Nadia Toffa, il racconto di Frank Matano: “Quella volta che mi ha aiutato alle tre di notte”

Lo youtuber ed ex Iena in lacrime racconta un episodio personale vissuto con Nadia Toffa

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 17 Ago. 2019 alle 17:06
0
Immagine di copertina
Nadia Toffa e Frank Matano

Sono tantissimi i messaggi e i ricordi condivisi dopo la scomparsa di Nadia Toffa, tra i più toccanti e personali emerge quello del collega e amico Frank Matano.

Nadia Toffa che balla al tramonto: l’ultimo saluto delle Iene | VIDEO

Frank Matano, 29 anni, nasce come youtuber. Diventato famoso per gli scherzi telefonici con il nickname “lamentecontorta” su YouTube, debutta poi come attore comico per poi entrare a far parte della redazione de Le Iene. Ed è proprio lì che incontra Nadia Toffa.

Funerali Nadia Toffa, il ricordo di amici e colleghi. Enrico Lucci: “Un esempio per i giovani per il suo senso di giustizia”

“Ci vedevamo in redazione tutti i giorni e nella quotidianità era ancora meglio di come l’ha conosciuta il pubblico attraverso i suoi servizi. Era simpaticissima, un uragano. Ma anche acuta e intelligente. Abbiamo fatto una vacanza insieme in Puglia, con lei non si aveva mai un punto di vista qualunque sulle cose che accadevano”, racconta Matano in un’intervista al Messaggero.

Tra i due nasce anche un rapporto di amicizia. Frank Matano racconta commosso un episodio molto personale che ha condiviso con Nadia.

“Una notte ero da solo a Milano, mi sono sentito male, l’ho chiamata e lei è corsa da me senza che ci fosse bisogno di troppe spiegazioni. Ero in difficoltà, avevo la testa piena di pensieri. Lei mi ha preso, mi ha portato fuori e mi ha fatto fare il giro del quartiere fino a che non mi si sono schiarite le idee. E il fatto che fossero le tre di notte vale doppio”.

“Nadia mi ha insegnato tanto. La disciplina sul lavoro, l’ottimismo nella vita, l’impegno. Era una ragazza che si spendeva per tutti. Voglio trarre il meglio da questi insegnamenti, vorrei essere come lei”, racconta l’ex Iena.

E sul lavoro, Matano descrive Nadia Toffa come una grande inviata: “Ogni servizio a cui lavorava per lei era sempre il migliore. Ricominciava ogni volta da capo con la stessa dedizione. Metteva forza e grandi capacità nel giornalismo”.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.