Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 14:20
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

La mascherina in stoffa protegge dal virus? Sì, ma a una sola condizione

Immagine di copertina
Credit: MAURIZIO BRAMBATTI/ANSA

Mascherine in stoffa, quanto sono efficaci?

Le mascherine di stoffa sono in grado di proteggerci dal contagio? Funzionano per ridurre la probabilità di trasmissione del virus? Il nuovo studio della Unsw Sydney ha provato a rispondere a queste domande. Secondo la ricerca, le mascherine in stoffa sono in grado di difenderci dalle infezioni solo se lavate quotidianamente in lavatrice, ad alte temperature.

“Sia le mascherine in tessuto sia quelle chirurgiche – spiega Raina MacIntyre, che ha condotto la ricerca – devono essere considerate contaminate dopo l’uso. A differenza delle mascherine chirurgiche, che vengono smaltite dopo l’utilizzo, quelle in tessuto vengono riutilizzate. Anche se si può essere tentati di farlo o di lavarle in modo sommario, la ricerca suggerisce che questo aumenta il rischio di contaminazione”.

“Date le potenziali implicazioni per gli operatori sanitari e in generale per chi utilizza mascherine di stoffa durante la pandemia – aggiunge MacIntyre – abbiamo approfondito dati relativi al 2011 sul fatto che gli operatori sanitari le lavassero quotidianamente e come. È emerso che se venivano lavate nella lavanderia dell’ospedale, erano efficaci quanto una maschera chirurgica”. Come suggerisce il Messaggero, è importante sottolineare che, dato che lo studio è stato condotto quando ancora non c’era la pandemia, gli scienziati non hanno testato il SARS-CoV-2, ma hanno incluso agenti patogeni respiratori comuni come influenza, Rinovirus e Coronavirus stagionali.

“Anche se è improbabile che chi indossa una mascherina di stoffa venga a contatto con la stessa quantità di agenti patogeni di un operatore sanitario in un reparto ad alto rischio – prosegue la ricercatrice – consigliamo comunque di lavare quotidianamente le mascherine”.

Leggi anche: 1. Il “tutorial” di Conte sulle mascherine in casa: “Ecco quando è necessario usarle”; // 2. Coronavirus, le nuove regole sulle mascherine e cosa fare per evitare le multe: il vademecum; // 3. Mascherine, multe e divieti: tutte le regole in vigore da oggi

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Trieste, focolaio Covid tra i manifestanti no green pass: “È solo la punta dell’iceberg”
Cronaca / Maltempo in Sicilia e Calabria: il vero ciclone si formerà nella serata di oggi
Cronaca / Governo: “Vaccino J&J scade dopo due mesi”. Ma hanno tradotto male dall’inglese
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Trieste, focolaio Covid tra i manifestanti no green pass: “È solo la punta dell’iceberg”
Cronaca / Maltempo in Sicilia e Calabria: il vero ciclone si formerà nella serata di oggi
Cronaca / Governo: “Vaccino J&J scade dopo due mesi”. Ma hanno tradotto male dall’inglese
Cronaca / Covid, oggi 4.598 casi e 50 morti: il bollettino del 27 ottobre 2021
Cronaca / Bassetti: "Favorevole al lockdown per i non vaccinati"
Cronaca / I voli di Ita Airways non possono atterrare quando c’è la nebbia
Cronaca / Cammina nudo in tangenziale: talento della pallanuoto causa incidente a Roma
Cronaca / Covid, oggi 4.054 casi e 48 morti: tasso di positività allo 0,6%
Cronaca / Alluvione Catania, ospedale Garibaldi in ginocchio inondato dall’acqua | VIDEO
Cronaca / Pesante nubifragio si abbatte su Catania: un morto, strade inondate e blackout