Covid ultime 24h
casi +31.084
deceduti +199
tamponi +215.085
terapie intensive +95

Sanremo 2020, Fiorello e Tiziano Ferro: è polemica. Cosa è successo

Di Anton Filippo Ferrari
Pubblicato il 7 Feb. 2020 alle 20:03 Aggiornato il 8 Feb. 2020 alle 19:50
28
Immagine di copertina

Sanremo 2020, Fiorello e Tiziano Ferro: la polemica. Cosa è successo?

Polemica tra Fiorello e Tiziano Ferro a Sanremo 2020. I due “ospiti fissi” della 70esima edizione del Festival, condotto da Amadeus, tra la seconda e la terza serata sono andati allo scontro prima privatamente poi pubblicamente con lo showman siciliano che ha rilasciato alcune dichiarazioni alla nostra Selvaggia Lucarelli: “Sono stato male per gli insulti, Tiziano mi ha scatenato contro l’odio”. Ma cosa è successo? Qual è stato il motivo dell’attrito tra le due star? In questo articolo abbiamo riavvolto il nastro, ricostruito tutta la vicenda punto per punto.

TUTTE LE NOTIZIE SU SANREMO

La nostra Selvaggia Lucarelli risponde a Fiorello

“Fiorello, oggi, sabato 8 febbraio, durante la conferenza stampa del festival, ha detto che ieri, tutto quello che mi ha riferito sulla sua lite con Tiziano Ferro e uscito su TPInon era un’intervista ma “una telefonata privata”. Che lui non immaginava di vedere pubblicate le sue parole. Del resto, che di questi tempi, in Italia, un giornalista possa fare il suo lavoro con serietà, è un’idea piuttosto ardita, me ne rendo conto”. Così Selvaggia Lucarelli risponde su TPI a Fiorello circa la polemica scoppiata sull’intervista pubblicata ieri dal nostro giornale.

“Non frequento Fiorello, non siamo amici, ci siamo sentiti al telefono una sola volta cinque anni fa”, aggiunge Lucarelli.

“Dunque mi tocca chiarire bene come stanno le cose”. (Qui l’articolo completo di Selvaggia Lucarelli)

La “battuta” di Tiziano Ferro in diretta

Durante la seconda serata del Festival di Sanremo, finita quasi alle due di notte, il cantante è stato chiamato sul palco dell’Ariston intorno all’una per eseguire un medley di alcuni suoi grandi successi. Una volta terminata l’esibizione il cantante di Latina, in maniera ironica, ma anche con un filo di polemica, si è rivolto ad Amadeus dicendo: “Ama è l’una, volemo fa’ qualcosa domani? Hashtag #fiorellostattezitto”.

Immediatamente i social si sono riempiti di post con l’hashtag #fiorellostettezitto. Molti contenenti insulti verso Fiorello, da sempre molto attento al mondo dei social. Parole che hanno ferito Fiore al punto di offendersi per il gesto del collega “ospite fisso”.

LA FRASE DI TIZIANO FERRO | VIDEO

L’intervento di Amadeus

Ieri (6 febbraio 2020) mattina Amadeus ha difeso il suo amico Fiorello rispondendo con un altro hashtag #Fiorelloparlaquantovuoi e precisando: “Tra Fiorello e Tiziano Ferro c’è un fantastico rapporto. Nessuna polemica. Vorrei difendere il senso di amicizia, di rispetto e di famiglia che c’è in questo festival. È stata una battuta infelice ma non c’è nessun problema tra i due. Fiorello è in perfetta forma, ieri sera mi è mancato molto. Tiziano è splendido e si è anche scusato con Fiorello. Tutto continua con il clima che c’era prima”.

Il biglietto di scuse di Tiziano Ferro

Sempre ieri, ma poco prima della terza serata del Festival a cui Fiorello non ha (come da programma) preso parte, è poi arrivato un messaggio di scuse da parte di Tiziano Ferro tramite Instagram dove ha postato una foto di un biglietto scritto a mano: “Ciao Fiorello, ti chiedo scusa se ti ho provocato un dispiacere. Sono lo stesso che a dicembre – nel tuo programma – si prendeva in giro cantando con te le parole di “Me lo prendi papà” su una mia canzone. E in quello spirito ho pensato fosse normale scherzare con te che sei il re dei comici. Sono rammaricato, torno a fare il cantante. Scusa la scrittura, ma in corsivo faccio pure più schifo”.

tiziano ferro biglietto fiorello
La storia Instagram di Tiziano Ferro

Le parole di Fiorello alla nostra Selvaggia Lucarelli

Scuse accettate? Non proprio viste le parole di Fiorello alla nostra Selvaggia Lucarelli: “Non è giusto darmi del permaloso come se mi fossi arrabbiato per nulla, accetto le critiche, accetto che si dica che non faccio ridere, qualunque cosa, ma Tiziano Ferro ha fatto una cosa che non si fa”, le sue parole.

“Tiziano Ferro un po’ di tempo fa ha detto in tv che le parole hanno un peso (a Che tempo che fa, a novembre), ed è vero. Dopo che ha lanciato sul palco l’hashtag #fiorellostattezitto, ho ricevuto insulti tremendi per 24 ore – ha proseguito Fiorello -. Tu lanci un hashtag dal palco di Sanremo e sai cosa scateni, come se poi fosse colpa mia se ci sono 50.000 ospiti e si fa tardi la sera. Noi parliamo tanto di cyberbullismo e non valutiamo le conseguenze? C’è un vigile che si è suicidato in questi giorni per gli attacchi sul web. Tiziano ha lanciato una campagna d’odio nei miei confronti, questo devi dirlo, non puoi ignorarlo”.

fiorello tiziano ferro

L’INTERVISTA COMPLETA

Pace fatta?

Nel tardo pomeriggio di oggi, 7 febbraio 2020, a poche ore dall’inizio della quarta serata del Festival in cui saranno presenti entrambi, Fiorello e Tiziano Ferro hanno postato sui social una foto insieme con l’hashtag #efatevelanarisata.

fiorello tiziano ferro pace

Pace fatta? Probabilmente sì. Almeno via social. Chissà se la faranno anche sul palco dell’Ariston in diretta tv…

Il duetto e il bacio in diretta tv

Durante la quarta serata del Festival, Fiorello e Tiziano Ferro si sono esibiti insieme in un duetto sulle note di Finalmente tu. I due si sono abbracciati e, tra una battuta e l’altra, si sono scherzosamente scambiati un bacio sulle labbra. “Nel ’96 alla mia prima gara di karaoke a Latina mi piazzai al terzo posto con Finalmente tu, un pezzo di Fiorello, e vinsi un’autoradio che oltre alla cassetta aveva il display digitale”, ha raccontato Ferro. Di qui l’idea di cantarla insieme: “Avevo il sogno di fare questa cosa a Sanremo da prima che iniziasse il festival”, dice Fiorello.

fiorello tiziano ferro

TUTTE LE NOTIZIE SU SANREMO

28
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.