Covid ultime 24h
casi +21.273
deceduti +128
tamponi +182.032
terapie intensive +80

La risposta di Liliana Segre alle parole di Alessandra Mussolini

Di Anna Ditta
Pubblicato il 29 Gen. 2020 alle 16:19 Aggiornato il 29 Gen. 2020 alle 17:00
1.4k
Immagine di copertina

La risposta di Liliana Segre alle parole di Alessandra Mussolini

Liliana Segre, durante una cerimonia al Parlamento europeo in occasione del 75 esimo anniversario della liberazione di Auschwitz, ha risposto alle parole dell’ex europarlamentare Alessandra Mussolini, che in un’intervista aveva accusato la senatrice a vita di “fomentare” l’odio verso il fascismo (Qui il discorso di Liliana Segre al parlamento europeo).

“Io spero di essere una donna di pace e non di fomentare l’odio”, ha detto Liliana Segre rispondendo ai giornalisti che chiedevano un commento alle parole di Alessandra Mussolini.

“Se volessi fomentare l’odio non avrei portato in Senato una proposta contro l’hate speech, contro l’odio. Sarebbe un’antitesi fomentare l’odio e predicare invece contro l’odio”, ha spiegato con il garbo e la pacatezza che la contraddistinguono.

“Non ho capito che c’entra la Segre. Non è quella della Commissione contro il pregiudizio? Quella che dovrebbe tutelare ed avere un po’ di rispetto?”, aveva detto Alessandra Mussolini in un’intervista radiofonica di diversi giorni fa. “Perché non vorrei che la ‘nonnina’ poi si trasformasse nella strega di Biancaneve. La Segre pensi a pacificare e non a fomentare”.

Leggi anche:

Mussolini, se puoi dire certe idiozie su Segre è grazie a chi ha liberato l’Italia da tuo nonno (di G. Cavalli)

Laura Boldrini contro Alessandra Mussolini per le parole su Liliana Segre: “La prossima volta conta fino a 10”

Liliana Segre racconta la crisi col marito: “Aderì alla destra di Almirante, gli chiesi di scegliere tra me e la politica”

Insulti e minacce sui social a Liliana Segre nella Giornata della Memoria

“Vi racconto il coraggio di mia madre, che nascose in casa ebrei e soldati inglesi in fuga dai campi di concentramento”

1.4k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.