Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 17:56
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Willy Monteiro Duarte, cambia l’accusa per i fratelli Bianchi: “Omicidio volontario”

Immagine di copertina

Su richiesta della Procura, l’imputazione passa da omicidio preterintenzionale a volontario per i 4 indagati

È arrivata una svolta nelle indagini sulla morte del 21enne italo-capoverdiano Willy Monteiro Duarte, aggredito e ucciso a calci e pugni nella notte tra 5 e 6 settembre 2020 a Colleferro: dalla Procura non sarà più contestato agli indagati l’omicidio preterintenzionale, ma quello volontario.

Cambia dunque l’accusa per i sospetti aggressori di Willy, i fratelli Marco e Gabriele Bianchi, Mario Pincarelli e Francesco Belleggia. La nuova formulazione è contenuta in una nuova ordinanza di custodia cautelare, notificata ieri dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Colleferro ai quattro indagati. Il provvedimento integra e modifica la misura cautelare emessa nel settembre scorso.

Il sostituto procuratore Luigi Paoletti è convinto da tempo che il branco abbia agito per uccidere, come sembrano confermare gli ultimi accertamenti medico-legali e le indagini affidate ai carabinieri. In questi mesi gli inquirenti hanno svolto intercettazioni telefoniche e ambientali, raccolto sommarie informazioni testimoniali e compiuto accertamenti vari, con cui sono stati individuati gravi indizi di colpevolezza.

“Tutti gli elementi conducono naturalmente a ritenere che i quattro indagati non solo avessero consapevolmente accettato il rischio di uccidere Willy, ma colpendolo ripetutamente, con una violenza del tutto sproporzionata alla volontà di arrecargli delle semplici lesioni, avessero previsto e voluto alternativamente la morte o il grave ferimento della vittima”, scrive il gip di Velletri Giuseppe Boccarrato nell’ordinanza che integra e aggrava il provvedimento di misura cautelare, citata dall’AdnKronos.

“Tutti gli elementi confortano senza possibilità di dubbio la qualificazione del fatto in quanto, per la modalità dell’azione, realizzata da più persone coordinate, per la localizzazione e violenza dei colpi, inferti in più parti vitali”, si legge nell’ordinanza, “per le condizioni in cui versava la vittima, colpita alla sprovvista nella prima fase e poi addirittura quando si trovava inerme in terra nella seconda, e per l’esperienza nelle tecniche di combattimento dei fratelli Bianchi e del Belleggia, va senza dubbio esclusa la condizione minima per contestare l’omicidio preterintenzionale, ovvero la divergenza assoluta tra il risultato voluto e quello effettivamente realizzato”.

“Gli informatori sentiti nel corso delle indagini”, sottolinea il gip, “confermavano che Willy veniva aggredito nonostante fosse del tutto estraneo alla discussione in corso tra Belleggia e gli amici di Zurma, sicché i quattro indagati nel colpirlo e infierendo con crudeltà su un ragazzo inerme, erano animati semplicemente dalla volontà di dimostrare la forza del proprio gruppo”.

Leggi anche: 1. Dal culto per le arti marziali ai precedenti per spaccio: chi sono gli aggressori di Willy Monteiro /2. Il vuoto politico e sociale produce i mostri inumani di Colleferro (di Giulio Gambino) / 3. Se a uccidere un bianco fossero stati 4 neri sarebbe scoppiato il finimondo (di G. Cavalli)

4. Omicidio Willy, i familiari degli arrestati: “Era solo un immigrato, non hanno fatto niente di male” /5. Quel gesto vigliacco e codardo: infierire sul corpo di Willy quando era già in terra (di Lara Tomasetta)  /6. “Un Natale assurdo e triste, ma lui è con noi con l’anima e il cuore”: a TPI parla il cugino di Willy Duarte 

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Lazio, il consigliere no vax Barillari si punta una pistola al braccio: "Il vaccino è una roulette russa"
Cronaca / 18 morti e 6.619 casi nell'ultimo giorno: tasso di positività al 2,7%
Cronaca / “Vi aspetto in terapia intensiva, con un pizzico di piacere”: infermiere punito per un post contro i no vax
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Lazio, il consigliere no vax Barillari si punta una pistola al braccio: "Il vaccino è una roulette russa"
Cronaca / 18 morti e 6.619 casi nell'ultimo giorno: tasso di positività al 2,7%
Cronaca / “Vi aspetto in terapia intensiva, con un pizzico di piacere”: infermiere punito per un post contro i no vax
Cronaca / Pisa, operai licenziati dopo aver scioperato per il salario: la denuncia della Cgil
Cronaca / Focolaio Covid tra gli attori: “Tutto è partito da un festival in Sardegna”
Cronaca / Scuola, il piano Bianchi “copia” Azzolina e ha paura di nominare la didattica a distanza
Cronaca / Brusaferro (Iss) chiede prudenza: "Rt verso stabilizzazione"
Cronaca / Il 58,82% della popolazione italiana ha completato il ciclo vaccinale
Cronaca / “Non vi azzardate a vaccinarmi”: le parole di una 50enne no vax prima di essere intubata per Covid
Cronaca / Licata, consigliere comunale ex Lega spara 4 colpi di pistola contro il socio in affari