Covid ultime 24h
casi +24.991
deceduti +205
tamponi +198.952
terapie intensive +125

Coronavirus in Italia, ultime notizie. Il Veneto ha raggiunto il livello zero contagi. Il bollettino: 156 morti, scendono sotto quota 10mila i ricoverati

Le ultime notizie sull'epidemia di Covid-19 che ha colpito il nostro Paese

Di Niccolò Di Francesco
Pubblicato il 21 Mag. 2020 alle 06:30 Aggiornato il 21 Mag. 2020 alle 22:16
0

Coronavirus in Italia: le ultime notizie di oggi in tempo reale

CORONAVIRUS ITALIA ULTIME NOTIZIE – Continuano a calare i numeri relativi all’emergenza Coronavirus in Italia: secondo gli ultimi dati forniti dalla Protezione Civile nel consueto bollettino, infatti, sono 60.960 le persone attualmente positive, 32.486 i morti e 134.560 i guariti, per un totale di 228.006 casi. Oggi, intanto, il premier Conte è atteso in Parlamento per fornire i dettagli della cosiddetta Fase 2 dell’emergenza. Qui le ultime notizie sul Covid-19 nel mondo. Di seguito le ultime notizie dall’Italia sul Coronavirus di oggi, giovedì 21 maggio 2020, aggiornate in tempo reale.

Ore 22,15 – Il Veneto ha raggiunto il livello zero contagi – Il Veneto ha raggiunto oggi il livello zero contagi: ad annunciare il risultato, raggiunto in netto anticipo rispetto alle previsioni, è il professor Andrea Crisanti, direttore della Microbiologia dell’Università di Padova. “Questo è il risultato di un lavoro che ha visto in prima linea la Regione, l’Università di Padova e l’Azienda Ospedale di Padova”, ha spiegato Crisanti. “Il modello Veneto funziona”.

Ore 19,50 – Niente parata militare del 2 giugno – Quest’anno non ci sarà la tradizionale parata militare del 2 giugno per celebrare la festa della Repubblica. La decisione non è ancora ufficiale, ma secondo fonti vicine all’Agi, la sfilata quest’anno non ci sarà a causa dell’epidemia di Coronavirus. L’evento ogni anno richiama decine di migliaia di persone che si radunano lungo i Fori imperiali e nella zona del Circo Massimo, oltre che vedere impegnato un gran numero di militari.

Ore 18,00 – Il bollettino della Protezione Civile – Sono 60.960 (-1.792) le persone attualmente positive, 32.486 (+156) i decessi e 134.560 (+2.278) i guariti, per un totale di 228.006 (+642) casi: questi i dati quotidiani inerenti all’epidemia di Coronavirus in Italia contenuti nel consueto bollettino diffuso come sempre dalla Protezione Civile. Dei 60.960 attualmente positivi, 9.269 (-355) sono ricoverati in ospedale con sintomi, 640 (-36) necessitano di cure nei reparti di terapia intensiva, mentre 51.051 (-1.401) si trovano in isolamento domiciliare. Anche oggi cala il numero degli attuali postivi. Le persone attualmente malate di Covid-19 in Italia, infatti, scendono di 1.792 unità, un dato leggermente inferiore rispetto a quello di ieri quando era stato registrato un -2.377. Anche oggi purtroppo si registrano 156  morti (ieri erano stati 161), mentre sono 2.278 i guariti (ieri erano stati 2.881). Continua, inoltre, il decremento dei ricoveri ospedalieri, che oggi scende sotto quota 10mila. Oggi, infatti, si registra un ulteriore calo di 355 unità per quanto riguarda i ricoverati con sintomi (ieri erano stati -367) e  un decremento di 36 persone tra coloro che si trovano nei reparti di terapia intensiva (ieri il dato era di -40). Calano anche le persone in isolamento domiciliare: -1.401 oggi, -1.970 quello di ieri. Per quanto riguarda i tamponi, invece, oggi sono stati effettuati 71.6790 test a fronte dei 67.195 tamponi realizzati ieri e dei 63.158 dell’altro ieri. Il bollettino della Protezione Civile.

coronavirus italia

Ore 17,05 – Inps: ad aprile 835 mln ore cig per emergenza Covid” – Il numero di ore di cassa integrazione guadagni autorizzate ad aprile 2020 è pari a 835,2 milioni, considerando le sole autorizzazioni per l’emergenza sanitaria. Lo rende noto l’Inps sottolineando che “l’entità di tale numero è così elevata che non risulta comparabile con la misura delle autorizzazioni effettuate nei primi mesi del 2020, ma piuttosto con il totale delle ore annue autorizzate nel periodo di crisi che va dal 2009 al 2014. Per tutto il 2009 , primo anno della grande crisi economico-finanziaria, furono infatti autorizzate 916,1 milioni di ore”.

Ore 16,40 – Conte: “Recovery Fund da 500 miliardi svolta storica” – Parlando dell’intesa franco-tedesca sul Recovery Fund da 500 miliardi, il premier Giuseppe Conte ha dichiarato che si tratta di una “svolta storica”. “Era inimmaginabile, si tratta di 500 miliardi a fondo perduto che sono costruiti su un debito comune europeo che viene spalmato non sul prossimo quadro finanziario pluriennale. La mia posizione è che si possa fare anche di più” aggiunge il presidente del Consiglio italiano.

Ore 16.00 – Inps: “Tra marzo e aprile 47mila morti in più. Al nord decessi aumentati dell’84%” – Tra gennaio e febbraio i morti in Italia sono stati 114.514, ovvero 10.148 in meno rispetto ai 124.662 attesi mentre tra marzo e aprile i morti sono stati 156.429, ovvero 46.909 in più rispetto a quelli attesi. Lo rileva l’Inps nello studio “Analisi della mortalità nel periodo di epidemia da Covid-19” appena pubblicato che sottolinea come il numero di morti dichiarate come Covid-19 nello stesso periodo sia stato di 27.938 unità. Qui la notizia completa

Ore 15,30 – Medici di Roma: “Nessun aumento casi sospetti dopo fine lockdown” – “In questo momento, a Roma, non abbiamo registrato un aumento dei casi sospetti” di Coronavirus. Lo ha detto all’AGI il segretario della Federazione Italiana Medici di Medicina Generale (Fimmg) di Roma, Pier Luigi Bartoletti, rispondendo alla domanda se in questi ultimi giorni – quindi a oltre 2 settimane dalla prima uscita dal lockdown – i medici di famiglia della capitale hanno per caso riscontrato un aumento delle persone che manifestano i sintomi del Covid-19. Bartoletti, che è anche vice segretario nazionale della Fimmg, ha comunque osservato che “è ancora un po’ presto per dare una risposta, ma i nuovi casi sono concentrati soprattutto nelle case di riposo, in cluster ben definiti”.

Coronavirus Italia | Ore 14,00 – Il virologo: “Virus meno aggressivo, estate senza mascherine” – Secondo Arnaldo Caruso, presidente della Società italiana di virologi, il Coronavirus è meno aggressivo tanto da poter essere paragonato a un’influenza. L’esperto, inoltre, è convinto che a giugno si potrà dire addio a mascherine e distanziamento sociale proprio per il fatto che il virus ormai è meno pericoloso rispetto ad alcuni mesi fa. Il virologo, infatti, ha dichiarato di aspettarsi per i primi di giugno “un ritorno del contagio molto limitato e con una sintomatologia modesta. E per dire qualcosa di azzardato prendere il Coronavirus nelle prossime settimane potrebbe avere il risvolto positivo di raggiungere un’immunità di gregge”. Leggi la notizia completa.

Ore 12,30 – Il bollettino dello Spallanzani – Sono 98 i pazienti attualmente ricoverati all’ospedale Spallanzani di Roma. Di questi “48 sono positivi al Covid-19 e 50 sono sottoposti a indagini”. È quanto si legge nel consueto bollettino medico diffuso dal nosocomio romano, specializzato nella cura delle malattie infettive. L’ospedale, inoltre, precisa che “13 pazienti necessitano di supporto respiratorio”  e che fino ad ora sono “445 i pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali”.

Ore 11,30 – Zaia: “Domani ordinanza su apertura nidi e centri estivi” – Il governatore del Veneto Luca Zaia ha dichiarato che domani conta di “firmare l’ulteriore ordinanza che tratta di diversi temi, e per primo quello dei centri estivi e delle scuole per l’infanzia. L’assessore Lanzarin ha già preparato da 10, 15 giorni, le linee guida per la riapertura”.

Coronavirus Italia | Ore 10,30 – Ospedale Fiera, Procura apre fascicolo – Un fascicolo a titolo conoscitivo è stato aperto dalla Procura di Milano dopo l’esposto dei Cobas in relazione all’ospedale da campo costruito nei padiglioni della Fiera del Portello, in piena emergenza Covid-19.

Ore 9,30 – Iniziata l’informativa di Conte alla Camera – È iniziata alla Camera l’informativa del premier Conte sulla Fase 2 dell’emergenza Coronavirus. Leggi la notizia completa.

Ore 06.30 – Più controlli e multe fino a 3mila euro contro la movida – Dopo l’ira di numerosi sindaci italiani per le immagini di assembramenti e movida in tante città, il governo sembra pronto a una nuova svolta. E’ infatti previsto un aumento dei controlli da parte della polizia per verificare il rispetto delle regole. Perché è vero che si può uscire liberamente e non serve più l’autocertificazione, ma è anche vero che ci sono disposizioni precise da seguire. In tanti stanno girando in questi giorni senza mascherina, e numerosi sono gli assembramenti, che restano vietati. Per questo il capo della Polizia Franco Gabrielli ha emanato una circolare in cui richiede “il massimo impegno verso l’attività di controllo del territorio”. Ieri Conte ha parlato della movida avvertendo: “Non è questo il momento, altrimenti la curva dei contagi risale”. Sono previste multe da 400 fino a 3mila euro per i trasgressori. Misure ritenute necessarie ai piani alti per evitare il rischio di un nuovo lockdown.

CORONAVIRUS ITALIA – COSA È SUCCESSO IERI

Telefonata Conte-Costa su Recovery Fund – Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte e il primo ministro portoghese Antonio Costa hanno avuto un colloquio telefonico incentrato principalmente  sul Recovery Fund. È quanto si apprende da fonti di Palazzo Chigi.

Il bollettino della Protezione Civile – Sono 62.752 (-2.377) le persone attualmente positive, 32.330 (+161) i decessi e 132.282 (+2.881) i guariti per un totale di 227.364 (+665) casi: è questo l’odierno bilancio sull’epidemia di Coronavirus in Italia emerso dal consueto bollettino diffuso dalla Protezione Civile. Dei 62.752 attualmente positivi, 9.624 (-367) sono ricoverati in ospedale con sintomi, 676 (-40) necessitano di cure nei reparti di terapia intensiva, mentre 52.452 (-1.970) si trovano in isolamento domiciliare. Anche oggi si registra un nuovo decremento degli attualmente positivi, che diminuiscono di ulteriori 2.377 unità (ieri erano stati -1.424). Il numero dei decessi è in linea con quello di ieri: 161 decessi registrati oggi contro i 162 di ieri, mentre si registrano quasi 2900 guariti (2.881 per la precisione, ieri erano stati 2.075), che portano il numero totale di coloro che hanno sconfitto il Covid-19 a oltre 130mila. Diminuiscono, trend ormai consolidato da settimane, sia i ricoverati in ospedale che coloro che si trovano in isolamento domiciliare. Oggi, infatti, si registrano -367 ricoverati con sintomi (ieri erano stati -216), mentre i ricoveri nei reparti di terapia intensiva scendono di ulteriori 40 unità (ieri il dato era stato di -33). Calano anche le persone che si trovano in isolamento domiciliare: oggi il dato registrato è di -1.970, mentre quello di ieri era di -1.798. Per quanto riguarda i tamponi, invece, oggi sono stati effettuati 67.195 test a fronte dei 63.158 tamponi realizzati ieri. Il bollettino della Protezione Civile.

Coronavirus Italia | Figc: “Campionati da concludersi il 20 agosto” – Il Consiglio Federale ha stabilito che la stagione dovrà terminare entro il 31 agosto, mentre i campionato professionistici (Serie A, Serie B e Serie C) sono da chiudere il 20 agosto, poi spazio alla Coppa Italia. Da capire se il campionato di Serie A finirà prima degli altri dal momento che l’Uefa ha chiesto alle federazioni di avere il nome delle squadre qualificate per le coppe entro il 3 agosto.

Inail: “Coronavirus è infortunio sul lavoro” – Il contagio da Coronavirus va considerato un infortunio sul lavoro. Lo ha stabilito l’Inail in una circolare. “Le patologie infettive (vale per il COVID-19, così come, per esempio, per l’epatite, la brucellosi, l’AIDS e il tetano) contratte in occasione di lavoro sono da sempre inquadrate e trattate come infortunio sul lavoro poiché la causa virulenta viene equiparata alla causa violenta propria dell’infortunio, anche quando i suoi effetti si manifestino dopo un certo tempo” si legge nella circolare.

Conte: “Non è ancora tempo per party o movida” – “Non è ancora il tempo dei party o della movida. Io ringrazio gli italiani per quello che hanno fatto, ma non è finita. Abbiamo tolto delle limitazioni come l’autocertificazione ma bisogna stare attenti altrimenti la curva risale”. Così il premier Giuseppe Conte soffermandosi all’uscita del Senato con alcuni cittadini che lo hanno ringraziato per come ha gestito l’emergenza sanitaria.

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI

Leggi anche: 1. Il caldo dell’estate non fermerà il Coronavirus: lo studio su Science / 2. Aperitivi e piazze affollate, movida senza mascherina. I sindaci minacciano multe e chiusure / 3. Le conseguenze a lungo termine per chi è stato contagiato dal Coronavirus

4. A San Severo si festeggia un boss. Ma in Italia si fanno multe a chi passeggia per strada / 5. Coronavirus, uno studio sierologico rivela: “Un milanese su 20 positivo prima dell’inizio dell’epidemia” / 6.  Coronavirus, il direttore sanitario dello Spallanzani: “Sintomi più lievi, probabile riduzione della virulenza”  

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.