Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 09:12
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Coronavirus, scatta una foto prima e dopo un mese di terapia intensiva: la differenza è spaventosa

Immagine di copertina
Credits: Instagram/@thebearded_nurse

L’infermiere prima e dopo intubazione in terapia intensiva | FOTO

In questi mesi di Coronavirus abbiamo sentito e letto così spesso dei migliaia di pazienti costretti a passare delle settimane in intubazione nei reparti di terapia intensiva degli ospedali da essere quasi assuefatti a quel dolore: eppure niente quanto le foto di quei momenti ci rende pienamente consapevoli delle gravi conseguenze fisiche e mentali della malattia sulle persone. In questi giorni, su Instagram, è circolata molto la foto pubblicata da Mike Schultz, un infermiere di 43 anni di San Francisco, in California, che ha contratto il Covid-19 ed è stato costretto al ricovero in ospedale. Si tratta di uno scatto davvero impressionante.

L’infermiere, infatti, ha pubblicato un collage con due immagini di se stesso: una realizzata prima di ammalarsi di Coronavirus e una dopo un mese e mezzo di ricovero, di cui quattro settimane passate in intubazione in terapia intensiva. “Volevo mostrare a tutti – ha scritto Schultz nella didascalia del suo post – quanto può essere brutto passare 6 settimane con un ventilatore polmonare o in intubazione. La polmonite provocata dal Covid ha ridotto moltissimo la mia capacità respiratoria. Per 8 settimane sono stato lontano dalla mia famiglia e dagli amici. Ogni giorno mi sono sforzato per stare meglio. Tornerò alla mia vita di sempre in modo più sano stavolta. E potrei persino tornare a fare cardio”.

foto terapia intensiva

Prima di contrarre il Coronavirus, l’infermiere – appassionato di body building – aveva un tono muscolare molto evidente. Nella seconda foto, però, si vede chiaramente che gran parte della massa del suo corpo è stata letteralmente risucchiata dal Covid e da tutto quel tempo passato in ospedale, in terapia intensiva. Prima pesava 86 chili, mentre quando è uscito dalla terapia intensiva era sceso a 63. A BuzzFeed News, Schultz ha raccontato che durante l’intubazione aveva perso completamente la cognizione del tempo. Anche quando è stato meglio, inoltre, l’infermiere ha raccontato di aver vissuto momenti di grande debolezza e dolori in tutto il corpo. Schultz ha dichiarato inoltre di non aver sofferto di patologie pregresse e di ritenere di aver contratto il Coronavirus durante una festa a Miami a marzo. Ben 38 persone che hanno preso parte a quel party si sono ammalate: tre sono morte.

Leggi anche:

1. De Magistris a TPI: “De Luca assurdo, Napoli riapre per ultima solo perché lui vuole mettersi in mostra” / 2. Don Gnocchi, i parenti delle vittime chiedono il risarcimento danni: “Anziani non protetti da infezione” / 3. A San Severo si festeggia un boss. Ma in Italia si fanno multe a chi passeggia per strada

4. “Se ti chiama a casa il governatore Fontana”, il racconto del giornalista Max Rigano / 5. “Mio padre morto di Covid e la mia famiglia costretta a spendere 500 euro tra test sierologici e tamponi privati”, la denuncia a TPI / 6. Storia di un lombardo che vorrebbe tornare a vivere sapendo se è positivo

7. Palermo, arrestato per corruzione il commissario per l’emergenza Coronavirus in Sicilia: in tutto 10 arresti / 8. Spostamenti tra regioni: “La data dal 3 giugno è a rischio”. Ecco perché

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO
CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI
Ti potrebbe interessare
Esteri / La provocazione di Putin: Edward Snowden diventa cittadino russo
Esteri / Gas, perdite nei gasdotti Nord Stream 1 e 2: “Danni deliberati”
Esteri / Patrick Zaki, ipotesi prolungamento processo
Ti potrebbe interessare
Esteri / La provocazione di Putin: Edward Snowden diventa cittadino russo
Esteri / Gas, perdite nei gasdotti Nord Stream 1 e 2: “Danni deliberati”
Esteri / Patrick Zaki, ipotesi prolungamento processo
Esteri / In fuga da Putin, le autorità della Finlandia: “Oltre 7mila russi entrati lunedì dalla frontiera”
Esteri / Medvedev: “La Russia ha il diritto di usare le armi nucleari se necessario, la Nato non interferirà”
Esteri / DART: la missione spaziale per deviare gli asteroidi che minacciano la Terra
Esteri / Cuba approva con un referendum il codice delle famiglie: le coppie omosessuali potranno sposarsi e adottare
Esteri / Russia, neonazista apre il fuoco in una scuola: almeno 13 morti, tra cui 7 bambini
Esteri / Trionfo Meloni, esultano Orban e Le Pen: “Vittoria meritata”. Premier Borne: “Vigileremo sul rispetto dei diritti umani”
Esteri / Iran: uccisa con 6 proiettili la 20enne Hadis Najafi mentre manifestava per Mahsa Amini