libertà” / 2. Nonostante la tragedia del Coronavirus, il Governo dà ad Alitalia quanto dà alla Sanità / 3. Casi simil-Covid: “Rilevati pazienti con pochi sintomi, tamponi negativi e polmoniti interstiziali in corso”

4. Ora che uscite di casa siate gentili. I vostri vicini non sono untori, ma gente disperata / 5. Coronavirus, Galli: “Test sierologici a pagamento sono inconcepibili, debacle del Ssn” / 6. L’Umbria equiparata alla Lombardia: il paradosso dell’indice Rt e delle tabelle (fuorvianti) del Ministero

7. Il viceministro Sileri attacca il Comitato tecnico scientifico: “In Italia si muore e i documenti sono secretati” / 8. Fase 2, la Sicilia disobbedisce al governo: discoteche aperte dall’8 giugno / 9. Dai party privati, ai viaggi fuori città: cosa è vietato e cosa è consentito fare dal 18 maggio

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI

Ti potrebbe interessare
Cronaca / 7.230 casi e 27 morti nell'ultimo giorno. Tasso di positività al 3,4%
Cronaca / Ostuni, musica alta alle 4 di notte: ex assessore scende in strada e distrugge la cassa a bastonate | VIDEO
Cronaca / “Ho due dosi di vaccino ReiThera e gli anticorpi alti ma non ho diritto al Green Pass. Abbandonato dallo Stato”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / 7.230 casi e 27 morti nell'ultimo giorno. Tasso di positività al 3,4%
Cronaca / Ostuni, musica alta alle 4 di notte: ex assessore scende in strada e distrugge la cassa a bastonate | VIDEO
Cronaca / “Ho due dosi di vaccino ReiThera e gli anticorpi alti ma non ho diritto al Green Pass. Abbandonato dallo Stato”
Cronaca / Green pass: da settembre obbligo per prof, studenti universitari e trasporti a lunga percorrenza
Cronaca / Il bambino tetraplegico rimasto senza alimenti per l’attacco hacker alla regione Lazio
Cronaca / Agrigento, l’appello dal letto di ospedale di una no-vax pentita
Cronaca / Il Cdm ha approvato il nuovo decreto sul Green Pass
Cronaca / Immunizzato il 61,8% della popolazione italiana
Cronaca / Il report dell’Aifa sui vaccini: 16 eventi gravi ogni 100mila dosi somministrate
Cronaca / Imola, violenta la figlia 15enne e la mette incinta