Covid ultime 24h
casi +13.114
deceduti +246
tamponi +170.633
terapie intensive +58

Russia, tre medici caduti dalla finestra in circostanze misteriose: avevano criticato la gestione dell’emergenza

Di Carmelo Leo
Pubblicato il 5 Mag. 2020 alle 16:10 Aggiornato il 5 Mag. 2020 alle 16:31
597
Immagine di copertina
Credits: EPA/MAXIM SHIPENKOV

Russia, tre medici caduti da finestra in circostanze misteriose | Coronavirus

Nella Russia che, come il resto del mondo, combatte la sua lotta contro il Coronavirus, nelle scorse settimane tre medici sono caduti dalla finestra in circostanze misteriose: due di loro sono morti, mentre uno è attualmente ricoverato in ospedale in condizioni critiche. L’ultimo incidente, in ordine di tempo, è stato quello avvenuto il 2 maggio scorso ad Alexander Shulepov, che ha riportato una frattura cranica dopo essere caduto dal secondo piano di un ospedale di campagna, nel quale era in cura per il Covid-19. Prima di lui, a cadere dalla finestra di un ospedale – rimanendone uccise – erano state Elena Nepomnyashchaya, in Siberia, e Natalia Lebedeva, a Mosca.

Sui tre casi la polizia ha avviato le indagini, nonostante li abbia classificati come “tragici incidenti”. A destare sospetti è il fatto che tutti e tre i medici, in modi diversi, avevano criticato la gestione dell’emergenza Coronavirus all’interno delle loro strutture. Shulepov, 37 anni, aveva girato un video con un collega in cui denunciava che il primario dell’ospedale del villaggio lo aveva costretto a lavorare, nonostante fosse risultato positivo al tampone. Inoltre, l’operatore sanitario aveva denunciato la mancanza di dispositivi di protezione. Il video ha fatto molto discutere, al punto che lo stesso Shulepov, poco dopo, ne ha diffuso un secondo in cui faceva marcia indietro e ritirava le accuse, definendole “emotive”. Nei guai, insieme a Shulepov, è finito anche un suo collega, Alexander Kosyakin, l’uomo che ha girato il video in questione: il medico è stato accusato di diffondere fake news sul virus, un reato che in Russia comporta fino a cinque anni di detenzione, secondo una legge di recente approvazione.

Per quanto riguarda le altre due dottoresse, entrambe morte, secondo alcuni media locali Lebedeva era stata indicata come la responsabile della diffusione del contagio presso il centro di addestramento per cosmonauti, Città delle Stelle. La donna si sarebbe tolta la vita dopo aver scoperto di essere positiva al Coronavirus. Nepomyashchaya, primario a Krasnoyarsk, è invece caduta dal quinto piano mentre parlava con cui alcuni funzionari della sanità pubblica. Nei giorni precedenti, la dottoressa aveva deciso di non accettare pazienti Covid nella sua struttura, a causa della mancanza di adeguate protezioni per il personale medico.

Leggi anche:

1. “Ho il Coronavirus da 83 giorni, ma secondo il test sierologico sono negativa”: la storia di Elena / 2. Un bambino di 10 anni malato di leucemia è guarito dal Coronavirus / 3. Rezza (Iss): “Bisogna fare attenzione, un nuovo lockdown sarebbe disastroso. Il Coronavirus non scomparirà a giugno”

4. Come e quando usare le mascherine: il video del ministero della Salute / 5. Udine, autista di bus si rompe il polso e al pronto soccorso scopre di essere positivo al Coronavirus / 6. Il grido dei neolaureati in Medicina: “In Italia mancano i medici ma ogni anno lo Stato lascia 10mila di noi senza specializzazione”

Messaggio politico elettorale. Committente: Tobia Zevi

TUTTE LE NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

597
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.