Covid ultime 24h
casi +13.114
deceduti +246
tamponi +170.633
terapie intensive +58

Taglio dei parlamentari, raggiunto il numero di firme per il referendum

Di Veronica Di Benedetto Montaccini
Pubblicato il 10 Gen. 2020 alle 15:32
105
Immagine di copertina
Parlamento Credit: Ansa

Taglio dei parlamentari referendum: raggiunto il numero di firme

Raggiunto e superato il numero minimo di 64 firme di senatori per presentare il quesito del referendum contro il taglio dei parlamentari. Lo si apprende da fonti parlamentari, secondo cui, nelle ultime ore, sarebbe arrivato un sostanzioso appoggio da parte di senatori leghisti che avrebbe consentito di raggiungere il traguardo dopo che 4 senatori di Fi si erano tirati indietro. La Lega aveva votato in Parlamento a favore della riforma.

Il fallimento dei Radicali

La raccolta firme del Partito Radicale per il referendum contro il taglio dei parlamentari si è rivelata un flop, ma ci hanno pensato i leghisti a resuscitare quella dei senatori. Quando ormai sembrava che l’operazione di chi vuole salvare le poltrone di Camera e Senato fosse destinata a fallire, è arrivato l’intervento dei parlamentari del Carroccio.

Da una parte infatti i radicali hanno annunciato di aver raccolto solo 669 firme sulle 500mila necessarie, ma dall’altra l’iniziativa dei senatori ha raggiunto il quorum superando la soglia dei 64 e lo ha fatto, spiegano, grazie all’apporto dei leghisti: “Al momento siamo a quota 71”, hanno dichiarato all’agenzia Adnkronos.

M5s: “C’è l’aiutino della Lega, incollati alla poltrona”

Fonti M5s sottolineano che, nella raccolta delle firme per il referendum, “non hanno resistito alla voglia di tenersi strette le poltrone e a quanto pare è arrivato ‘l’aiutino’ della Lega” E chiariscono: “Non vediamo l’ora di dare il via alla campagna referendaria per spiegare ai cittadini che ci sono parlamentari che vorrebbero bloccare questo taglio, fermando così il risparmio di circa 300mila euro al giorno per gli italiani che produrrebbe l’eliminazione di 345 poltrone”.

Taglio dei parlamentari, i prossimi step

Con la riforma il numero dei parlamentari si riduce di circa un terzo, passando dagli attuali 945 a 600. Ii deputati scendono da 630 a 400 e i senatori calano invece da 315 a 200. Si riducono del 36,5 per cento i componenti elettivi di Camera e Senato con 230 deputati e 115 senatori in meno.

La proposta di legge costituzionale approvata dal Parlamento chiede la modifica modificati gli articoli 56 e 57 della Costituzione che determinano il numero di deputati e senatori.

Messaggio politico elettorale. Committente: Tobia Zevi

Nel pomeriggio è atteso il deposito in Cassazione. Mentre il 12 gennaio è l’ultima data utile per la consegna delle firme.

Leggi anche:

Taglio dei parlamentari, cosa prevede la riforma e cosa cambia

Tagliare i parlamentari non serve a niente. Anzi, peggiora le cose: ecco perché (di Luca Telese)

Le tre grandi bugie a favore del taglio dei parlamentari (di Lorenzo Tosa)

La sottosegretaria Malpezzi a TPI: “Il voto Pd rispecchia accordi complessivi”

Stumpo (Leu) a TPI: “Il taglio dei parlamentari non basta, più servizi ai cittadini”

Bonino a TPI: “Il taglio dei parlamentari è una proposta demagogica”

Il rischio scissione nel M5S contro Di Maio

105
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.