Covid ultime 24h
casi +21.273
deceduti +128
tamponi +182.032
terapie intensive +80

Laura Boldrini contro Alessandra Mussolini per le parole su Liliana Segre: “La prossima volta conta fino a 10”

L'ex presidente della Camera ha difeso la senatrice a vita e reduce della Shoah dagli attacchi dell'ex deputata di Forza Italia

Di Niccolò Di Francesco
Pubblicato il 29 Gen. 2020 alle 10:51 Aggiornato il 29 Gen. 2020 alle 16:31
2.4k
Immagine di copertina

Laura Boldrini contro Alessandra Mussolini per le parole su Liliana Segre

L’ex presidente della Camera Laura Boldrini si scaglia contro Alessandra Mussolini per le sue parole su Liliana Segre.

La nipote del Duce, infatti, in un’intervista a Radio Cafè, emittente radiofonica padovana, ha commentato la decisione della reduce della Shoah di prendere le distanze dal comune di Verona, che voleva darle la cittadinanza onoraria, dopo la proposta di intitolare una via a Giorgio Almirante.

Alessandra Mussolini contro Liliana Segre: “Non fomenti l’odio contro il fascismo”

L’ex deputata di Forza Italia ha infatti dichiarato: “Non ho capito che c’entra la Segre. Non è quella della Commissione contro il pregiudizio? Quella che dovrebbe tutelare ed avere un po’ di rispetto?”.

“Perché non vorrei che la ‘nonnina’ poi si trasformasse nella strega di Biancaneve. La Segre pensi a pacificare e non a fomentare”.

Ai conduttori che la chiedevano se la senatrice a vita stesse fomentando l’odio, la Mussolini ha risposto: “Fino a quando un presidente della Repubblica non dirà che piazzale Loreto è stato uno scempio, non ci sarà pacificazione”.

Le parole della Mussolini, che hanno creato polemiche e indignazione, sono state commentate anche dall’ex presidente della Camera Laura Boldrini che sul suo profilo Facebook ha scritto: “La prossima volta che ad Alessandra Mussolini viene in mente di parlare di Liliana Segre conti fino a dieci”.

boldrini mussolini

Leggi anche:

La risposta pacata e brillante di Liliana Segre alle parole di Alessandra Mussolini

Mussolini, se puoi dire certe idiozie su Segre è grazie a chi ha liberato l’Italia da tuo nonno (di G.Cavalli)

Salvini organizza un convegno sull’antisemitismo e invita Liliana Segre. Lei risponde: “Grazie ma sono impegnatissima”

2.4k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.