Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:45
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Il regista Giovanni Veronesi attacca Salvini: “Irresponsabile, vado via da Roma”

Immagine di copertina

Manifestazioni 2 giugno, il regista Veronesi attacca Salvini: “Irresponsabile”

Continuano a fare discutere le manifestazioni che il centrodestra ha organizzato in piazza a Roma il 2 giugno e durante le quali sono stati denunciati assembramenti di persone nonostante i divieti legati al Coronavirus: a lanciare bordate sulla questione è stato anche il regista Giovanni Veronesi, che su Twitter si è scagliato contro Matteo Salvini. “Dunque: caro Salvini – ha scritto il regista, recentemente in tv con lo show Maledetti amici miei – il 2 giugno i fiori al milite ignoto li porta il Presidente della Repubblica. Tu chi sei? Sei solo un onorevole che fa male il suo mestiere e ha fatto peggio quello di ministro quando scelleratamente qualcuno ti ha chiamato a farlo. Stai calmo”.

Dopodiché, Veronesi si è detto pronto ad “andare via da Roma un’altra volta”. Il motivo? “Quello che ho visto ieri in piazza è stato qualcosa di schifoso e pericoloso per la comunità, per di più offensivo per la Repubblica. I contagi risaliranno di sicuro per colpa di quegli irresponsabili. Dunque: Salvini è un irresponsabile. Non è in grado di guidare nessun partito, lo ha dimostrato ieri. È privo di qualsiasi tipo di rispetto verso la Repubblica, arrogante e pericoloso per la società. E ancora qualcuno ha il dubbio se mandarlo a giudizio?”.

Poco dopo, il regista ha attaccato anche Giorgia Meloni. Veronesi, infatti, ha postato una foto di uno degli striscioni di Fratelli d’Italia con la scritta: “Peace and love? No grazie! Viva le forze armate”. “Un leader responsabile e intelligente proibirebbe uno striscione del genere perché è stupido, non c’entra niente, è davvero insulso, fa quasi ridere”, ha scritto il regista.

Leggi anche:

1. Per la Festa della Repubblica in piazza ci vanno i nemici della Repubblica 2. Festa della Repubblica, Mattarella a Codogno: “Nei luoghi colpiti dal dolore del virus la nostra Repubblica c’è” 3. Centrodestra in piazza, assembramenti e niente mascherine per il corteo di Salvini e Meloni 4. Giornata Mondiale della Croce Rossa, il segretario Ronzi: “C’è sempre più voglia di aiutare il prossimo”

Ti potrebbe interessare
Politica / Filarmonica internazionale Casellati: la mamma premia, il figlio dirige
Cronaca / Vaccino obbligatorio per tutti i lavoratori, l’ipotesi al vaglio del governo Draghi
Politica / Draghi sui migranti: “Arrivi 6 volte superiori al 2019, l’Italia non può fare da sola”
Ti potrebbe interessare
Politica / Filarmonica internazionale Casellati: la mamma premia, il figlio dirige
Cronaca / Vaccino obbligatorio per tutti i lavoratori, l’ipotesi al vaglio del governo Draghi
Politica / Draghi sui migranti: “Arrivi 6 volte superiori al 2019, l’Italia non può fare da sola”
Politica / La rete di potere dell’avvocato renziano Alberto Bianchi della Fondazione Open
Politica / Non solo Renzi: così Mr. Astrazeneca cercava sponde anche nel M5S
Politica / Esclusivo TPI – Tutti i (costosissimi) voli privati noleggiati dalla Fondazione Open per Renzi &Co.
Politica / Regeni, Palazzotto a TPI: “Responsabilità chiare, ora l’Italia alzi il livello del conflitto politico con l’Egitto”
Cronaca / Letta: “Se il successore di Mattarella non sarà eletto a larga maggioranza, il governo cadrà”
Politica / Io, portavoce di Di Maio e marito del viceministro Castelli. “Se mia moglie e Luigi litigano… scelgo Di Maio”
Politica / Europa, naufraga il progetto del partito sovranista di Salvini: una vittoria per Meloni