Covid ultime 24h
casi +19.143
deceduti +91
tamponi +182.032
terapie intensive +57

Il padre di Viviana Parisi: “Mia figlia è stata uccisa, indagini superficiali”

Di Anna Ditta
Pubblicato il 7 Ott. 2020 alle 17:15
31
Immagine di copertina
A sinistra Viviana Parisi, a destra il padre Luigino Parisi

“Mia figlia è stata uccisa”. Luigino Parisi, padre di Viviana, dj di origini torinesi trovata morta l’8 agosto poco lontano dall’autostrada Messina-Palermo a cinque giorni dalla sua scomparsa con il figlio Gioele, è convinto che dietro la morte della figlia ci sia un omicidio.

“Mia figlia secondo me è stata portata lì, non si sarebbe mai buttata dal traliccio”, ha dichiarato Parisi,  intervistato nel corso della puntata di oggi di Storie italiane, su Rai 1. “Secondo me è stata uccisa. Come ho detto al procuratore, lei è entrata in una stanza buia, e poi non sappiamo cosa sia successo”.

La famiglia ha sempre respinto la pista dell’omicidio-suicidio riguardo alla morte di Viviana Parisi e del figlio Gioele, i cui resti sono stati individuati undici giorni dopo il ritrovamento del corpo della madre, tra i cespugli di macchia mediterranea. “Le indagini sono state superficiali“, ha dichiarato Parisi a Storie italiane. “Volevano chiudere subito il caso classificandolo come un omicidio-suicidio”.

Le dichiarazioni del padre di Viviana Parisi arrivano dopo che, nei giorni scorsi, dagli esami delle tracce trovate sul traliccio ai piedi del quale è stato trovato il cadavere di Viviana, è emerso che queste non appartenevano alla donna. “Ad oggi niente colloca Viviana su quel traliccio”, ha scritto su Facebook Daniele Mondello, il dj marito di Viviana Parisi e papà di Gioele. “Non ci sono impronte digitali, non ci sono tracce ematiche, non ci sono tracce biologiche. Niente di niente”.

A proposito della famiglia Mondello, il padre di Viviana Parisi ricorda: “Quel giorno sono stati chiamati perché mia figlia era dispersa nel bosco e sono stati bloccati dalla polizia a Sant’Agata di Militello fino a notte fonda mentre, invece, sarebbero potuti arrivare sul posto e avrebbero potuto trovare mia figlia e mio nipote vivi”.

Anche Daniele Mondello, intervenuto nella stessa puntata di Storie italiane, sostiene la tesi del padre di Viviana. “Anche io la penso così”, ha dichiarato. “Viviana è stata portata in quel bosco, ha cercato di proteggere il bambino ed è stata aggredita“, il piccolo Gioele, invece, secondo il papà, sarebbe stato ucciso dai cani. “Non ci sono altre ipotesi, il bambino in macchina non è morto, sul traliccio non ci sono tracce. Per me l’unica ipotesi è questa: è stata aggredita”. Il marito di Viviana è stato molto critico anche sulle ricerche: “Sono state un fallimento dal primo giorno”, accusa. “Volevano chiuderla lì con un omicidio-suicidio, ma Viviana non avrebbe mai toccato il bambino”.

Leggi anche: 1. Morte Viviana Parisi, spunta telefonata a numero di emergenza: “Donna e bimbo a bordo di un’auto” /2. Morte Viviana Parisi, l’autopsia non scioglie i dubbi: “Non è esclusa nessuna ipotesi” /3. L’incidente, lo strano percorso a zig zag: i nodi da sciogliere sulla morte di Viviana Parisi per ritrovare Gioele

31
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.