Coronavirus, ultime notizie dal mondo. Vaccino, la Russia annuncia: “Iniziata la produzione”

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 15 Ago. 2020 alle 07:06 Aggiornato il 15 Ago. 2020 alle 10:13
264
Immagine di copertina
Medico in un hub Covid-19 Credits: Ansa

Coronavirus, ultime notizie dal mondo: tutte le news in tempo reale

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE – Sono oltre 20 milioni i casi di Coronavirus accertati finora nel mondo: la pandemia ha provocato oltre 750mila morti. Qui le ultime notizie sul Covid-19 in Italia. Di seguito le ultime notizie dal mondo sul Coronavirus di oggi, sabato 15 agosto 2020, aggiornate in tempo reale.

Ore 10.15 – Vaccino, la Russia annuncia: “Iniziata la produzione” – La Russia “ha iniziato la produzione” del vaccino contro il Covid-19 sviluppato dall’Istituto statale Gamaleya. Lo ha annunciato il servizio stampa del ministero della Salute.

Ore 07.00 –  Francia, la pandemia dilaga: oltre 2.700 casi al giorno – Una delle situazioni più delicate in Europa quanto alla pandemia di Coronavirus è quella della Francia. Il paese transalpino viaggia ormai a un ritmo di circa 2.700 casi al giorno, con una crescita esponenziale di nuovi positivi. Alcuni virologi hanno lanciato l’allarme sul pericolo di seconda ondata. Intanto, la soglia d’allarme, a Parigi si viaggia a una media di 60 casi ogni 100mila abitanti, sopra la soglia di allarme fissata a 50. Come in Italia, l’età media dei contagiati si sta abbassando notevolmente. La stagione estiva sta facendo sì che si creino numerosi assembramenti soprattutto nelle località di mare. Altri Paesi stanno prendendo contromisure: la Tunisia ha chiesto test obbligatorio e quarantena di 7 giorni per chi arriva dalla Francia, e anche il Regno Unito ha disposto analoghe misure di quarantena che, tra l’altro, hanno fatt arrabbire il governo transalpino.

Ore 06.30 – Vaccino: per test, Usa potrebbero inoculare Covid-19 a volontari – In Usa, i ricercatori stanno sviluppando un ceppo del nuovo coronavirus che un giorno potrebbe essere deliberatamente iniettato nei volontari per verificare se i vaccini sperimentali funzionano. Il National Institute of Allergy and Infectious Diseases (NIAID), l’autorevole istituto guidato dal virologo italo-americano Anthony Fauci, ha reso noto di aver “avviato un progetto per creare un ceppo che potrebbe essere utilizzato per sviluppare, se necessario, un modello di contagio sperimentale umana”. Nella normale sperimentazione clinica, ai volontari viene somministrato il vaccino sperimentale o un placebo; e costoro vengono poi seguiti per mesi o anni per vedere se sono protetti o rimangono contaminati dal virus. Ma siccome questo richiede tempo, c’è chi sin dall’inizio della pandemia del Covid-19 ha proposto una via più veloce, già utilizzata per influenza, malaria, febbre tifoide, dengue e colera: iniettare il vaccino sperimentale, e poi il coronavirus per vedere se hanno sviluppato una copertura. Il problema è che, a differenza di altre malattie, i medici sanno ancora poco su come curare i pazienti con Covid-19, il che rende pericolosi questi esperimenti.

Ore 06.00 – Francia: allarme Covid, a Parigi no a raduni con più di 10 – Nel tentativo di arginare il contagio da nuovo coronavirus, ono stati vietati a Parigi i raduni di più di 10 persone: lo ha reso noto la prefettura. Inoltre è stato esteso l’obbligo di indossare le mascherine: già in vigore in molti luoghi della capitale, l’obbligo sarà in vigore da domani, sabato, alle 08:00, a parte degli Champs-Elysées e del quartiere del Louvre.

CORONAVIRUS, ULTIME NOTIZIE: COSA È SUCCESSO IERI

Trump: “Gli anziani in case di cura saranno i primi a ricevere il vaccino” – L’amministrazione Usa sta compilando gli elenchi che stabiliranno le categorie alle quali sarà somministrato il vaccino contro il Coronavirus, una volta approvato. “Probabilmente saranno gli anziani nelle case di cura. Le persone più vulnerabili saranno in cima alla lista”.

Spagna resta ai massimi di fine maggio – La Spagna ha registrato nelle ultime 24 ore altri 2.987 casi di Coronavirus, un dato molto vicino a quello del giorno precedente, ai massimi da fine maggio.

California: 600mila contagi e 11mila morti – La California ormai registra 602.997 casi di Coronavirus e 10.999 morti. Lo rivelano gli ultimi dati forniti dalla Johns Hopkins University.

Spagna: chiuse discoteche, orari ridotti per bar e ristoranti – La Spagna per far fronte all’aumento di casi di Covid-19 ha deciso la chiusura delle discoteche su tutto il territorio nazionale e ha ridotto gli orari di bar e ristoranti, che resteranno aperti fino all’una di notte. Lo ha annunciato il ministro della Salute, Salvador Illa. Introdotto a livello nazionale anche il divieto di fumare all’aperto se non viene rispettata la distanza di un metro.

Filippine, apertura scuole rinviata ad ottobre – Le Filippine hanno rinviato di altre sei settimane l’inizio dell’anno scolastico a causa dell’emergenza coronavirus e si preparano a trasformare le aule in strutture per la quarantena. Le scuole in tutto l’arcipelago sono state chiuse a metà marzo, quando il governo del presidente Rodrigo Duterte ha imposto un blocco di un mese nel tentativo di rallentare il contagio in rapida diffusione. L’anno accademico di solito inizia a giugno ma era stato rinviato al 24 agosto. Ora è stato rinviato al 5 ottobre.

In Francia “segnali preoccupanti non ineluttabili” – “Gli indicatori sono pessimi, i segnali sono preoccupanti e la situazione si sta deteriorando. Ma non c’è nessuna ineluttabilità. Il destino dell’epidemia è nelle nostre mani”. È quanto ha assicurato a Radio France Inter, Jerome Salomon, il direttore generale del ministero della Salute francese.

In Ucraina nuovo record giornaliero, 1.732 contagi – L’Ucraina ha registrato un record di 1.732 casi giornalieri di Covid-19 nelle ultime 24 ore, portando il bilancio totale dei contagi dallo scoppio della pandemia a 87.872. Secondo il Consiglio nazionale incaricato di monitorare la situazione del coronavirus nel Paese, il precedente record di nuovi contagi ed è ieri, quando sono stati segnalati 1.592 casi

Usa: Cassetti, braccio destro di Fauci: “Vaccino non prima del 2021” – “Prima di gennaio sarà dura avere il vaccino, anche se sei aziende hanno già cominciato a produrre le dosi”. A dirlo, in un’intervista al Corriere della Sera, è Cristina Cassetti. Italiana, 51, è il braccio destro del virologo della Casa Bianca Anthony Fauci 51 anni, vice direttrice della Division of Microbiology and Infectious Diseases di Washington, guidata proprio da Fauci. Cassetti, che fa parte del team che coordina i 7 progetti per il vaccino finanziati dal governo Usa, nell’intervista spiega: “Ci vorrà un po’ di tempo. Diciamo da qui alla fine di settembre, almeno. Ma c’è un passaggio importante da tenere presente. I test avranno senso quando saranno condotti su un certo numero di positivi. Altrimenti non sarà possibile verificare l’efficacia del vaccino. […] Nella comunità scientifica americana è ben presente il senso di urgenza. Si stanno seguendo procedure straordinarie, mai viste prima. Ma prima di gennaio avere il vaccino sarà dura. Non sappiamo quanto durerà la copertura del vaccino. Però dovrebbe offrire una copertura più lunga rispetto al vaccino per la normale influenza. Il virus influenzale muta molto rapidamente. I Coronavirus sono più stabili. Quindi possiamo ipotizzare che non sarà necessario un richiamo a breve. La copertura potrebbe durare anche qualche anno”.

Il Regno Unito impone la quarantena per arrivi da Francia e Olanda – Il Regno Unito impone la quarantena anche a chi proviene da Francia e Olanda, a causa del riacutizzarsi dell’epidemia nei due Paesi. “I dati dimostrano che dobbiamo togliere Francia, Olanda, Monaco, Malta, Turchia dalla nostra lista di Corridoi di Viaggio ammessi, per tenere l’infezione sotto controllo”, ha detto il ministro dei Trasporti Grant Shapps. “Se arrivate in Gran Bretagna dopo le 4 di sabato da queste località, dovete stare in auto-isolamento per 14 giorni”. Lo stesso Shapps era stato in quarantena dalla fine di luglio al rientro dalle vacanze in Spagna.

In Brasile superata quota 105mila morti – Il Brasile ha confermato 1.262 nuovi decessi e 60.091 nuove infezioni da coronavirus nelle ultime 24 ore, portando il numero totale di morti a 105.463, in un momento in cui il Paese si prepara a riaprire questo sabato la sua principale attrazione turistica, il Cristo Redentore. Lo ha riferito il Ministero della Salute. Secondo l’ultimo bollettino epidemiologico ufficiale, i casi ammontano ora a 3.224.876 e confermano la diffusione ancora accelerata della pandemia in Brasile, il secondo Paese più colpito al mondo e che ha superato i 100.000 morti la scorsa settimana. Fatto che condivide solo con gli Stati Uniti. Sottolineato inoltre che l’emergere del Covid-19 non mostra ancora segni di tregua nel gigante sudamericano, dal momento che i decessi sono rimasti sopra i mille al giorno dalla fine di maggio e le infezioni continuano ad avanzare. Il ministero della Salute ha inoltre riferito che 2.356.640 persone sono già guarite dalla malattia, pari al 73% del totale infetto, mentre altri 762.773 pazienti sono ancora sotto controllo medico.

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI

Leggi anche: 1. Covid, record di casi in Germania: 1.445 in 24 ore. Chiude una scuola che aveva appena riaperto / 2. Non cercate scuse: quest’anno, con l’emergenza Covid, le vacanze andavano fatte in Italia (di Selvaggia Lucarelli) / 3. Gestione Covid, avvisi di garanzia per Conte e 6 ministri. I pm: “Da archiviare”. Il premier: “Mi assumo la responsabiliità politica” / 4. Coronavirus, Italia sotto accusa in un rapporto: “Con un piano anti-pandemie aggiornato 10mila morti in meno”

264
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.