Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 06:18
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Taglio dei parlamentari, è rischio scissione nel M5S contro Di Maio

Immagine di copertina

Un gruppo di ribelli pentastellati alla Camera disponibile a sfilarsi

Taglio dei parlamentari, rischio scissione nel M5S

Nel giorno decisivo per l’approvazione della legge costituzionale per il taglio dei parlamentari c’è un rischio scissione nel M5S contro Luigi Di Maio. Circa 25 pentastellati alla Camera dei Deputati sarebbero pronti a sfilarsi manifestando dissenso rispetto alla linea imposta dal capo politico. A raccontarlo dalla prima pagina è oggi il quotidiano La Stampa.

Il testo arrivato a Montecitorio per l’ultimo passaggio taglia 345 parlamentari e riduce da 630 a 400 il numero dei deputati e da 315 a 200 quello dei senatori. I dissidenti meditano di affossare la legge.

Del malumore interno al Movimento 5 Stelle sarebbero già stati messi al corrente già Francesco Silvestri, candidato al ruolo di capogruppo, Di Maio, e sarebbe stato informato anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

La Stampa spiega che il numero del ribelli potrebbe aumentare a trenta e le loro mosse sono la premessa di una scissione imminente. Mentre il centrodestra resta a guardare.

Per il via libera al taglio dei parlamentari serve la maggioranza assoluta dei voti dell’assemblea e a Montecitorio l’asticella è fissata a quota 316, la metà più uno dei 630 onorevoli. Sulla carta sono favorevoli alla legge anche Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia ma Matteo Salvini avrebbe dato ordine ai suoi di verificare quanto accade nella maggioranza giallorossa, se esiste ancora l’autosufficienza di Pd e M5S.

Il premier Giuseppe Conte alla Camera un mese fa ha ottenuto la fiducia con 343 sì e qualche assenza studiata nel Partito Democratico e le fratture nel M5S potrebbero creare problemi. La Stampa spiega che molto dipenderà anche da eventuali aperte manifestazioni di dissenso. Se i numeri non reggeranno la legge verrebbe affossata, ma anche se dovesse passare con il voto contrario di membri del Movimento, ci sarebbe una conferma della rivolta contro Di Maio.

Tra i ribelli ci sarebbe un gruppo di 15 deputati che si terrebbe pronto per la scissione, da concretizzare nelle prossime settimane. Tra i punti del loro programma ci sarebbe la legge proporzionale e una reale democrazia interna. Sarebbero pronti a un gruppo parlamentare autonomo.

Taglio parlamentari, la sottosegretaria Simona Malpezzi a TPI: “Voto Pd rispecchia accordi complessivi”

Stumpo (Leu): “Il taglio dei parlamentari non basta, più servizi ai cittadini”

Taglio dei parlamentari, Emma Bonino a TPI: “Proposta demagogica”

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Sileri: “Addio mascherine quando avremo 30 milioni di italiani vaccinati”
Opinioni / Crisi di governo, battaglia sugli sbarchi e mojito: la prevedibile estate di Salvini per inseguire la Meloni (di G. Cavalli)
Politica / Fonti Pd a TPI: “Se Gualtieri perde a Roma, via Letta. Chiederemo un nuovo segretario”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Sileri: “Addio mascherine quando avremo 30 milioni di italiani vaccinati”
Opinioni / Crisi di governo, battaglia sugli sbarchi e mojito: la prevedibile estate di Salvini per inseguire la Meloni (di G. Cavalli)
Politica / Fonti Pd a TPI: “Se Gualtieri perde a Roma, via Letta. Chiederemo un nuovo segretario”
Politica / Caso Renzi-007, Report rincara la dose: stasera parla la fonte che ha girato il video
Politica / Renzi: "Voglio intervenire a Report". E Ranucci lo invita: "Presto nostro ospite"
Politica / #VotoSanoDaLontano, la campagna perché si predispongano modalità di voto a distanza a beneficio dei fuorisede
Politica / Renzi: “Conte è malato di complottismo. Menomale che ora c’è Draghi”
Politica / Migranti, verso la cabina di regia dopo il colloquio di Draghi con Lamorgese. Pressing di Salvini
Politica / Retroscena TPI – Nomine pubbliche: Draghi pensa a Scaroni e Scannipieco per Ferrovie e Cdp. Terremoto in Leonardo?
Politica / Comunali Roma, Gualiteri scende in campo: "Mi candido alle primarie del Pd"