Covid ultime 24h
casi +16.424
deceduti +318
tamponi +340.247
terapie intensive +11

Governo, ultime notizie. Polemica Lega-Speranza sulla chiusura degli impianti sciistici. Conte: “Credo nell’alleanza giallorossa”. Brunetta: “Basta smart working per i dipendenti pubblici”

Di Lara Tomasetta
Pubblicato il 15 Feb. 2021 alle 06:24 Aggiornato il 15 Feb. 2021 alle 21:46
15
Immagine di copertina
Il presidente del Consiglio Mario Draghi. Credit: Ufficio Stampa Quirinale

Governo Draghi, le ultime notizie di oggi

GOVERNO NEWS – Il Governo Draghi ha giurato da appena due giorni ed è già polemica nella variegata maggioranza che lo sostiene. I ministri della Lega – insieme ai governatori delle Regioni (a partire dal dem Stefano Bonaccini) – protestano per l’ordinanza last minute con cui ieri il ministro della Salite, Roberto Speranza, ha rinviato al 5 marzo la riapertura degli impianti sciistici, che era prevista per oggi, lunedì 15 febbraio.

Fonti di Palazzo Chigi questa mattina hanno puntualizzato che la decisione è stata condivisa col premier Mario Draghi. Ma la tensione resta. Il leader della Lega, Matteo Salvini, punta il dito anche contro il super commissario Domenico Arcuri e contro il virologo Walter Ricciardi, consulente dello stesso Speranza, che è tornato a invocare il lockdown per contrastare la diffusione del Covid-19: “Serve un cambio di passo”, insiste il leghista.

Intanto, nel Movimento 5 Stelle non si spegne il malumore dell’ala contraria al Governo Draghi: Davide Casaleggio, presidente dell’Associazione Rousseau, esorta i parlamentari frondisti a non votare contro e di optare per l’astensione.

Aria tesa anche nel centrosinistra: nel Pd le donne alzano la voce per l’esclusione dalla squadra di governo. La senatrice Monica Cirinnà interviene su TPI: “Ora basta, cominciamo noi, donne del Pd, ad agire il conflitto dentro il nostro partito”.

Mercoledì 17 febbraio chiederà la fiducia in Senato, il giorno successivo sarà la volta della Camera dei deputati. Di seguito tutte le ultime notizie sulla crisi di governo, aggiornate in tempo reale.

Governo Draghi, news in diretta

Ore 19,00 – Stop sci, ministro Garavaglia: “Danni per colpa del Governo, servono indennizzi” – “La montagna finora è stata dimenticata. Qui c’è stato un danno che è stato arrecato per una una scelta del governo. E i danni vanno indennizzati. Era importante capire l’entità di questo danno e avere suggerimenti concreti per poter dare una risposta concreta subito già nel prossimo decreto, non in sede di conversione con emendamenti altrimenti si perde altro tempo”. Lo ha detto il ministro del Turismo, Massimo Garavaglia (Lega), durante una conferenza stampa insieme il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana. Garavaglia si riferisce chiaramente allo stop alla riapertura degli impianti sciistici disposta ieri dal ministro della Salute, Roberto Speranza. Leggi l’articolo integrale.

Ore 17,20 – Conte: “Credo molto nell’alleanza giallorossa, darò mio contributo” – “Quello con Pd e Leu è un progetto che non ho declamato a caso, ma che abbiamo iniziato anche a realizzare. Ha già prodotto dei risultati, altri sono in corso di completamento, altri vanno ancora elaborati e realizzati: quella è una prospettiva a cui credo molto. Ci credo molto da politico, da privato cittadino e da ex presidente del Consiglio. Continuerò a dare il mio contributo nelle modalità che decideremo insieme”. Lo dice l’ex premier Giuseppe Conte intervistato da il FattoQuotidiano.it. Leggi l’articolo integrale.

Ore 16,40 – Tajani (Fi): “Bertolaso al posto del super commissario Arcuri” –La conferma di Arcuri come super commissario sarebbe un errore. Soluzione? Guido Bertolaso”. Lo scrive su Twitter Antonio Tajani, appena nominato dal presidente Berlusconi coordinatore nazionale di Forza Italia.


Ore 16,20 – Migliaia firme a petizione M5s per rivotare su Rousseau – Ha superato le 5 mila firme la petizione lanciata su Change.org da alcuni iscritti M5s per chiedere al garante Beppe Grillo di rimettere su Rousseau un nuovo quesito sull’adesione del Movimento al governo Draghi. “Alla luce della compagine di Governo indicata dal Presidente del Consiglio incaricato, Mario Draghi, che si è espresso pubblicamente ieri per la prima volta dopo le consultazioni, siamo a chiedere di mettere ai voti su Rousseau la scelta di dare la fiducia a questo Governo, affinché vi sia il pieno consenso o meno da parte degli iscritti. Reputiamo infatti che solo ora, messi a conoscenza di tali informazioni, sia possibile esprimere un voto pienamente consapevole” scrivono i sottoscrittori della petizione che chiedono a Grillo anche “un suo celere riscontro pubblico”.

Ore 15,40 – Morra (M5S): “Escludo di votare la fiducia” – “Escludo di votare a favore” del Governo Draghi. “Spero di poter ottenere una posizione comune che permetta al movimento di non tradire i suoi valori e i suoi principi, permettendo anche che questo governo possa partire”. Lo dice il senatore M5S Nicola Morra, intervistato durante il programma tv Tagadà, su La7. “Ho chiesto la ripetizione del voto su Rousseau perché il quesito si è rivelato distante da quello che è emerso alla lettura della squadra di ministri. Il ministero per la Transizione ecologica è ancora lontano dal costituirsi”.

Ore 15,00 –  Salvini contro Ricciardi sul lockdown, lui replica: “Se non utile mi faccio da parte” – Il leader della Lega, Matteo Salvini, torna sulla polemica generata dalla richiesta del professor Ricciardi di un nuovo lockdown: “Basta allarmismi da scienziati. Ho fiducia nei ministri nominati dal presidente Draghi . L’importante, in alcuni casi, è cambiare la squadra dei tecnici perché di allarmi a rete unificate e di sciagure dalla mattina alla sera gli italiani ne hanno sentiti fin troppi”. Ricciardi replica: “Dimissioni? Sono considerazioni che lascio alla politica. Bene se posso essere utile con i miei consigli, lo faccio a livello internazionale e anche in Italia, altrimenti mi faccio da parte, ha dichiarato il virologo a Rainews24”. Leggi l’articolo integrale.

Ore 14,40 – Moody’s, con Draghi migliorano prospettive per uso fondi Ue – Il governo di Mario Draghi “migliora” le prospettive dell’Italia per un “efficace utilizzo dei fondi europei”. Lo afferma l’agenzia di rating Moody’s, sottolineando come le “sfide di lungo termine” comunque restano. Una volta allentata l’urgenza legata alla pandemia, probabilmente si troverà a far fronte a “difficoltà simili e a un’opposizione politica ad alcune riforme strutturali che abbiamo osservato con altri governi nel passato”, osserva Moody’s.

Ore 14,10 – Granato (M5S): “Nostri ministri si ritirino” – “Mi auguro che il buonsenso prevalga e che i nostri ministri si ritirino, altrimenti il passaggio in aula si tradurrà in una mortificazione pubblica per loro, per noi parlamentari e per attivisti e sostenitori”. Così, su Facebook, la senatrice del Movimento 5 Stelle Bianca Laura Granato.

Ore 11,10 +++ Chigi: decisione su impianti sci condivisa col premier +++ Lo stop alla riapertura degli impianti sciistici è stata disposta dal ministro della Salute Roberto Speranza solo dopo l’avallo da parte del neo presidente del Consiglio Mario Draghi. A riferirlo sono fonti di Palazzo Chigi, citate da Skytg24. Anche il quotidiano Repubblica riporta il sì del premier alla decisione.

Ore 11,00 – Piemonte, Cirio: “Danno enorme per sci mi rivolgo a Draghi” – “Il danno è enorme. Le stazioni sciistiche, che è un anno che non lavorano, hanno speso gli ultimi soldi per prepararsi all’apertura di oggi, nel rispetto delle regole che Roma gli aveva dato. Ed è per questo che noi siamo rimasti allibiti e mi rivolgo al neo presidente Draghi”. Lo ha affermato il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, intervenendo a Sky TG24 sullo stop alla riapertura degli impianti sciistici. “Io voglio vedere l’ordinanza del ministro Speranza – ha aggiunto – come l’ultimo atto del vecchio governo Conte, perché non posso e non voglio vederlo come primo atto del nuovo governo Draghi. E  allora mi rivolgo a lui, chiedo che la tutela reale di queste imprese, di queste lavoratrici e lavoratori, passi dalle parole dei mesi passati ai fatti di oggi”. “Per organizzarci al meglio – ha spiegato Cirio – ho convocato per questa mattina una giunta straordinaria, per muovere i primi passi formali verso il nuovo governo”.

Ore 10,00 – Scuola, il neo ministro Patrizio Bianchi: “Decido subito sulla maturità, poi riporteremo gli studenti in classe” – “Prima decidiamo sulla maturità, poi riportiamo gli studenti in classe”: lo afferma il neo ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi (qui il suo profilo), in un’intervista. Leggi l’articolo integrale.

Ore 8,30 – Zaia: “Non si può dare lo stop allo sci 4 ore prima. I ristori non bastano, vanno pagati i danni” –  “Ora non si può parlare solo di ristori. In questo caso ci vorranno degli indennizzi”, dice il governatore del Veneto. Leggi l’articolo integrale.

Ore 07,00 – M5s, la mediazione di Casaleggio: “Chi non vuole votare la fiducia si astenga” – “Molti parlamentari mi segnalano che vorrebbero votare contro, non essendo passibili di sanzioni disciplinari sulla base dei precedenti e delle regole attuali, ma credo sia importante in questo momento lavorare per la massima serenità di tutti nel rispetto di regole e principi che ci siamo dati. Per questo motivo, auspico che chi senta il disagio nel sostenere questo governo percorra la scelta della astensione”. Lo scrive su Facebook il presidente dell’Associazione Rousseau, Davide Casaleggio.

Leggi anche: 1. Se nel Pd le donne contano davvero, adesso un ministro uomo deve dimettersi e lasciare il posto a una collega (di Luca Telese) / 2. Donne del PD, ora basta: sfondiamo le porte che altrimenti resteranno chiuse (di Monica Cirinnà) / 3. Quella sinistra che dice No a Draghi: così l’opposizione non è un’esclusiva di Giorgia Meloni (di Giulio Cavalli)

15
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.