Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 19:59
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Repubblica Ceca, festa di addio al Coronavirus in un night club di Praga: 68 contagiati, tra cui alcuni calciatori

Immagine di copertina

Festa di addio al Coronavirus in un night club: 68 contagiati

Decidono di organizzare una festa di addio al Coronavirus in un night club: il party provoca 68 contagiati. La surreale vicenda è avvenuta a Praga, capitale della Repubblica Ceca, e ha visto protagonisti anche alcuni calciatori. Secondo quanto riferito dalle autorità sanitaria, la festa si è svolta lo scorso 11 luglio in una discoteca della città. Al party avrebbero partecipato 17 persone, 15 delle quali sono poi risultate positive al Covid-19. Queste, poi, avrebbero infettato a loro volta familiari e amici, provocando lo scoppio di un vero e proprio focolaio con 68 contagiati e 120 persone che sono finite in isolamento domiciliare.

Covid-19, India: a New Delhi si teme un contagio ogni 4 abitanti

Secondo i media locali, nel maxi contagio sono stati coinvolti anche diversi giocatori di alcune società calcistiche, tra cui Sparta Praga, Boemia 1905 e Dukla Praga. Secondo il quotidiano Seznam Zprávy all’orine del contagio vi sarebbe una giovane donna, probabilmente asintomatica, entrata in contatto con alcuni dei calciatori presenti alla festa. Non è la prima volta che in Repubblica Ceca si organizzano eventi simili. Già lo scorso 1 luglio, sul Ponte Carlo, sempre a Praga, era stato organizzato un maxi banchetto per celebrare la fine dell’emergenza Coronavirus. Secondo gli ultimi dati forniti dalla Johns Hopkins University, in Repubblica Ceca sono stati registrati più di 14mila casi, mentre i morti sono stati più di 360.

Leggi anche: 1. Il dualismo del virologo Lopalco: in tv richiama alla prudenza, in Puglia (dove è candidato) riapre tutto / 2. Bisogna ammetterlo, questa volta Conte e la sua squadra hanno giocato bene. Ma ora i soldi non vanno sprecati/ 3. La stoccata di De Luca: “Milano non si ferma, Bergamo non si ferma. E poi si sono fermati a contare i morti”

4. “I raggi ultravioletti distruggono il Coronavirus in pochi secondi”: lo studio / 5. Coronavirus, la storia del “paziente 206”: il superuntore che ha contagiato oltre 1.000 persone nello Sri Lanka / 5. Coronavirus, il Guardian: “Così l’Europa ha ignorato l’Sos italiano a fine febbraio”

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

Ti potrebbe interessare
Esteri / I talebani appendono i cadaveri di 4 uomini a una gru nella piazza di Herat: “Ecco la pena per i rapitori”
Esteri / Nel Regno Unito mancano cibo e benzina, la colpa è della Brexit e nessuno lo dice
Esteri / Afghanistan, attentato esplosivo a Jalalabad: 8 morti
Ti potrebbe interessare
Esteri / I talebani appendono i cadaveri di 4 uomini a una gru nella piazza di Herat: “Ecco la pena per i rapitori”
Esteri / Nel Regno Unito mancano cibo e benzina, la colpa è della Brexit e nessuno lo dice
Esteri / Afghanistan, attentato esplosivo a Jalalabad: 8 morti
Esteri / “Tassate noi ricchi”: a TPI parla l’ereditiera tedesca che propone la patrimoniale per colmare le disuguaglianze
Esteri / Tunisia: il presidente Saied si attribuisce poteri quasi illimitati. “È un colpo di stato”
Esteri / Draghi: "L'Italia donerà 45 milioni di vaccini ai Paesi più poveri"
Esteri / Germania, niente stipendio ai no vax in quarantena: “Perché devono pagare altri per chi sceglie di non vaccinarsi?”
Esteri / Elezioni in Germania: chi sarà il successore di Angela Merkel. La guida al voto
Esteri / Francia, candidato alle presidenziali attacca la Nutella: “Fa male ai bambini e all’ambiente”
Esteri / Condannato a 25 anni l’eroe di “Hotel Rwanda”: salvò 1.200 persone dal genocidio