Me

Sanremo 2019 raggiunge il primo traguardo: in Italia è subito trending topic su Twitter

L'hashtag della kermesse è stato usato migliaia di volte

Di TPI
Pubblicato il 10 Feb. 2019 alle 00:00 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 08:28
Immagine di copertina

È uno degli eventi più attesi di tutto l’anno: Sanremo, come sempre, si conferma come appuntamento super mediatico. A parlare (tantissimo) del Festival della canzone italiana 2019 sono stati anche i social. In particolar modo Twitter, dove il 5 febbraio – in occasione della prima serata della kermesse – l’argomento è diventato trending topic in Italia.

> QUI LA NOSTRA DIRETTA DEL FESTIVAL DI SANREMO

> QUI LA DIRETTA DELLA QUARTA SERATA DEL FESTIVAL

#Sanremo2019 e #FestivalDiSanremo sono stati gli hashtag più usati dagli utenti sul web. Il primo, secondo i dati raccolti da iCorporate, è stato lanciato addirittura più di 400mila volte solo nella giornata del 5. Tra i 24 cantanti in gara, invece, quelli di cui si è parlato di più sono stati Ultimo, Motta, Nek e i Negrita. Ma anche Irama, Einar, Arisa, Il Volo, Mahmood e Simone Cristicchi.

Centomila, poi, sono i tweet dedicati al duo composto da Andrea Bocelli e il figlio Matteo, un’esibizione che ha toccato profondamente il pubblico dell’Ariston.

LEGGI ANCHE: Sanremo 2019: le pagelle e le recensioni delle 24 canzoni in gara

Matteo Bocelli e l’esibizione col padre a Sanremo 2019

“Cantiamo insieme da che ero un bambino, cantiamo sempre nei miei ricordi”. E Matteo Bocelli e il padre Andrea cantano insieme – il 5 febbraio 2019 – anche sul palco della musica italiana per antonomasia, quello di Sanremo.

Matteo Bocelli è alto, moro, morissimo e ha lo sguardo cupo sotto le sopracciglia folte. Quando arriva davanti alla platea dell’Ariston, però, sul suo volto si apre un sorriso sincero, visibilmente emozionato. Di lì a poco avrebbe duettato con una delle voci più forti della musica internazionale: quella del suo papà.

Sebbene fosse già successo a New York, al Late Show di Stephen Colbert, quella di Sanremo è una performance dal sapore diverso. È qui che 25 anni prima il padre di Matteo muoveva i primi passi nella musica italiana e si presentava al mondo.

Claudio Baglioni introduce Matteo e scherza, parlando di “nepotismo”. Lui, 21 anni, studente al conservatorio di Lucca, dal padre, oltre alla voce pazzesca, ha preso anche l’umiltà. “Le raccomandazioni non esistono, è il pubblico che decide se sei credibile o meno”, specifica il ragazzo.

“E nessun passaggio di testimone”, assicura Bocelli padre. “Non è ancora tempo per me, né ci sono ancora le condizioni di riceverlo, in lui: sarebbe chiedergli troppo. Lo chiamerei piuttosto uno “scambio simbolico”, un “augurio paterno molto sentito” per questo inizio di carriera, che dovrà però essere seria e fondata, con la C maiuscola”, continua quasi commosso il tenore.

Bocelli racconta di quando salì la prima volta su quel palco, 25 anni prima. “Venticinque anni fa, quando al Teatro Ariston tutto per me iniziò, lui – grande sostenitore del mio sogno – con mia madre era in fondo alla sala. Ora invece sto sul palco, a divertirmici con mio figlio”.

Sul palco dell’Ariston, padre e figlio cantano una spettacolare Fall on me, in completa sintonia. Il brano, colonna sonora del celebre film Disney Lo Schiaccianoci e i Quattro Regni, è tratto dall’ultimo album del tenore, .

Dentro il Rojava, guerra di Siria

LEGGI ANCHE: Sanremo 2019 news e anticipazioni | Cantanti | Canzoni | Ultime notizie