Chi è Giovanni Toti, candidato del centrodestra alle elezioni Regionali in Liguria e governatore uscente

Di Carmelo Leo
Pubblicato il 9 Set. 2020 alle 15:40 Aggiornato il 10 Set. 2020 alle 16:07
0
Immagine di copertina
Credits: Ansa

Chi è Giovanni Toti, candidato centrodestra elezioni Regionali in Liguria

Giovanni Toti è il candidato del centrodestra alle elezioni regionali in Liguria del 20-21 settembre 2020: l’attuale governatore della Regione si presenta dunque chiedendo agli elettori un secondo mandato. Il suo avversario è Ferruccio Sansa, appoggiato da Pd e M5s. Una vita nel ruolo di giornalista, soprattutto negli anni di Mediaset, l’attuale presidente ligure deve la sua fama politica a Forza Italia. Per anni, infatti, su Toti è stata attaccata l’etichetta di eterno futuro leader del partito guidato da Silvio Berlusconi. Ma nel 2019, il governatore della Liguria ha deciso di lasciare il suo “mentore” e fondare un proprio partito, chiamato “Cambiamo”.

Nonostante il “tradimento”, Forza Italia (ma anche la Lega e Fratelli d’Italia) ha appoggiato subito la candidatura di Toti alle elezioni regionali in Liguria. Lo sostengono anche le liste Unione di Centro e Toti Presidente. Il suo avversario è Ferruccio Sansa, giornalista de Il Fatto Quotidiano e nome indicato di comune accordo tra M5s e Pd. Ma chi è Giovanni Toti? Cosa ha fatto nella vita prima di diventare governatore? Vediamo insieme tutto quello che c’è da sapere.

Giovanni Toti, la carriera

Nato a Viareggio il 7 settembre del 1968, si trasferisce da giovane a Massa per seguire il padre, spostatosi per motivi di lavoro. Si laurea in Scienze politiche all’università statale di Milano, dopodiché – nel 1996 – entra a Mediaset per uno stage. E’ l’inizio di una grande avventura: Toti passa da Studio Aperto a Videonews, occupandosi prima di cronaca e poi di tutti i programmi di approfondimento di Mediaset. Nel frattempo diventa giornalista professionista. Nel 2010 diventa addirittura direttore di Studio Aperto, mentre nel 2012 ottiene anche la direzione del Tg4, sostituendo Emilio Fede.

Nel 2014, si interrompe il rapporto lavorativo di Toti con Mediaset: Berlusconi, infatti, lo chiama come consigliere politico. E’ così che Toti, che da giovane era stato militante del Partito socialista italiano, entra in Forza Italia. Alle elezioni europee del 2014, Toti diventa europarlamentare. Il suo mandato dura solo un anno, visto che nel 2015 è candidato per il centrodestra in Liguria. La sua vittoria contro Raffaella Paita, in una Regione considerata sempre più vicina alla sinistra, è una soddisfazione per lui. Nel 2019, Toti decide di lasciare Forza Italia e fondare “Cambiamo!”, che continua però ad appoggiare sempre il centrodestra. Adesso è candidato nuovamente alle elezioni Regionali in Liguria del 20-21 settembre 2020. Si è sempre definito un “moderatissimo”.

Vita privata

Toti è spostato con Silvia Magri, giornalista e vicedirettrice di Videonews. I due si sono conosciuti negli anni in cui l’attuale governatore della Liguria lavorava a Mediaset: lei conduceva Studio Aperto, lui era un cronista della redazione. Si sono sposati a Pietrasanta, in provincia di Lucca. La coppia non ha figli.

Stipendio

Nel ruolo di governatore della Liguria, Toti 13.764 euro lordi al mese, ovvero poco meno del tetto massimo consentito che è di 13.800 euro. A farlo sapere è il sito Truenumbers. La cifra si compone di 8.800 euro lordi come indennità di carica, mentre 4.884 euro sarebbe il rimborso spese lordo per l’esercizio del mandato. Nella dichiarazione dei redditi del 2019, relativa quindi all’anno fiscale 2018, Toti ha dichiarato un reddito complessivo di 107.012 euro.

TUTTO SULLE ELEZIONI REGIONALI 2020

Leggi anche:

1. Liguria, Sansa a TPI: “Di Maio? Neanche lo conosco, ma il M5S è con me e mi basta questo” / 2. Regionali, la Liguria è il paziente zero: così Pd e M5s rischiano di far vincere la destra 7-0 / 3. Coronavirus, il disastro perfetto della Liguria: la “piccola Lombardia” di cui nessuno parla

4. Regionali Liguria, Ferruccio Sansa per resistere a Salvini. Ma il M5S rischia di rovinare tutto / 5. Liguria, il patto Pd-M5S rischia il flop: Toti domina nei sondaggi / 6. Regionali, niente alleanze col M5s. Ora per il Pd è rischio disfatta: può regalare tre regioni a Salvini

Qui tutte le notizie sulle elezioni regionali 2020

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.