Covid ultime 24h
casi +11.629
deceduti +299
tamponi +216.211
terapie intensive +14

La moglie di Collovati: “Sono gli uomini a dover commentare il calcio, le donne stiano un passo indietro”

Caterina Collovati, compagna del campione del mondo del 1982, è intervenuta ai microfoni di Rai Radio 2 difendendo il marito, che aveva criticato le donne che si occupano di calcio e tattica

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 19 Feb. 2019 alle 12:23 Aggiornato il 6 Mar. 2019 alle 12:07
0
Immagine di copertina

Di calcio e di tattica le donne non possono parlare. Meglio che facciano un passo indietro, lasciando che siano gli uomini a commentare. La dichiarazione è di Caterina Collovati, la moglie di Fulvio Collovati, che, intervenuta su Rai Radio2, ha espresso il suo punto di vista a seguito delle polemiche che hanno sommerso suo marito. Il campione del mondo del 1982, nel corso della trasmissione Quelli che il calcio, aveva affermato di avere il volta stomaco ogni volta che una donna parlava di tattica.

Caterina Collovati, intervenuta ai microfoni della radio, ha detto: “Di tattiche io e Fulvio non parliamo mai. Su questo io e Fulvio siamo d’accordo, le donne devono stare un passo indietro, lo dico ad alta voce. Lasciamo che il calcio resti commentato dai maschi, basta con questo politicamente corretto che ci distrugge”.

E non si parla di sessismo perché, continua la donna, “mio marito è l’uomo più rispettoso che io abbia conosciuto al mondo, il rispetto gliel’ha insegnato sua madre quando era bambino, ha cresciuto due figlie, io gli sto accanto da 37 anni. È di una grande correttezza anche quando si pone in tv, questa gogna mediatica cui è stato sottoposto è di una cattiveria infinita”.

Sui politici intervenuti sulla questione, Caterina Collovati afferma che “anche i politici che si sono scagliati contro mio marito, si occupassero del perché le donne che vanno a denunciare un compagno violento o un marito violento vengono ammazzate dopo due minuti perché nessuno fa una legge in grado di mettere in galera subito gli uomini violenti”.

Diretto anche il giudizio nei confronti di Wanda Nara: “La vicenda è surreale, mi chiedo se lei voglia utilizzare il povero Icardi per arrivare chissà dove”. Nara, procuratrice sportiva del marito Mauro Icardi, è finita al centro delle polemiche e di commenti sessisti perché per molti sarebbe la causa del possibile divorzio tre l’ex capitano dell’Inter e la società milanese.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.