Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 22:52
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Opinioni

La videolettera di Riccardo Bocca: “Caro Conte, le non decisioni fanno calare il consenso”

La videolettera di Riccardo Bocca: 22 ottobre 2020

Carissimo premier Conte,
le invio questa videolettera perché lei è il simbolo abbagliante di come in questo momento la politica sia inadeguata – e anzi stordita – dalle emergenze che crisi e Covid impongono al nostro Paese.

Quando, due anni fa, spuntò dal nulla, gli italiani si chiesero – tutti – perché proprio lei fosse l’uomo giusto per la poltrona di premier: zero esperienza parlamentare, zero esperienza gestionale e soprattutto zero garanzie che il suo curriculum da giurista diventasse il viatico per una gestione lungimirante della cosa pubblica. Domanda lecita che presto ha avuto risposta.

Sì, lei era l’uomo, in un certo senso giusto. Perché ha mutuato subito dalla politica trucchi e malizie: come saltare da una maggioranza all’altra, come costruire alleanze di comodo, come parlare alla popolazione con suadente pacatezza. Strumenti che le hanno permesso di piacere come presidente del Consiglio e di resistere addirittura alla prima ondata di Covid: quella in cui le protagoniste erano l’ignoranza apocalittica nei confronti del virus ma anche la comprensione verso chi – come lei – si barcamenava tra sbagli, scelte azzeccate e inefficienze amministrative.

Ora però, caro Conte, tutto è cambiato. I numeri del Covid, purtroppo, hanno ripreso a correre, fortissimo, mentre lei ha frenato, bruscamente, con decisioni – anzi indecisioni e ambiguità assortite – che non tutelano né la salute collettiva né la sua credibilità. Una via crucis di vie di mezzo che non ha convinto nessuno o quasi e che, di fatto, è già superato. Ecco perché il consenso nei suoi confronti è calato in soli dieci giorni del 3,8%.

“I cittadini – spiega un sondaggio – affrontano una realtà diversa da quella che viene loro rappresentata”. E questo, caro Conte, è come darle del venditore di favole. Oppure del politico non all’altezza della situazione. Scelga lei.

Leggi anche: 
1. La videolettera di Riccardo Bocca: “Caro Tiziano Ferro, le tasse si pagano: perché non chiedi scusa?” | VIDEO
2. La videolettera di Riccardo Bocca: “Caro Salvini, dietro il flop del voto c’è il fallimento della sua icona di superuomo” | VIDEO
3. La videolettera di Riccardo Bocca: “Chiara Ferragni inventa un nuovo mestiere: la professionista del bene” | VIDEO
4. La videolettera di Riccardo Bocca: “Caro Beppe Grillo, il M5S è diventato un reality di faide interne | VIDEO

Ti potrebbe interessare
Opinioni / Regeni, il processo si incaglia per volere di Al Sisi e il governo italiano si dichiara parte civile: ci fate così ingenui?
Opinioni / Giorgia Meloni come Diletta Leotta: aggrappate al pubblico peggiore (di S. Lucarelli)
Opinioni / Il populismo non è un’ideologia, è un metodo. Usato anche dalle élites (di S. Mentana)
Ti potrebbe interessare
Opinioni / Regeni, il processo si incaglia per volere di Al Sisi e il governo italiano si dichiara parte civile: ci fate così ingenui?
Opinioni / Giorgia Meloni come Diletta Leotta: aggrappate al pubblico peggiore (di S. Lucarelli)
Opinioni / Il populismo non è un’ideologia, è un metodo. Usato anche dalle élites (di S. Mentana)
Opinioni / La restaurazione fascista avanza: l’attacco alla Cgil ne è la prova (di N. Urbinati)
Opinioni / Da Avanguardia Nazionale a Forza Nuova: il romanzo dell’estrema destra italiana
Opinioni / Governo assente ingiustificato (di Giulio Gambino)
Opinioni / No, il Tapiro d’oro ad Ambra Angiolini non è satira, ma becero gossip sulla pelle di una donna tradita
Opinioni / Il 30% del cibo prodotto in tutto il mondo viene buttato. La soluzione? Il “reddito alimentare”
Opinioni / Da studente modello a estremista di destra: la storia di Andrea racconta i rischi della radicalizzazione fascista
Opinioni / Tutti a spiegarci che il fascismo è morto, ma i nostalgici del Ventennio sono vivi più che mai (di R. Parodi)