Me

Elezioni europee: i risultati della Spagna

Di Enrico Mingori
Pubblicato il 26 Mag. 2019 alle 23:58 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 01:58
Immagine di copertina
Il premier spagnolo Pedro Sanchez

Elezioni europee Spagna 2019 risultati | Chi ha vinto | Aggiornamenti live | Voti | Seggi

Elezioni europee Spagna 2019 risultati – In Spagna le elezioni europee si sono tenute domenica 26 maggio. L’inizio dello scrutinio è previsto a partire dalle 23, alla chiusura dei seggi negli altri paesi membri che hanno votato domenica.

Le elezioni europee in Spagna sono state vinte dai socialisti PSOE (S&D). Oltre alle elezioni europee, si impongono anche alle regionali e alle municipali, ottenendo 7,5 punti rispetto ai popolari.

Dopo lo spoglio dell’85 per cento delle schede risulta in testa il PSOE (S&D) con 20 seggi, MEPs (+6), PP(EPP) 12 MEPs (-4), Cs (ALDE) 7 (+5), PodemosIU (GUE/Greens) 6 MEPs (-5), Vox 3 MEPs, Ahora Repúblicas (Greens/GUE) 3 MEPs, Junts 2 MEPs, Coalición Europa Solidaria (ALDE) 1 MEP.

20 S&D, 12 PPE, 8 ALDE (7 Ciudadanos + 1 PNV), 6 GUE/NGL, 3 Greens/EFA, 5 others (3 Vox, 2 Junts, Puigdemont and Comín, in).

Qui tutti i dettagli sugli exit poll

– SE NON VISUALIZZI GLI ULTIMISSIMI AGGIORNAMENTI, CLICCA QUI –

(Aggiornare in continuazione per leggere gli aggiornamenti)

Quando sapremo chi ha vinto?

Le previsioni di voto: chi vincerà?

Elezioni europee Spagna 2019 risultati | Chi ha vinto

Tutti gli exit poll delle europee in tempo reale

Dentro il Rojava, guerra di Siria

Gli exit poll del Regno Unito in tempo reale

I candidati eletti – Alla Spagna sono assegnati 54 seggi nel Parlamento europeo, ma quando diventerà definitiva l’uscita del Regno Unito dall’Unione europea la pattuglia iberica salirà a 59 deputati.

Elezioni europee Spagna 2019 risultati | Sondaggi e proiezioni

I sondaggi condotti nelle settimane che hanno preceduto il voto europeo indicano che a prevalere in Spagna dovrebbe essere il Partito socialista, che si è già affermato come prima forza politica del paese alle recenti elezioni politiche del 28 aprile.

I socialisti, che sono al governo della Spagna dal giugno 2018, sono stimati secondo le ultime rilevazioni sopra il 30 per cento dei voti.

Al secondo posto ci sarebbe il Partito popolare, che attraversa un momento difficile dopo la caduta del Governo Rajoy nel 2018 e che dovrebbe piazzarsi sotto al 20 per cento.

Reduci dall’ottima performance alle elezioni interne,

Dentro il Rojava, guerra di Siria

I centristi di Ciudadanos, che alle politiche hanno raccolto circa il 15 per cento delle preferenze, dovrebbero confermarsi su quel livello di consenso. In calo invece il movimento di sinistra Podemos, che dopo l’exploit alle politiche spagnole del 2016 (21 per cento) viene stimato ora al 12 per cento.

Non sfonda, infine, il partito di estrema destra Vox, che viene dato al 7,5 per cento.

Le proiezioni di Politico:

  • Partito socialista: 30,4 per cento – 17 seggi
  • Partito popolare: 18,8 per cento -10 seggi
  • Ciudadanos: 15,4 per cento – 10 seggi
  • Podemos: 12,2 per cento – 8 seggi
  • Ahora Republicas: 4,4 per cento – 3 seggi
  • Vox: 7,5 per cento – 2 seggi

Tutti i sondaggi sulle europee

Elezioni europee Spagna 2019 risultati | Partiti e leader

La Spagna è uno dei pochi paesi europei in cui il centrosinistra vive un momento positivo. Reduce da una fase difficile negli ultimi anni, il Partito socialista nell’ultimo anno si è rilanciato sotto la guida di Pedro Sanchez, diventato premier nel giugno 2018 dopo le dimissioni del popolare Mariano Rajoy (travolto da uno scandalo tangenti).

Il centrodestra attraversa invece un momento di crisi: il Partito popolare nel giugno 2018 è stato condannato al pagamento di 240mila euro nell’ambito di un processo per corruzione e proprio in seguito a questo scandalo Rajoy ha dovuto fare un passo indietro dalla carica di primo ministro.

In compenso è in crescita il movimento centrista Ciudadanos, che alle politiche ha ottenuto il 15 per cento dei voti e che sembra attrarre i consensi dell’elettorato più moderato e di orientamento liberale. Il suo leader è Albert Rivera, 40 anni.

Podemos, movimento anti-sistema di sinistra fondato nel 2015, dopo l’exploit raggiunto alle politiche del 2016 (20,1 per cento) vive ora una fase di flessione.

In Spagna, poi, c’è anche un movimento di estrema destra, Vox, che però, a dispetto delle previsioni, alle politiche non ha sfondato. Secondo i sondaggi, nemmeno alle europee Vox dovrebbe ottenere un grande risultato.

Vox, il partito spagnolo ultraconservatore

Albert RIvera, leader di Ciudadanos

Elezioni europee Spagna 2019 risultati | Il contesto

Le elezioni europee arrivano mentre sono in corso le trattative per la formazione del governo, dopo le politiche del 28 aprile scorso. Le politiche hanno visto affermarsi come prima forza politica del paese il Partito socialista, che ha ottenuto il 28,7 per cento dei voti.

I socialisti non hanno però i numeri necessari per poter formare una maggioranza di governo. A questo punto ci sono vari scenari possibili: una coalizione di centrosinistra con Socialisti e Podemos (più qualche partito autonomista locale), una coalizione di centrodestra formata da Partito popolare, Ciudadanos e Vox oppure un asse di moderati con Socialisti, Popolari e Ciudadanos.

Elezioni Spagna risultati: vincono i socialisti, ma niente maggioranza

In Spagna è stata battuta l’intolleranza della Destra. Il commento di Bobo Craxi per TPI

Elezioni europee Spagna 2019 risultati | Come era andata nel 2014

Alle elezioni europee del 2014 il partito più votato di Spagna fu il Partito popolare, che all’epoca era al governo con Rajoy e che raccolse il 26 per cento dei voti (corrispondente a 16 seggi). Il Partito socialista arrivò secondo con il 23 cento delle preferenze (14 seggi).

Al terzo posto si piazzò la lista Sinistra pluralista, formata da Sinistra Unita e dai Verdi della Catalogna, che arrivò al 10 per cento. Podemos, fondato da pochi mesi, ottenne invece l’8 per cento dei voti.

Le elezioni europee del 2014 in Spagna:

  • Partito popolare: 26 per cento – 16 seggi
  • Partito socialista: 23 per cento – 14 seggi
  • Sinistra pluralista: 10 per cento – 6 seggi
  • Podemos: 8 per cento – 5 seggi
  • Ciudadanos: 3,1 per cento – 2 seggi

Quanti seggi in parlamento spettano a ciascuno stato membro

Elezioni europee 2019, le previsioni: chi vincerà? Cosa c’è da aspettarsi?

Elezioni europee 2019 Italia: data, legge elettorale, come si vota

Le 10 decisioni del Parlamento europeo che ci hanno cambiato la vita nel corso dell’ultima legislatura