Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:10
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Opinioni

La videolettera di Riccardo Bocca: “Caro Fedez, la beneficenza non è un reality show”

 

La videolettera di Riccardo Bocca: 17 dicembre 2020

Carissimo Federico Lucia in arte Fedez,
le invio questa videolettera perché lei il 7 dicembre scorso ha ricevuto la massima onorificenza per chi vive a Milano: l’Ambrogino d’oro. Un sogno, una meraviglia, una consacrazione.

Niente da aggiungere: se l’è meritato. Come recita la motivazione del premio, lei “nel primo lockdown ha messo a disposizione la sua notorietà per la lotta al Covid”. Dunque non resta che applaudire, al di là del sospetto che dietro a questo tachicardico impegno sociale soffi la malizia del marketing.

Contano comunque i fatti, non le opinioni. Ed è per questo che merita una riflessione come lei s’è comportato l’altra sera, quando ha attraversato Milano a bordo della sua Lamborghini donando a cinque persone altrettante buste da mille euro l’una.

In pratica, i suoi follower hanno raccolto il denaro e lei, da compiaciuto Babbo Natale, l’ha distribuito a un rider, a una cameriera, a una signora anziana, a un’homeless e a una dipendente della Croce Rossa. Il tutto, tra sghignazzi e qualunquaggini apocalittiche, in diretta sulla sua webchat, con i fan che  commentavano questo “Bontà Tour”.

Un misto tra la più sgangherata delle carrambate e il più sfrontato dei reality. Il simbolo di una beneficenza-spettacolo che raggela per la sua mancanza di riservatezza e buongusto. Caratteristiche che devono sempre avere – e, ribadisco, sempre – questo genere di operazioni. Soprattutto quando protagonisti sono personaggi pubblici.

Un brutto modo, caro Fedez, per festeggiare la medaglia da benefattore meneghino appena appuntata al petto. E la dimostrazione che nel tempo le persone possono cambiare, è vero: possono anche migliorarsi a volte, ma non cancellare del tutto il dna che si portano dentro. Che peccato, mister Ambrogino. Che canzone stonata sotto l’albero.

 

 

La videolettera di Riccardo Bocca: puntate precedenti
1. “Caro Mauro Corona, nessuno è affranto per la tua assenza dalla tv” | VIDEO
2. “Caro Pirlo, l’improvvisazione è un lusso anche per un predestinato” | VIDEO
3. “Cari virologi, siete i testimonial del caos” | VIDEO

4. “Caro Fabrizio Corona, tu non sei l’Italia” | VIDEO
5. “Caro Signorini, fermati: il tuo Gf Vip ha abbattuto il muro della decenza” | VIDEO
6. “Caro Gigi Proietti, non ti perdoniamo: ci lasci soli in un baratro di mediocrità” | VIDEO
7. Vittorio Sgarbi e il grottesco sonno della ragione | VIDEO

8. “Caro Conte, le non decisioni fanno calare il consenso” | VIDEO
9. “Caro Tiziano Ferro, le tasse si pagano: perché non chiedi scusa?” | VIDEO
10.  “Caro Beppe Grillo, il M5S è diventato un reality di faide interne | VIDEO

11. “Chiara Ferragni inventa un nuovo mestiere: la professionista del bene” | VIDEO
12.  “Caro Salvini, dietro il flop del voto c’è il fallimento della sua icona di superuomo” | VIDEO

Ti potrebbe interessare
Opinioni / Il PD è davvero pronto a un bagno di sangue in nome di Giuseppe Conte? (di S. Mentana)
Opinioni / Italia Viva non vuole il contributo di solidarietà perché punisce i ricchi, ma la realtà è che odiano i poveri
Opinioni / Conte pronto a un passo indietro: l’ex premier convinto che la sua candidatura a Roma sia una trappola
Ti potrebbe interessare
Opinioni / Il PD è davvero pronto a un bagno di sangue in nome di Giuseppe Conte? (di S. Mentana)
Opinioni / Italia Viva non vuole il contributo di solidarietà perché punisce i ricchi, ma la realtà è che odiano i poveri
Opinioni / Conte pronto a un passo indietro: l’ex premier convinto che la sua candidatura a Roma sia una trappola
Opinioni / Gli Stati Uniti non hanno ancora fatto i conti con il razzismo (di A. Stille)
Opinioni / Letta è pronto a “derenzizzare” il Pd: l’indiscrezione dal Nazareno
Opinioni / Il mio ritorno a Parigi due anni dopo (di V. Magrelli)
Opinioni / Il successo ha fallito (di G. Gambino)
Opinioni / Nell’Afghanistan dei talebani anche le banche sono al collasso (di W. Samadi)
Opinioni / Monti, Giorgetti & Co: quelli che preferiscono Draghi alla democrazia
Opinioni / Il capitalismo ci annulla come individui: ecco come sfuggire a un sistema che ci rende infelici