Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 20:52
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Il sito che calcola la probabilità di incontrare una persona affetta da Covid a un evento

Immagine di copertina

Perché il nuovo Dpcm varato dal governo impone di invitare a cena un massimo di sei persone? Cosa cambia se invece ne invito dieci? “Aggiungere un posto a tavola” al ristorante ha davvero un impatto sulla diffusione del contagio? A cambiare sono le probabilità di entrare in contatto con almeno una persona positiva al Covid-19, che secondo gli esperti dovrebbe tenersi sempre al di sotto dell’1 per cento. Per capirlo basta esplorare la mappa messa a punto dai ricercatori di Fondazione Isi, che insieme ai colleghi del Mobs Labs della Northeastern University di Boston – diretto dal fisico Alessandro Vespignani – hanno sviluppato il portale “Eventi e Covid-19“. Il sito permette di calcolare la probabilità di incontrare una persona affetta da Coronavirus a un dato evento partendo da due variabili, il numero di persone presenti e la provincia in cui si svolge, considerando il numero di infetti in quell’area in un intervallo che va dai 7 ai 10 giorni precedenti e il fattore di sottostima delle infezioni reali.

Significa che possiamo indicare sulla mappa interattiva disponibile sul sito il luogo dove si svolge l’evento e il numero di persone presenti per calcolare la probabilità che abbiamo d’incontrare una persona positiva al Covid. Si vedrà così la netta differenza a seconda del numero di persone: quando queste sono pari a dieci, la soglia si aggira intorno all’1 per cento, con percentuali molto basse – al di sotto dell’1 per cento – in province come Grosseto o Cosenza, e più alte in città come Milano o Genova dove – decidendo di incrociare il dato relativo al numero di infetti in quella provincia nei dieci giorni precedenti all’evento – la probabilità è rispettivamente del 2 e del 3,4. Ma man mano che si aggiungono “invitati”, le percentuali aumentano esponenzialmente, aggirandosi intorno al 10 per cento, con città come Milano, Genova o Napoli sempre in poll positions e una media che sale fino al 20 per cento di possibilità di incontrare una persona infetta. Sopra le 5mila persone invece le differenze geografiche si appiattiscono: a un evento con 10mila persone la probabilità d’incrociare almeno un contatto positivo al Covid è del 100 per cento ovunque in Italia.

Significa che se assistessimo a una partita di calcio in uno stadio che ospita fino a 70mila persone (come l’Olimpico o il Meazza), riempito anche solo fino a metà della sua capienza massima, avremmo oltre il 100 per cento di possibilità di entrare in contatto con almeno una persona infetta. Ovviamente questo non vuol dire che vi sono altrettante probabilità di contrarre il virus, perché queste dipendono dal comportamento di ognuno, come il rispetto della distanza di sicurezza, l’uso della mascherina e l’osservanza delle norme igieniche. Eppure un simile calcolo fa capire meglio da cosa nascono i divieti e cosa guida i policy makers nello stabilire i limiti e le regole di convivenza contenuti nei Dpcm.

Leggi anche: 1. “La gente non ci vuole mai credere fino a quando deve per forza toccare con mano che il virus non è mai stato meno letale”. Parla Cartabellotta del Gimbe 2.Nonostante il Covid abbiamo realizzato solo metà delle terapie intensive e usato un terzo dei fondi per posti letto e tamponi / 3. Coronavirus, Pregliasco: “Tra due-tre settimane si rischia di chiudere i confini regionali” / 4. Tutti i numeri su Immuni tra le omissioni delle Asl e la paura dei contagiati

5. Conte firma il nuovo Dpcm: no alle feste, bar e ristoranti chiusi a mezzanotte. Tutte le misure / 6. Covid, il ministro Speranza: “Il 75% dei contagi da parenti e amici: stop a tutte le feste” / 7. L’epidemiologo Le Foche: “I contagiati hanno carica virale bassa, epidemia domabile in primavera” / 8. Ricciardi: “Rischio 16mila casi al giorno entro novembre”. Crisanti: “Possibile lockdown a Natale”

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO
CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Quirinale, Letta: “Martedì o mercoledì si arriverà a un nome condiviso da tutti”
Cronaca / Quirinale, Salvini: “Pericoloso togliere Draghi da Palazzo Chigi”
Cronaca / Green pass, da febbraio nuova scadenza: il governo valuta la proroga per chi ha fatto la terza dose
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Quirinale, Letta: “Martedì o mercoledì si arriverà a un nome condiviso da tutti”
Cronaca / Quirinale, Salvini: “Pericoloso togliere Draghi da Palazzo Chigi”
Cronaca / Green pass, da febbraio nuova scadenza: il governo valuta la proroga per chi ha fatto la terza dose
Cronaca / Quirinale, nel centrosinistra si fa largo il nome di Riccardi. Ipotesi scheda bianca al primo voto
Cronaca / Covid, oggi 138.860 casi e 227 morti: il tasso di positività al 15%
Cronaca / Intimidazione al pm che indaga che indaga sulla Fondazione Open: misterioso raid sulla sua auto
Cronaca / Strage nel bresciano: scontro tra auto e bus, morti 5 ragazzi
Cronaca / Oms: “La pandemia non finirà con Omicron”
Cronaca / Papa Francesco: "Dolore per i migranti morti in mare"
Cronaca / ESCLUSIVO TPI – “Controlli mai fatti in 25 anni”: lo scandalo dell’impianto Eni in Basilicata