Covid ultime 24h
casi +28.352
deceduti +827
tamponi +222.803
terapie intensive -64

Chi sono i Watt, la band finalista del Festival di Castrocaro 2020

Di Antonio Scali
Pubblicato il 27 Ago. 2020 alle 18:14
0
Immagine di copertina

Chi sono i Watt, la band finalista del Festival di Castrocaro 2020

WATT CASTROCARO 2020 – I Watt sono un gruppo formato da Luca Corbani (basso e voce), Luca Vitariello (chitarra), Matteo Rampoldi (batteria) e Greta Rampoldi (voce). Quattro ragazzi giovanissimi che con il loro talento sono giunti alla finale del Festival di Castrocaro 2020, la popolare kermesse dedicata ai giovani talenti della musica italiana, giunta alla sua 63esima edizione. La finale, in programma stasera, 27 agosto, dalle 21.20 su Rai 2 con la conduzione di Stefano De Martino, decreterà il vincitore. Ma chi sono i Watt? Scopriamolo insieme.

Tutto quello che c’è da sapere sul Festival

Watt, chi sono la band finalista di Castrocaro 2020

Il gruppo Watt è nato a Milano nel 2013  ed è composto da Luca Corbani (basso e voce), Luca Vitariello (chitarra) e Matteo Rampoldi (batteria), a cui successivamente si è aggiunta come cantante Greta Rampoldi, sorella minore di Matteo. Sono tutti nati tra il 1999 e il 2000, tranne Greta che è del 2004. All’inizio, il gruppo inizia a suonare cover di brani rock degli anni Novanta. Si esibiscono in diversi locali grazie ad un repertorio molto vasto, spaziando dai System of a down a linee più melodiche fino al folk rock dei Modena City Ramblers.

I loro primi inediti escono nel 2014. L’anno seguente partecipano al concorso “Emergenza” tenendo un concerto al Legend club di Milano: riescono a vincere nonostante siano i più giovani in gara. Iniziano così a farsi conoscere in tutta la Lombardia e all’MC Harmony di Bergamo registrano il loro primo EP. I Watt sono già riusciti a esibirsi in palcoscenici di primo piano come San Siro o l’Alcatraz.

In un’intervista a TuttoRock hanno raccontato come è nata la loro band: “Vita e Luca andavano addirittura all’asilo assieme. Frequentando lo stesso oratorio di quartiere, hanno conosciuto Matteo e ovviamente la passione per la musica in comune ci ha uniti. Sempre all’oratorio abbiamo fatto i primi concerti come trio e solo dopo, dopo continue (e stressanti) richieste di Greta, sorella di Matteo, è entrata nel gruppo”.

Da dove deriva il nome Watt? “Un giorno, quando eravamo ancora un trio senza nome, mentre aspettavamo la metro stavamo elencando nomi assolutamente a caso, fino a quando guardando le rotaie abbiamo pensato ai Watt, unità di misura della potenza, che era la parola chiave dei nostri show e della nostra musica”, racconta la band. Nel 2020 una nuova opportunità con il Festival di Castrocaro, di cui sono uno dei finalisti. A giudicare il talento dei Watt sarà una giuria composta da Bugo, Riccardo Zanotti dei Pinguini Tattici Nucleari, Taketo Gohara e Maria Antonietta.

Festival di Castrocaro 2020, i finalisti

Chi sono i finalisti del Festival di Castrocaro? Ecco l’elenco dettagliato per quest’edizione 2020:

  • Niccolò Dainelli, detto Daino
  • Federico Castello in arte Fellow
  • Jacopo Ottonello detto Jacopo
  • Laura Fantauzzo in arte Laura
  • Le Radici
  • Nadia D’Aguanno
  • Stefano Farinetti in arte Neno
  • Watt

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.