Coronavirus in Italia. Il bollettino: aumentano ancora i nuovi positivi: sono 629, 4 i morti. Veneto, nella notte 84 nuovi positivi: 49 casi a Treviso

Di Niccolò Di Francesco
Pubblicato il 15 Ago. 2020 alle 07:14 Aggiornato il 15 Ago. 2020 alle 18:37
11
Immagine di copertina
Credits: Ansa/Matteo Corner

Coronavirus in Italia, le ultime notizie di oggi

CORONAVIRUS ITALIA ULTIME NOTIZIE – Non sembra frenare la sua corsa l’epidemia di Coronavirus in Italia che finora ha colpito 252.809, provocando 35.234 morti. Sono 14.249, invece, le persone attualmente positive. Qui le ultime notizie sul Covid-19 nel mondo. Di seguito le ultime notizie dall’Italia sul Coronavirus di oggi, sabato 15 agosto 2020, aggiornate in tempo reale.

Ore 18,30 – Allarme giovani: 5 ricoverati in “condizioni severe” in Puglia – Lo conferma il professore Pierluigi Lopalco , capo della task force per l’emergenza virus in Puglia . “I pazienti – spiega – hanno delle polmoniti provocate dal Covid-19 e per questo è stato necessario il ricovero”.

Ore 17.22 – Il bollettino della Protezione Civile – È di 14.406 (+157) persone attualmente positive, 35.392 (+4) morti, 203.640 (+314) guariti, per un totale di 253.438 (+629) casi, il bilancio inerente all’epidemia di Coronavirus in Italia emerso dal consueto bollettino quotidiano diffuso dal ministero della Salute e dalla Protezione Civile. Dei 14.406 attualmente positivi, 764 (-7) sono ricoverati in ospedale con sintomi, 55 (-1) necessitano di terapia intensiva, mentre 13.587 (+165) si trovano in isolamento domiciliare. Nell’ultimo giorno sono stati realizzati 53.123 tamponi a fronte dei 46.723 test effettuati nella giornata di ieri. Qui il bollettino

Al numero dei morti di oggi, 4, vanno aggiunti i 154 che si sono avuti nei mesi di marzo, aprile e maggio in Emilia Romagna e che non erano stati comunicati. La verifica interna effettuata dall’Asl di Parma ha portato a rivedere il conteggio e quindi il numero totale di vittime è da considerare aumentato appunto di 154 rispetto al dato finora comunicato.

Ore 14.50 – Veneto, nella notte 84 nuovi positivi: 49 casi a Treviso –  Cresce l’allarme in Veneto per una serie di nuovi contagi da Coronavirus che si sono registrati nelle ultime ore. Nella notte tra venerdì 14 e sabato 15 agosto, bem 84 persone sono risultate positive al Covid. In particolare è la città di Treviso a far registrare il maggior numero di contagi (49). A seguire ci sono Verona (11), Venezia (7), Vicenza (6), Rovigo (5) e Padova (4). Non è stato registrato nessun caso invece nella provincia di Belluno. Questi i dati complessivi del Veneto: gli attualmente positivi sono 1.560, mentre 121 persone sono ricoverate in ospedale, di cui 4 in terapia intensiva.

Sono 84 i nuovi casi positivi di Covid-19 in Veneto nelle ultime 24 ore. Di questi ben 49 si registrano a Treviso. Gli altri 35 casi sono così suddivisi: 11 a Verona, 7 a Venezia, 6 a Vicenza, 5 a Rovigo, 4 a Padova. Nessun caso a Belluno, mentre tre provengono da fuori dal Veneto. Gli attualmente positivi in Regione salgono a 1.560, per un totale di 21.132 casi da febbraio. In ospedale sono ricoverate 121 persone, di cui 42 positive e 4 in terapia intensiva.

Ore 13.44 – A Brescia l’età media contagi scende sotto i 35 anni – Il Coronavirus nel bresciano colpisce sempre più giovani. L’età media delle persone contagiate dal Sars-Cov-2 nelle ultime settimane si è abbassata velocemente e l’età media dei contagiati, che prima era attorno ai 68 anni, è scesa tra i 35 e i 40. La statistica è determinata da 9 casi di ritorno dalla Croazia: si tratta di ventenni bresciane rientrate positive dopo una vacanza con altri coetanei sull’isola di Pag. Non solo. Ci sono giovanissimi anche nei piccoli focolai familiari diffusi in provincia. Da qui l’appello delle autorità per il rispetto delle norme e del distanziamento.

Ore 12.00 – Toscana: tre ragazzi positivi dopo una seratain discoteca con 700 persone – Ci sono tre nuovi positivi al Covid tra le persone che hanno partecipato alla serata nella discoteca Seven Apples di Marina di Pietrasanta (Lucca) tra l’8 e il 9 agosto. Come riporta Il Tirreno, si tratta di due ragazzi di Prato e uno proveniente da San Miniato. Nella discoteca, quella notte, c’era una ragazza positiva che era rintrata da Mykonos, in Grecia, e che aveva preso parte alla serata senza aspettare l’esito del tampone a cui era stata sottoposta. C’è allarme per eventuali nuovi contagi visto che la discoteca, quella notte, era frequentata da circa 700 persone.

Tre nuovi positivi al coronavirus in Toscana hanno contratto la malattia la notte tra l’8 e il 9 agosto dopo aver frequentato la discoteca Seven Apples di Marina di Pietrasanta. Stando a quanto rivela Il Tirreno si tratta di due giovani pratesi e di uno di San Miniato che evidentemente sono venuti a contatto con una studentessa positiva di rientro da Mykonos, andata a ballare senza attendere l’esito del tampone cui si era sottoposta. Per le autorità sanitarie toscane non ci sarebbero dubbi rispetto al fatto che il loro contagio sia collegato al locale notturno, e lo screening di massa dell’Asl Toscana Centro è solo agli inizi (si parla di oltre 700 persone presenti quella sera, molte delle quali residenti a Firenze, Prato e Pistoia).

Ore 07.00 – Focolaio vicino a Brescia: torna positivo da Londra e contagia nove persone – Focolaio di Coronavirus a Torbole Casaglia, paese in provincia di Brescia. Una persona, tornata da un viaggio da Londra positiva al Covid, ha contagiato altre 9 persone di tre famiglie diverse. Al momento sono circa 12 le persone in isolamento e le autorità sanitarie locali stanno cercando di capire se l contagio possa essere più esteso con la consueta attività di tracciamento. Sempre nel Bresciano, in questi giorni si è registrato un altro focolaio di ritorno: coinvolti 12 ragazzi e ragazze tornati da un viaggio nell’isola di Pag, in Croazia. Otto di loro sono risultati positivi (asintomatici).

Ore 06.30 – Salvini: “L’aperitivo è il problema? E gli sbarchi dei migranti?” – “Ora il problema sono diventati i ragazzi che fanno l’aperitivo a Viareggio, gli anziani che portano a spasso il cagnolino, in spiaggia bisogna stare attenti al vicino d’ombrellone. E intanto a Lampedusa ogni giorno sbarcano centinaia di balordi che nessuno controlla e che vanno in giro a farsi gli affari loro senza rispettare niente e nessuno”. Così Matteo Salvini nella tarda serata di oggi durante un incontro elettorale sulla Passeggiata di Viareggio in vista delle elezioni regionali che si terranno a settembre.

Ore 06.00 –  Calabria: Lega: “Rivedere ordinanza su chiusura discoteche” – “Seppur possiamo comprendere le ragioni che hanno portato all’ordinanza, riteniamo sia necessario rivederla, magari intensificando i controlli, contingentando ulteriormente gli ingressi e facendo più tamponi sia sul territorio ma soprattutto a chi entra nel territorio regionale”. A dirlo, il gruppo della Lega in Consiglio regionale calabrese, con riferimento all’ordinanza con cui la presidente della Regione, Jole Santelli, ha disposto ieri la chiusura delle discoteche in Calabria. “Mettere in ginocchio le attività economiche, in una stagione che era già problematica di suo, non riteniamo sia la scelta più giusta – aggiungono i consiglieri – maggiore sicurezza sì, ma non si possono chiudere attività facendo ricadere gli effetti su imprenditori e dipendenti. Garantire salute ma anche il lavoro, la Calabria ne ha bisogno”.

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: COSA È SUCCESSO IERI

Lombardia: “No isolamento per rientri dall’estero” – “Nessun isolamento fiduciario per chi rientra da Spagna, Croazia, Grecia e Malta”: lo precisa in una nota il governatore della Lombardia Attilio Fontana insieme all’assessore al Welfare Giulio Gallera. Nessuna quarantena dunque ma “l’adozione rigorosa delle misure igienico sanitarie” come l’uso sempre della mascherina e la “limitazione allo stretto necessario degli spostamenti”. “L’introduzione di tali modalità – spiegano i due – deriva dal fatto che la situazione dei contagi in Lombardia è tutt’ora sotto controllo e in considerazione dell’imminente inizio delle attività lavorative per chi rientra dalle vacanze. Resta inteso che in presenza di sintomi è opportuno contattare con urgenza il proprio medico di base”. Una decisione simile era stata adottata anche dall’Emilia-Romagna per coloro che rientrano da Spagna, Grecia e Malta, mentre la quarantena è obbligatoria per chi torna dalla Croazia.

Il bollettino di oggi – È di 14.249 (+168) persone attualmente positive, 35.234 (+3) morti, 203.326 (+403) guariti, per un totale di 252.809 (+574) casi, il bilancio inerente all’epidemia di Coronavirus in Italia emerso dal consueto bollettino quotidiano diffuso dal ministero della Salute e dalla Protezione Civile. Dei 14.249 attualmente positivi, 771 (-15) sono ricoverati in ospedale con sintomi, 56 (+1) necessitano di terapia intensiva, mentre 13.422 (+182) si trovano in isolamento domiciliare. Nell’ultimo giorno sono stati realizzati 46.723 tamponi a fronte dei 51.188 test effettuati nella giornata di ieri. La Regione che registra il maggior incremento dei casi è il Veneto con 127 contagi, seguita dalla Lombardia con 97 nuovi casi e dall’Emilia-Romagna con 57. Il bollettino della Protezione Civile.

Lazio: 45 casi di cui 22 di importazione – Aumentano i casi di Coronavirus nel Lazio. A renderlo noto è l’assessore alla Sanità della regione Lazio D’Amato: “Oggi 45 casi e un decesso. Di questi 22 casi sono di importazione o di riguardano giovani di rientro dalle vacanze: sei i casi di rientro da Malta, cinque da Romania, due casi da Corfù e uno da Grecia, due casi da Ibiza, due casi da Croazia, un caso da Ucraina, un caso da Azerbaigian, un caso da Stati Uniti e un caso da Londra”.

Ordine medici: contagi in crescita, serve responsabilità – “I dati mostrano una ripresa dei contagi con nuovi ingressi in terapia intensiva. Dobbiamo stare attenti, anche in vista della prossima riapertura delle scuole. Dobbiamo essere tutti preparati, prudenti e responsabili. L’obiettivo è quello di evitare un nuovo lockdown”. Lo afferma il presidente della Fnomceo, la Federazione degli Ordine dei Medici, Filippo Anelli.

Lopalco: “Cinque pazienti tra 20 e 30 anni in condizioni critiche in rianimazione” – “Cinque pazienti tra i 20 e i 30 anni sono in condizioni critiche”. A evidenziarlo è Pierluigi Lopalco, capo della task force regionale in Puglia, che chiarisce così come stia scendendo sia l’età dei contagiati sie quella dei ricoverati. Quanto a questi ultimi, come spiega Massimo Antonello del Comitato tecnico scientifico, “i nuovi ricoverati in rianimazione hanno prevalentemente tra i 40 e i 60 anni, mentre nella fase clou dell’epidemia avevano tra i 60 e gli 80 anni”. Ciò è dovuto in primo luogo a un contagio che, a causa della movida estiva, dei viaggi e in generale di minori precauzioni prese, si sta diffondendo soprattutto tra i giovani. “Se si contagiano molti giovani una quota, seppur minima di essi, si ammala gravemente”, spiega ancora Lopalco.

Poche informazioni e turisti confusi, cosa succede a Malpensa

Leggi anche: 1. Covid, cambiano le regole anti-contagio in Lombardia, Lazio e Campania: tutte le novità / 2. La Sicilia prima in Italia per indice di contagio, Orlando: “Pronti a chiudere” / 3. Covid, quel rapporto che accusava l’Italia fu “fatto sparire” da Ranieri Guerra (Oms)

4. Coronavirus, Italia sotto accusa in un rapporto: “Con un piano anti-pandemie aggiornato 10mila morti in meno” / 5. Non cercate scuse: quest’anno, con l’emergenza Covid, le vacanze andavano fatte in Italia (di S. Lucarelli) / 6. Seconda ondata Coronavirus: il piano ministero-Iss contro l’eventuale aumento dei casi in autunno

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI

11
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.