Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 21:17
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Il vuoto politico e sociale produce i mostri inumani di Colleferro

L'intervento del direttore di TPI, Giulio Gambino, a "Lavori in corso" su Radio Radio

A Colleferro quattro bifolchi hanno preso a botte un ragazzo di 21 anni e lo hanno ammazzato. Questa è una cosa terribile e chiunque la deve condannare. Dopo la morte di Willy, i politici devono alzarsi in piedi e fare un minuto in silenzio, ma anche 5 minuti di mea culpa per tutto quello che si stanno dimenticando di dire. Nelle periferie sta scoppiando una bomba sociale. E anche nei vari paesi e comuni italiani, non solo nel Mezzogiorno.

Da quello che è accaduto emerge, da un lato, una considerazione di tipo “psicologico”: quei quattro ragazzi che sono usciti per andare a picchiare e uccidere un ragazzo sono evidentemente dei frustrati, dei repressi. In secondo luogo, però, non ci possiamo scordare i tanti Colleferro italiani. Non possiamo lasciare la gente da sola così, questo è il risultato di un abbandono da parte della politica. Abbiamo voluto cancellare i partiti, mettendo da parte i valori che ci guidavano? Questo è quello che succede.

Il problema non è che Salvini ha parlato del fatto in ritardo, ma è raccontare perché quella fetta di popolazione a cui lui in larga parte si rivolge agisce così. C’è un malcontento da parte di una fetta enorme della popolazione. Il problema è del Pd che se ne frega o della Lega? In che modo dovremo parlare a queste persone che non ascoltano, non leggono i giornali? Salvini allora faccia qualcosa lì, invece di un tweet.

Nel momento in cui c’è un tema delicato come il razzismo – e lo vediamo per quello che sta succedendo in America – quando c’è un caso di bianchi contro un ragazzo di colore, questo sospetto diventa un classicone. Bisogna tornare nelle piazze. Io mi chiedo, in quella piazza di Colleferro, chi c’era? Perché è avvenuta questa cosa? Chi non ha controllato? Perché questi ragazzi si sono comportati in questo modo?

Se ti ritrovi solo, abbandonato a te stesso, senza un partito e senza la Chiesa, se non hai lavoro… Il problema è: perché a monte capitano queste cose? C’è qualcosa che non va nella nostra società, nella nostra mente. Siamo totalmente abbandonati, chiusi in noi stessi e questo è quello che avviene.

Leggi anche: 1. Se a uccidere un bianco fossero stati 4 neri sarebbe scoppiato il finimondo (di G. Cavalli) / 2. Omicidio Willy, i familiari degli arrestati: “Era solo un immigrato, non hanno fatto niente di male”

Ti potrebbe interessare
Cronaca / 7.230 casi e 27 morti nell'ultimo giorno. Tasso di positività al 3,4%
Cronaca / Ostuni, musica alta alle 4 di notte: ex assessore scende in strada e distrugge la cassa a bastonate | VIDEO
Cronaca / “Ho due dosi di vaccino ReiThera e gli anticorpi alti ma non ho diritto al Green Pass. Abbandonato dallo Stato”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / 7.230 casi e 27 morti nell'ultimo giorno. Tasso di positività al 3,4%
Cronaca / Ostuni, musica alta alle 4 di notte: ex assessore scende in strada e distrugge la cassa a bastonate | VIDEO
Cronaca / “Ho due dosi di vaccino ReiThera e gli anticorpi alti ma non ho diritto al Green Pass. Abbandonato dallo Stato”
Cronaca / Green pass: da settembre obbligo per prof, studenti universitari e trasporti a lunga percorrenza
Cronaca / Il bambino tetraplegico rimasto senza alimenti per l’attacco hacker alla regione Lazio
Cronaca / Agrigento, l’appello dal letto di ospedale di una no-vax pentita
Cronaca / Il Cdm ha approvato il nuovo decreto sul Green Pass
Cronaca / Immunizzato il 61,8% della popolazione italiana
Cronaca / Il report dell’Aifa sui vaccini: 16 eventi gravi ogni 100mila dosi somministrate
Cronaca / Imola, violenta la figlia 15enne e la mette incinta