Coronavirus:
positivi 83.049
deceduti 13.915
guariti 18.278

Maria Sharapova annuncia il ritiro: “Perdonami tennis, ti dico addio”

Di Carmelo Leo
Pubblicato il 26 Feb. 2020 alle 16:06
50
Immagine di copertina
Maria Sharapova (Credits: AFP7 via ZUMA Wire)

Maria Sharapova dice addio al tennis: l’annuncio ufficiale del ritiro

È stata per anni l’atleta più iconica del tennis: ma oggi, mercoledì 26 febbraio 2020, a “soli” 32 anni Maria Sharapova ha annunciato il suo ritiro. Lo ha fatto con una lunga lettera aperta, pubblicata su Vogue e su Vanity Fair, e con un commovente post sui suoi social network.

“Come fai – ha scritto Masha – a lasciarti alle spalle l’unica vita che tu abbia mai conosciuto? Come ti allontani dai campi su cui ti sei allenata da quando eri una bambina, dal gioco che ami, che ti ha portato dolori e felicità incredibili, da uno sport in cui hai trovato una famiglia, insieme ai tifosi che ti seguono da sempre per oltre 28 anni? Per favore, perdonami. Tennis, ti sto dicendo addio”.

Alla base della sua decisione, arrivata a un’età in cui ogni tennista ha ancora almeno un paio d’anni ancora per poter giocare ad alti livelli, i soliti problemi alla spalla. Gli stessi che, dopo il ritorno dai 15 mesi di squalifica per doping rimediati nel 2016 per la sua positività al Meldonium, non le hanno permesso di tornare ai suoi soliti livelli. Livelli con cui ha scritto la storia del tennis femminile, raggiungendo la vetta del ranking Wta, vincendo Wimbledon quando aveva ancora 17 anni e altri 4 tornei del Grande Slam negli anni successivi.

Nelle ultime settimane, la tennista russa era scivolata fino al 373esimo posto nel ranking. L’ultima partita giocata in carriera da Maria Sharapova resterà dunque la sconfitta rimediata agli ultimi Australian Open contro Donna Vekic.

Durante la mia carriera – recita un altro passo importante della lettera di addio al tennis di Masha – ne vale la pena? non è mai stata nemmeno una domanda. Alla fine, lo è sempre stata. La mia forza mentale è sempre stata la mia arma più forte. Mentre mi avventuro nel prossimo capitolo della mia vita, voglio che chiunque sogna di eccellere in qualsiasi cosa sappia che il dubbio e il giudizio sono inevitabili: fallirai centinaia di volte e il mondo ti guarderà. Accettalo. Credi in te stesso. Prometto che ce la farai”.

La carriera di Maria Sharapova

Il fiore all’occhiello della carriera di Maria Sharapova, classe 1987, è come già anticipato la vittoria di Wimbledon a soli 17 anni, nel 2004. Nella storia del tennis femminile, solo Martina Hingis è riuscita a fare di meglio, a 16 anni.

Un anno dopo, nel 2005, Maria Sharapova era già prima nel ranking WTA: ci rimase per un totale di 21 settimane. Negli successivi sono arrivati i successi agli Us Open 2006, Australian Open 2008, Roland Garros 2012 e 2014. In totale, i tornei vinti da Masha sono stati 36. Tra questi, ci sono anche tre vittorie agli Internazionali di Roma, le WTA Finals del 2004 e l’argento alle Olimpiadi di Londra 2012.

Negli ultimi anni, poi, il declino: dapprima a causa della squalifica per doping per la positività al Meldonium, poi per i continui tormenti fisici che non le hanno permesso di giocare con serenità. Come spiegato bene anche nella sua ultima lettera. Quella che la proietta nel futuro: “In qualunque cosa potrei scegliere per il mio prossimo capitolo, la mia prossima montagna, continuerò a spingere. Continuerò ad arrampicarmi. Continuerò a crescere”.

Leggi anche:

L’allenamento estremo di Maria Sharapova per tornare a giocare | VIDEO

Tennis, Francesca Schiavone rivela: “Ho avuto un tumore maligno, ho vinto la battaglia” | VIDEO

Perché a Wimbledon i giocatori devono vestire solo di bianco

50
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.