Covid ultime 24h
casi +15.199
deceduti +127
tamponi +177.848
terapie intensive +56

Usa, Donald Trump ha rimosso la ministra dell’Interno Kirstjen Nielsen

Di Carmelo Leo
Pubblicato il 8 Apr. 2019 alle 07:49 Aggiornato il 11 Set. 2019 alle 02:25
0
Immagine di copertina
L'ex ministra dell'Interno americana Kirstjen Nielsen e il presidente Donald Trump (credit: EPA/Michael Reynolds)

Nelle ultime settimane il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, non è arretrato di un solo passo sulla questione del confine con il Messico. E proprio a causa del boom di richieste di asilo pervenute negli Usa dal vicino sudamericano, il tycoon ha deciso di rimuovere la figura che corrisponde al nostro ministro dell’Interno, cioè la segretaria alla Sicurezza interna Kirstjen Nielsen.

La decisione era nell’aria da tempo: più volte negli ultimi tempi Trump aveva apertamente criticato la “superministra” dell’Interno, rea secondo il presidente di essere troppo morbida sul tema dei migranti che arrivano negli Stati Uniti dalla frontiera meridionale con il Messico.

“Ho il piacere di annunciare – ha twittato il presidente – che la guida della Homeland Security viene assunta da Kevin McAleenan, attuale capo della U.S. Customs and Border Protection“.

ministro interno usa

La Homeland Security è un superministero istituito dall’ex capo della Casa Bianca, George Bush, all’indomani dell’attentato dell’11 settembre. Le competenze di questo ufficio spaziano dall’anti-terrorismo ai controlli alle frontiere.

L’arrivo di McAleenan a capo del Dipartimento lascia intuire che nei prossimi giorni potrebbe arrivare una stretta sui controlli di polizia ai confini.

Nel frattempo, non ha ancora una soluzione il lungo dibattito in corso tra Trump e il Congresso sui fondi per la costruzione del Muro con il Messico. Dopo il veto posto dal presidente americano alla decisione del Senato di bloccare l’emergenza nazionale, a fine marzo il Pentagono ha sbloccato 1 miliardo di dollari per il finanziamento della barriera.

Sul tema dei migranti messicani, nella notte Trump ha fatto sapere che “il Messico deve arrestare tutti i clandestini e non consentire loro di fare la lunga marcia fino agli Stati Uniti, o non avremo altra scelta che chiudere le frontiere. Il nostro Paese è pieno”.

ministro interno usa

Secondo i dati diffusi dalla Casa Bianca, nel solo mese di marzo la polizia di frontiera ha fermato circa 100mila stranieri. Una migrazione di questa entità non si vedeva dall’inizio del decennio scorso.

Il muro che separa gli Usa dal Messico visto dall’alto: la foto è impressionante

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.