Covid ultime 24h
casi +8.561
deceduti +420
tamponi +143.116
terapie intensive +21

Valentino Rossi, tutto quello che c’è da sapere sul pilota motociclistico italiano

Di Cristina Migliaccio
Pubblicato il 20 Feb. 2019 alle 07:40 Aggiornato il 7 Mar. 2019 alle 11:06
0
Immagine di copertina

VALENTINO ROSSI CARRIERA – Valentino Rossi, conosciuto con un numero (46) e un soprannome (il dottore), è un pilota motociclistico italiano che, nell’arco della sua carriera, ha ottenuto nove titoli mondiali: cinque tra questi sono stati vinti consecutivamente dal 2001 al 2005.

> QUI TUTTO QUELLO CHE C’È DA SAPERE SULLA MOTOGP 2019

Nove mondiali vinti, 383 gare disputate e 115 vinte, 232 podi ottenuti: Valentino Rossi è l’unico pilota nella storia del Motomondiale ad aver vinto in quattro classi diverse: 125, 250, 500 e MotoGP.

Sapevate che, per via di questa sua grande passione, Valentino Rossi ha costruito il Ranch La Biscia, un piccolo circuito ovale dove solitamente si allena e intrattiene amici e parenti con le moto da cross? Oppure, sapevate – a proposito del Ranch – che il pilota ha fondato la VR46 Riders Academy, un progetto che vuole promuovere la formazione e la crescita dei giovani piloti italiani? O, che nel 2019 il pilota compie 40 anni?

LEGGI ANCHE: I 40 anni di Valentino Rossi, ecco il suo regalo

Scopriamo tutti i dettagli della carriera di Valentino Rossi.

Valentino Rossi carriera | Vita privata

Suo papà, Graziano Rossi, è stato un pilota motociclistico a sua volta (tra gli anni ’70 e ’80), per cui il destino di Valentino sembrava essere già segnato. Nato a Urbino il 16 febbraio 1979, il giovane pilota si è poi trasferito con la famiglia a Tavullia.

Il numero 46 lo ha seguito sin da piccolo: è lo stesso numero che ha utilizzato in precedenza suo padre nel Motomondiale e rappresentava anche un pilota giapponese di cui Valentino era appassionato. Avrebbe potuto indossare il numero uno, una volta diventato Campione mondiale in carica, ma ha continuato a esibire con orgoglio il suo 46.

In seguito al divorzio dei genitori, Valentino ha avuto altri due fratelli: Luca Marini, a sua volta pilota di moto, da parte di madre e Clara Rossi da parte di padre (entrambi del 1997).

Dopo Linda Morselli, la modella con cui il celebre pilota motociclistico è stato per ben quattro anni, Valentino Rossi è impegnato sentimentalmente con la modella Francesca Sofia Novello.

LEGGI ANCHE: Tutto quello che c’è da sapere sulla fidanzata di Valentino Rossi

Valentino Rossi | Carriera | Gli inizi

L’esordio di Valentino Rossi nel Motomondiale è avvenuto nel 1996 (a 19 anni), nella classe 125. Il primo successo – e la prima pole position – l’ha visto in sella all’Aprilia al Gran Premio di Brno, in Repubblica Ceca. Al termine della stagione, Valentino Rossi si è classificato nono in graduatoria con 111 punti.

Entrato ufficialmente nel team ufficiale dell’Aprilia, Valentino Rossi nel 1997 ha vinto undici Gran Premi e si è aggiudicato per la prima volta il titolo di campione al Mondiale.

Nel 1998 è saltato nella classe 250 e ha trascorso il primo anno nel team Nastro Azzurro, concludendo la stagione classificandosi secondo con 201 punti e ottenendo cinque vittorie.

Nel 1999 è stato unico pilota del team Aprilia Grand Prix Racing e si è laureato campione del mondo della 250 con 309 punti.

Nel 2000 è passato alla classe 500 e a Honda. Per quella stagione, ha vinto due GP ed è stato vicecampione del mondo con 209 punti. Nel 2001, prima di passare a MotoGP, ha ottenuto undici vittorie e quattro pole position, nonché terzo titolo di campione mondiale.

LEGGI ANCHE: Valentino Rossi e i suoi 40 anni: “Mi piacerebbe continuare a correre per tanto tempo. Non sarà così”

Passato ufficialmente alla nuova classe MotoGP nel 2002, ha ottenuto 11 vittorie e 335 punti che l’hanno portato nuovamente al titolo di campione per la quarta volta.

Stessa cosa succede nel 2003, con il quinto titolo portato a casa grazie a 357 punti e nove vittorie nei singoli Gran Premi.

Il 2004 ha segnato un altro grande passaggio nella sua carriera: Valentino ha lasciato la Honda per firmare un nuovo contratto con la Yamaha, un accorto di 12 milioni di euro l’anno. Da una conquista poi ne è arrivata un’altra: è campione per la quinta volta.

Nel 2005, Valentino Rossi è inarrestabile e ha ottenuto il suo settimo titolo Mondiale con 367 punti.

Valentino Rossi | Carriera | La concorrenza

Il 2005 è stato l’anno del picco poiché, in seguito, il numero 46 ha subito una forte rallentata. Nel 2006 si è classificato secondo, nel 2007 terzo.

Nel 2008, Valentino Rossi – nonostante il subentro di Jorge Lorenzo a Colin Edwards – ha ottenuto l’ottavo titolo di campione.

Nel 2009, Valentino ha poi celebrato la sua 100esima vittoria in carriera, unita al nono titolo di campione. Nel 2010 si è fratturato tibia e perone durante le prove del Gran Premio d’Italia, ma è rientrato un mese dopo giusto in tempo per chiudere la stagione con un terzo posto.

Nel 2011, l’abbiamo visto in sella alla sua Ducati. È seguito un biennio senza vittoria alcuna e, anzi, il numero 46 è rimasto anche coinvolto nell’incidente di Sepang, insieme a Colin Edwards, un terribile momento per la MotoGP poiché ha segnato la scomparsa del giovane Marco Simoncelli.

LEGGI ANCHE:

Il 2013 è l’anno in cui Valentino è tornato a Yamaha e ha terminato la stagione classificandosi quarto. Nella gara d’esordio del 2014 è giunto secondo in Qatar, dietro al campione del mondo Márquez.

Nel 2015, Rossi e Lorenzo hanno combattuto fino alla fine per ottenere la vittoria e Valentino, al termine della stagione, si è dovuto accontentare del secondo posto.

Nel 2016, durante il primo Gran Premio in Qatar, è arrivato quarto, alle spalle di Lorenzo, Dovizioso e Márquez e ha concluso la stagione con 249 punti.

Nel 2017 invece si è posizionato quinto nel campionato, nel 2018 ha totalizzato 198 punti classificandosi terzo.

LEGGI ANCHE: Il calendario della Moto Gp per la stagione 2019

Valentino Rossi carriera | Instagram

Il pilota di Urbino è seguitissimo sui social: qui trovate il suo account Instagram con più di 6 milioni di follower; qui quello Twitter e qui quello Facebook. Inoltre, Valentino Rossi ha un sito web che potete consultare qui.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.