Frances McDormand, tutto quello che c’è da sapere sull’attrice ospite agli Oscar 2019

Di Cristina Migliaccio
Pubblicato il 19 Feb. 2019 alle 07:00 Aggiornato il 27 Feb. 2019 alle 16:01
0
Immagine di copertina

FRANCES MCDORMAND CARRIERA – Vincitrice di due Premi Oscar, Frances McDormand è l’attrice statunitense attesa come ospite sul palco del Dolby Theatre in occasione della novantunesima cerimonia degli Oscar.

Cosa sappiamo di quest’attrice? Che, ad esempio, ha vinto due premi Oscar di cui l’ultimo proprio nel 2018, come attrice protagonista di “Tre manifesti a Ebbing, Missouri”? O che ha recitato in ben sette pellicole dirette da suo marito?

LEGGI ANCHE: Tutto quello che c’è da sapere sugli Oscar 2019

Vediamo insieme qualche dettaglio in più tra la sua vita pubblica e privata.

Frances McDormand carriera | Vita privata

Il suo nome di battesimo è Cynthia Ann Smith, ma l’attrice è stata adottata a un anno e mezzo e ha preso il nome di Frances Louise McDormand.

Nata a Gibson City il 23 giugno 1957 ma di origini canadesi, la McDormand è felicemente sposata – dal 1984 – con il regista e scrittore Joel Coen. A favorire il loro amore è stato il set di “Blood Simple – Sangue facile”, film diretto dallo stesso Coen.

Dieci anni dopo aver pronunciato il fatidico sì, gli sposi hanno adottato un bambino, Pedro McDormand Coen.

Frances McDormand carriera | Filmografia

Durante la sua carriera, Frances McDormand è stata candidata 5 volte agli Oscar e due volte ha vinto: la prima nel 1997 per “Fargo”, la seconda nel 2018 per “Tre manifesti a Ebbing, Missouri”.

Sette candidature ai Golden Globes e due vittorie portate a casa: una nel 1994 per “America oggi”, la seconda nel 2018 per lo stesso film per cui si è aggiudicata l’Oscar.

Il suo debutto al cinema è stato nel film che l’ha poi condotta verso l’amore: “Blood Simple – Sangue facile”, diretto da quello che oggi è suo marito Joe Coen e suo fratello Ethan.

Con suo marito come regista, ha recitato anche in “Arizona Junior” nel 1987, “Crocevia della morte” nel 1990, “L’uomo che non c’era” nel 2001, “Burn after reading – A prova di spia” nel 2008 e “Ave, Cesare!” nel 2016.

Tra le sue altre interpretazioni, possiamo ricordare al cinema “This Must Be the Place” di Paolo Sorrentino, “Trasformers 3”, “Schegge da paura” e “La voce degli angeli”.

Frances McDormand ha coltivato molto il teatro, sin dalla sua iscrizione a Yale, ed è diventata membro della compagnia di teatro sperimentale “The Wooster Group”.

LEGGI ANCHE: Ecco tutti gli ospiti degli Oscar 2019

Agli Oscar, è stata candidata per “Mississipi Burning” nel 1989, per “Fargo” nel 1997 (vinto per la categoria di miglior attrice protagonista) sempre diretto da suo marito, “Quasi famosi” nel 2001, “North Country – Storia di Josey” nel 2006 e infine nel 2018 per “Tre manifesti a Ebbing, Missouri” (vinto).

Inoltre, la McDormand ha prestato la sua voce come doppiatrice per film d’animazione quali “Madagascar 3”, “Il viaggio di Arlo” e “L’isola dei cani”.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.