Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 20:41
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Trump pone il suo veto contro il Senato per costruire Muro con il Messico

Immagine di copertina

Il presidente americano, Donald Trump, ha firmato il primo veto della sua presidenza. Lo ha usato contro il Senato, che aveva respinto la dichiarazione di emergenza nazionale per la costruzione del Muro al confine con il Messico.

Ad annunciarlo l’account ufficiale della Casa Bianca, con un tweet. “Qualche momento fa – si legge nel messaggio – il presidente Trump ha firmato il veto alla risoluzione, introdotta dalla speaker della Camera Nancy Pelosi, che bloccava la dichiarazione di emergenza nazionale per la crisi al confine meridionale”.

trump veto muro messico

Con il veto, il capo della Casa Bianca invalida il voto del Senato a maggioranza repubblicana, che solo ieri aveva bocciato la dichiarazione di emergenza nazionale di Trump per poter finanziare il tanto agognato muro al confine con il Messico. Proclamando l’emergenza nazionale, infatti, Trump avrebbe potuto bypassare il Congresso, dirottando alcuni fondi già destinati ad altri progetti sulla costruzione del Muro.

Il Senato invece si era opposto con 59 voti a favore della bocciatura contro 41 contrari: secondo i senatori repubblicani, chiedendo l’emergenza nazionale il presidente ha superato l’autorità concessagli dalla Costituzione. Una risoluzione, quella del Congresso, definita dal tycoon “pericolosa e sconsiderata”.

Ma fin da ieri si era capito che quella del Senato sarebbe stata una vittoria solo simbolica. Su Twitter, Trump aveva commentato con una sola parola: “Veto”. Ed è stato di parola.

Con il veto, non soltanto il presidente americano invalida la decisione del Senato. Ma si mette in una condizione di relativa tranquillità: per superare l’atto di Trump, infatti, il Congresso avrebbe bisogno di una maggioranza dei due terzi dei membri in ciascuna delle due Aule.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Liberato Baquer Namazi, ex responsabile Unicef detenuto in Iran insieme al figlio
Esteri / Lo stop del Cremlino al leader ceceno Kadyrov sull’uso dell’atomica: “Valutazioni obiettive ed equilibrate”
Esteri / Shock anafilattico dopo aver mangiato un burrito: i camerieri si rifiutano di chiamare i soccorsi e lui muore
Ti potrebbe interessare
Esteri / Liberato Baquer Namazi, ex responsabile Unicef detenuto in Iran insieme al figlio
Esteri / Lo stop del Cremlino al leader ceceno Kadyrov sull’uso dell’atomica: “Valutazioni obiettive ed equilibrate”
Esteri / Shock anafilattico dopo aver mangiato un burrito: i camerieri si rifiutano di chiamare i soccorsi e lui muore
Esteri / Quando Biden diceva: “Annettere alla Nato gli Stati Baltici sarebbe un errore”
Esteri / Perché la ragazza italiana Alessia Piperno è stata arrestata in Iran: il motivo del fermo
Esteri / Chi è Alessia Piperno, la travel blogger italiana arrestata in Iran
Esteri / Risposta Usa alle minacce nucleari russe: "Putin potrebbe prendere decisione irresponsabile"
Esteri / “In caso di attacco nucleare risponderemmo eliminando ogni forza russa in Ucraina”
Esteri / Burkina Faso: secondo golpe militare in un anno
Esteri / Proteste in Iran, Ong: “Uccise 92 persone”. Manifestanti rinchiusi nella Sharif University dalla polizia