Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 18:58
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Coronavirus, si aggravano le condizioni di salute dei due turisti cinesi ricoverati allo Spallanzani di Roma

Immagine di copertina

La coppia è attualmente in terapia intensiva, motivo per cui i medici si riservano la prognosi

Coronavirus, Spallanzani: “Aggravate le condizioni dei due turisti cinesi”

Si sono aggravate le condizioni di salute dei due turisti cinesi ricoverati allo Spallanzani di Roma per il Coronavirus: è quanto emerso dal nuovo bollettino medico diffuso dall’istituto.

I due turisti cinesi, ricoverati dallo scorso 29 gennaio, “hanno avuto un aggravamento delle condizioni cliniche a causa di una insufficienza respiratoria, come segnalato nei casi fino ad ora riportati in letteratura. Pertanto è stato necessario un supporto respiratorio in terapia intensiva”.

Tutte le notizie sul Coronavirus

“I pazienti sono monitorati in maniera continuativa e sono sottoposti a tutte le cure, anche farmacologiche del caso, compresi farmaci antivirali sperimentali. Le attuali condizioni cliniche sono quindi compromesse ma stazionarie, per cui i medici che li hanno in cura si riservano la prognosi” conclude la nota dell’ospedale.

I due turisti cinesi sono stati ricoverati lo scorso 29 gennaio dopo aver accusato sintomi influenzali. Solo il giorno seguente, il 30 gennaio, si è avuta la conferma che i due fossero affetti dal Coronavirus.

Le condizioni dei due, definite fino a ieri “stazionarie”, sono evidentemente peggiorate nel corso della notte tra lunedì 3 e martedì 4 febbraio.

La coppia, secondo quanto ricostruito, è arrivata in Italia lo scorso 23 gennaio all’aeroporto di Milano Malpensa. I due, successivamente, si sono spostati a Parma, Verona, Firenze e successivamente Roma, dove hanno alloggiato all’hotel Palatino, situato nel quartiere Esquilino.

Al momento, quelli dei due turisti cinesi, sono gli unici due casi accertati di Coronavirus in Italia.

Leggi anche:

Le donne che ci salvano dal virus, le donne che facciamo a pezzi: l’Italia del 2020 (di G. Gambino)

Coronavirus in Italia, psicosi razzista: “Alla larga dai cinesi!” (di G. Gambino)

Virus Cina: tutto quello che c’è da sapere sul virus cinese ed evitare la psicosi

Spallanzani: l’istituto d’eccellenza che combatte il coronavirus con pochi fondi a disposizione

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 3.099 casi e 44 morti: tasso di positività all'1%
Cronaca / Regeni, commissione d’inchiesta in missione a Cambridge
Cronaca / Covid, oggi 3.525 casi e 50 morti: tasso di positività all'1%
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 3.099 casi e 44 morti: tasso di positività all'1%
Cronaca / Regeni, commissione d’inchiesta in missione a Cambridge
Cronaca / Covid, oggi 3.525 casi e 50 morti: tasso di positività all'1%
Cronaca / 3.797 nuovi casi e 52 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività all'1,4%
Cronaca / Trovato morto Giacomo Sartori, il 29enne scomparso una settimana fa a Milano
Cronaca / A chi esulta per Dell’Utri do una notizia: non è stato assolto dalle condanne precedenti
Cronaca / Rilasciato l’ex presidente catalano Puigdemont: era stato arrestato in Sardegna
Cronaca / È arrivato il numero 2 del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / 4.061 nuovi casi e 63 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività all'1,3%
Cronaca / Draghi all’assemblea di Confindustria: “Il green pass è strumento di libertà, no a nuove tasse”