Coronavirus, “la Lombardia ha danneggiato il Pil di tutta Italia”

Di Carmelo Leo
Pubblicato il 27 Lug. 2020 alle 13:46
2.1k
Immagine di copertina

Coronavirus, “la Lombardia ha danneggiato il Pil di tutta Italia”

Il caso dei camici forniti alla Lombardia dalla ditta del cognato e della moglie del governatore Attilio Fontana è solo l’ultimo anello di una catena di errori e inadeguatezze che la Regione più colpita d’Italia dal Coronavirus ha dovuto affrontare in questi difficili mesi. Stamattina, Fontana si è presentato davanti al Consiglio regionale per dire la sua sull’inchiesta che lo vede coinvolto, insieme al cognato Andrea Dini, con l’accusa di frode in pubbliche forniture e ha parlato di “polemiche sterili e inutili” sulla sua persona. Eppure, dalle indagini per il Pio Albergo Trivulzio e tutte le altre Rsa colpite fortemente dai contagi fino alle accuse per la mancata chiusura della Val Seriana, l’impressione è che una parte del Nord non abbia saputo affrontare con perizia e prontezza l’emergenza Covid-19.

E’ di questo avviso anche l’editorialista del Messaggero Mario Ajello, che sul quotidiano stamattina in edicola ha criticato fortemente l’amministrazione lombarda e le conseguenze che certe decisioni hanno comportato su tutti i cittadini. “Durante l’emergenza più dura – scrive Ajello – la Lombardia ha danneggiato il Pil dell’intero Paese, spingendo per un lockdown totale e intanto dal vertice del Pirellone, secondo l’accusa, si pilotavano appalti per lucrare sulle disgrazie degli italiani”. Il giornalista critica “l’egoismo settentrionalista” che “per favorire gli interessi degli imprenditori, ha ritardato la chiusura della regione lombarda, non bloccando in tempo la fuoriuscita dell’infezione” e spiega che Fontana si è fatto “interprete di una impostazione anti-nazionale e di una manovra di autotutela economica a dispetto di tutto, a cominciare dalla salute dei cittadini”.

“Il sistema Lombardia – conclude Ajello – ha franato da tutte le parti. E la slavina appena abbattutasi sul presidente leghista vale come triste corollario di una storia cominciata male e che si trascina di peggio in peggio. Ma ciò che più deve allarmare è che certo Nord continui a chiedere più autogoverno e, in particolare, una riduzione dei trasferimenti territoriali verso la Capitale e verso il resto del Paese. Una dimostrazione insieme di irresponsabilità e di intollerabile arroganza”.

Leggi anche:

1. Caso camici Lombardia, Fontana e quel bonifico dal suo conto svizzero alla società di moglie e cognato / 2. Fontana risponda: perché ha riportato in Italia 5,3 milioni di euro nascosti alle Bahamas usando lo scudo fiscale? / 3. Caso camici in Lombardia, indagati il cognato di Fontana Andrea Dini e il dg della società Aria

4. Camici per medici forniti da ditta della moglie di Fontana: Procura indaga per turbativa d’asta / 5. Il caso dei camici di Fontana insegna: serve più trasparenza nelle partecipate / 6. Fontana querela Il Fatto Quotidiano per l’articolo sui camici forniti ai medici dalla ditta di sua moglie. La dura replica di Travaglio

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI

2.1k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.