Covid ultime 24h
casi +15.199
deceduti +127
tamponi +177.848
terapie intensive +56

Game of Thrones, la confessione shock di Sophie Turner: “Ero depressa. Ho pensato spesso al suicidio”

Di Cristina Migliaccio
Pubblicato il 17 Apr. 2019 alle 13:02
0
Immagine di copertina

Talvolta la fama ha un prezzo troppo alto da pagare e questo lo sa bene Sophie Turner. La star che interpreta Sansa Stark in Game of Thrones ha ricevuto delle critiche molto dure che le hanno causato una profonda depressione.

A 15 anni, Sophie si cavala per la prima volta nelle vesti della giovane Stark e il passaggio dall’adolescenza all’età adulta è avvenuto davanti alle telecamere insieme al suo stesso personaggio. La reazione sui social, molto spietata, non è stata d’aiuto in questa fase delicata.

Molte critiche si sono soffermate sulla sua forma fisica, ma non solo.

“Dicevo: ‘Sì, ho l’acne, sono grassa e sono un’attrice tremenda’. Ci credevo assolutamente. Dicevo alle costumiste di stringere il più possibile il mio corsetto. Ero davvero, davvero a disagio”, ha dichiarato l’attrice durante la trasmissione radiofonica Phil in the Blanks.

L’insicurezza molto presto è sfociata in depressione. “Non avevo voglia di fare nulla, né di uscire. Neppure con i miei migliori amici. Non volevo vederli. Non volevo né uscire, né mangiare con loro. Volevo solo piangere, piangere e piangere”.

Game of Thrones finalmente di ritorno con la prima puntata della stagione 8: ecco che cosa è successo

A 17 anni, Sophie Turner è dovuta andare in terapia. Ad oggi, l’attrice può contare sul supporto di amici e parenti, soprattutto del fidanzato Joe Jonas. “Non credo di amarmi ancora del tutto, ma adesso sto con qualcuno che mi sta facendo capire che ho delle qualità a me invisibili. Quando qualcuno ti dice ogni giorno che ti ama, cominci a pensarci sul serio e inizi a volerti un po’ più bene. Per cui, sì, mi voglio bene”.

In un momento di fragilità, Sophie Turner ha ammesso di aver pensato spesso al suicidio. “Non ero davvero depressa quando ero più giovane, ma pensavo spesso al suicidio. Non so perché. Forse era solo una forma di strana fascinazione, ma sì, ci ho pensato. Però non credo che l’avrei fatto”.

Ad oggi che Game of Thrones è giunto alla sua ultima stagione dopo otto anni, Sophie Turner ha un grande obiettivo: “Per me, la sfida più grande è alzarmi dal letto e uscire di casa. Imparare ad amare me stessa”.

Di sotto, il podcast completo con l’intervista all’attrice, che si è dimostrata una guerriera nella finzione e nella realtà.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.