Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 12:38
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Svastica sulla lapide di Lorenzo Orsetti, il combattente italiano ucciso in Siria

Immagine di copertina
Lorenzo Orsetti

A Torino, la lapide che ricorda Lorenzo Orsetti, il combattente italiano ucciso in Siria a marzo, è stata imbrattata con una svastica. L’episodio è avvenuto nella notte tra martedì 24 e mercoledì 25 aprile.

Sul basamento della targa commemorativa di corso Allamano, all’altezza del civico 40/45, è stata tracciata una svastica con vernice blu.

A posare la targa commemorativa erano stati alcuni compagni torinesi di Orsetti, che aveva espresso la volontà di essere sepolto in Siria. La famiglia, invece, vorrebbe che il giovane sia sepolto a Firenze.

Il padre di Lorenzo, Alessandro Orsetti, pochi giorni fa ha detto che il corpo si trova ancora in Rojava e ha parlato di “una mancanza di comunicazione tra l’Ypg e il consolato italiano”. I

“o non so cosa stia succedendo, però i contatti diplomatici sono problematici e questo la dice lunga”, ha aggiunto.

Era stata l’Isis, il 18 marzo scorso, ad annunciare la morte dell’italiano, pubblicando i suoi documenti su Telegram.

Orsetti, 33 anni originario della provincia di Firenze, si era unito alle milizie curdo-arabe delle YPG alla fine del 2017 [chi era Lorenzo Orsetti].

“Mio figlio era un partigiano perché aveva scelto di prendere parte, di schierarsi per difendere valori e principi come quelli di democrazia, di libertà, di cura del più umile”, aveva dichiarato il padre di Orsetti in una recente intervista a TPI.

“Mio figlio è un partigiano, la politica ha paura di certi ideali”: parla a TPI il padre di Lorenzo, il combattente italiano morto in Siria

Lorenzo Orsetti, l’ultimo video: “Se vedete questo filmato qualcosa è andato storto, ma va bene così”

“Siamo orgogliosi di lui”: parlano i genitori del combattente italiano ucciso dall’Isis in Siria

“Lorenzo te lo promettiamo, saremo tempesta”: Firenze ricorda il ragazzo morto in Siria per mano dell’Isis

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Scampia, linciato dalla folla e gettato in un cassonetto: “Stava abusando di un minore”
Cronaca / In copertina sull’Espresso un “uomo incinto”, Salvini insorge: “Egoismo e follia”
Cronaca / Silvio Berlusconi è stato dimesso dall’ospedale San Raffaele
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Scampia, linciato dalla folla e gettato in un cassonetto: “Stava abusando di un minore”
Cronaca / In copertina sull’Espresso un “uomo incinto”, Salvini insorge: “Egoismo e follia”
Cronaca / Silvio Berlusconi è stato dimesso dall’ospedale San Raffaele
Cronaca / Mors tua, dose mea: ecco perché lo stop a Reithera dimostra che è in atto una guerra sui vaccini (di L. Telese)
Cronaca / Covid, 6.659 casi e 136 morti nell'ultimo giorno
Cronaca / Aggiornamento vaccini anti-Covid: quante dosi sono state consegnate e somministrate in Italia | 16 maggio 2021
Cronaca / Domani cabina di regia del governo sullo slittamento del coprifuoco
Cronaca / Roma, donna chiusa in una smart da 4 giorni: portata in ospedale
Cronaca / Report Iss, i vaccini anti-Covid riducono contagi e ricoveri: -95% di morti già dopo la prima dose
Cronaca / Dai porti italiani partono armi destinate a Israele, ma a Livorno i portuali bloccano il carico