Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 15:25
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Economia » Lavoro

Concorso straordinario della scuola, c’è la data: si parte il 22 ottobre 2020

Immagine di copertina

Concorso straordinario della scuola: data, come funziona e posti a disposizione

Per il concorso straordinario della scuola è stata finalmente fissata la data. Il 22 ottobre 2020 (andrà in Gazzetta Ufficiale domani) partirà la prova scritta del concorso straordinario per i docenti delle medie e delle superiori con almeno tre anni di servizio svolti dal 2008 ad oggi. Dopo mesi di polemiche, un braccio di ferro con i sindacati, la mediazione del premier Giuseppe Conte, è stata resa nota la data del concorso per 32mila posti messi a bando e per il quale ci sono state oltre 64mila domande. Ai vincitori sarà riconosciuta la decorrenza giuridica del rapporto di lavoro dal 1 settembre 2020.

Quanto dura e come funziona

Si parte il 22 ottobre 2020, si continuerà fino a metà novembre in modo scaglionato. Intanto è partita la corsa contro il tempo per trovare le aule informatiche nelle scuole, molte usate per fare lezione garantendo il distanziamento. Da mettere a punto sarà anche il protocollo per garantire la sicurezza. All’interno dei locali in cui si terrà la prova computer-based saranno attuate le misure anti-Covid: distanziamento, mascherine. All’ingresso sarà controllata la temperatura con i termoscanner: chi ha febbre superiore a 37,5 o sintomatologia respiratoria non potrà accedere. I professori in quarantena non potranno partecipare al concorso straordinario della scuola. La prova scritta, che andrà superata con il punteggio minimo di sette decimi o equivalente e che sarà svolta con il sistema informatizzato, sarà distinta per classe di concorso e tipologia di posto. Quanto durerà la prova? La durata sarà pari a 150 minuti. I candidati devono rispondere a cinque quesiti a risposta aperta volte ad accertare le competenze disciplinari e didattiche più un sesto quesito per la comprensione della lingua inglese (livello B2).

Concorso straordinario della scuola: i posti

Quanti posti ci sono per ogni regione? In testa la Lombardia (6.929), seguono Piemonte (3.142), Veneto (3.111), Emilia Romagna (2.803), Lazio (2.695), Campania (2.368) e Toscana (2.572). Dove sono i posti per materie? Soprattutto nel sostegno: i posti sono 5.669. Poi nelle materie letterarie e scientifiche. Ci sono 3.798 posti per insegnare italiano, storia e geografia alle medie; 3.145 in Matematica a Scienze (classe di concorso A028); 1.753 posti per insegnare italiano alle superiori; 1.081 in Scienze motorie alle superiori (763 alle medie); 1.027 in Matematica; 987 in Inglese alla secondaria di secondo grado (più 747 posti alle medie); 829 in Scienze e tecnologie informatiche; 814 per musica alle medie; 707 in Matematica e Fisica; 424 in discipline letterarie e latino; 286 in Fisica. Le Regioni per le quali sono state presentate più domande sono la Lombardia (12.385), la Toscana (5.923) e l’Emilia Romagna (5.824).

Leggi anche: 1. Quando Piero Angela elogiava in tv i “banchi di Azzolina” | VIDEO / 2. Scuola, Azzolina annuncia: concorso a ottobre. “In un paese civile dovrebbero essere ogni due anni” / 3. In difesa della ministra Azzolina: le polemiche sui banchi non hanno senso

Ti potrebbe interessare
Economia / Sicurezza sul lavoro, dai maggiori controlli alle sanzioni: le novità in arrivo
Lavoro / Preparati al mondo del lavoro, partecipa a Destination Work City di Gi Group
Cultura / Conciliare cyber-security e smart working è una sfida
Ti potrebbe interessare
Economia / Sicurezza sul lavoro, dai maggiori controlli alle sanzioni: le novità in arrivo
Lavoro / Preparati al mondo del lavoro, partecipa a Destination Work City di Gi Group
Cultura / Conciliare cyber-security e smart working è una sfida
Cultura / Connessi, multitasking, trasversali: il futuro del lavoro è dei multipotenziali
Lavoro / Il data scientist è entrato nel cuore delle aziende
Lavoro / Gaming, realtà virtuale e smart working: lavoro e videogame
Economia / La digitalizzazione nel mondo del lavoro e la disuguaglianza di genere
Economia / Hai un’idea? Può diventare business. Intervista al Founder Alfredo Fefè
Lavoro / Telecamere nei luoghi di lavoro? Come il VAR sui campi di calcio
Lavoro / Whatsapp e lavoro: attenzione alle chat