Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 14:54
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Muro Usa-Messico, stanziati dal Pentagono fondi per 1 miliardo di dollari

Immagine di copertina

Il presidente americano Donald Trump ha ottenuto dal Pentagono i fondi per la realizzazione del muro al confine con il Messico.

Il 26 marzo l’inquilino della Casa Bianca ha incassato il via libera del Pentagono, che ha permesso lo stanziamento di un miliardo di dollari costruire la barriera divisoria nel Sud.

In questo modo il presidente punta a combattere l’immigrazione proveniente dal Messico, rafforzando un muro che già divide i due paesi.

Il miliardo appena stanziato rappresenta solo una prima tranche delle risorse complessive che il presidente potrà impiegare per la costruzione del muro: l’Amministrazione Trump ha intenzione di recuperare altri 1,5 miliardi di dollari per il progetto, utilizzando lo stato di emergenza dichiarato dal presidente per superare il veto del Congresso.

Secondo l’inquilino della Casa Bianca, la situazione alla frontiera con il Messico è una vera e propria “crisi”, per cui è necessario realizzare una barriera fisica che blocchi l’ingresso dei “criminali” in territorio americano.

Lo stato di emergenza – Il 15 febbraio 2019 il presidente Trump ha dichiarato l’”emergenza nazionale” per ottenere le risorse necessarie per la costruzione del Muro al confine con il Messico.

La Camera degli Stati Uniti però ha opposto resistenza, votando contro lo stato di emergenza nazionale, ma per bloccare il progetto del presidente servirà anche l’opposizione del Senato, che presto si esprimerà sulla questione.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Crisi climatica: negli Stati Uniti il fiume Colorado rischia di scomparire
Esteri / Scotland Yard, il deputato britannico David Amess è stato ucciso “per terrorismo”
Esteri / Polonia, in piazza per dire No all’uscita dall’Ue: il fotoreportage su The Post Internazionale
Ti potrebbe interessare
Esteri / Crisi climatica: negli Stati Uniti il fiume Colorado rischia di scomparire
Esteri / Scotland Yard, il deputato britannico David Amess è stato ucciso “per terrorismo”
Esteri / Polonia, in piazza per dire No all’uscita dall’Ue: il fotoreportage su The Post Internazionale
Esteri / Buckingham Palace e la Torre di Londra potrebbero finire in fondo al mare: lo studio
Esteri / Dall’Austria all’Etiopia: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Farnesina, gioco delle coppie all’ambasciata in Russia: parentopoli all’italiana
Esteri / Sei vegano? Nel Regno Unito puoi esimerti dal vaccino anti-Covid: “È come una fede religiosa”
Esteri / La regina Elisabetta come Greta: "I leader parlano di ambiente, ma non fanno niente"
Esteri / Quattro podcast che raccontano quattro storie di giovani donne afghane
Esteri / Dalla conversione all’Islam ai precedenti: chi è l’attentatore di Kongsberg armato di arco e frecce