Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 06:07
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Lorenzo Orsetti, l’ultimo video: “Se vedete questo filmato qualcosa è andato storto, ma va bene così”.

Il 19 marzo 2019 le YPG hanno diffuso l’ultimo video realizzato da Lorenzo Orsetti [chi era], il ragazzo italiano di 33 anni ucciso dai miliziani dell’Isis a Baghouz, in Siria, il 18 marzo 2018 e intervistato da TPI il 4 marzo.

“Mi chiamo Lorenzo, vengo dall’Italia, da Firenze”, sono le prime parole pronunciate da Lorenzo.

“Sono venuto qui di mia spontanea volontà con tutta la mia speranza. Sono consapevole dei pericoli, ma sono qui per diversi motivi, principalmente perché credo nella libertà. Sono un anarchico ed ero stanco della mia vita nella società occidentale per tanto motivi che non è il caso di elencare adesso”, continua il combattente italiano, raccontando qualcosa di sé.

Poi il tono della voce cambia, le parole vengono meno: “Se vedete questo messaggio… è successo questo…ma va bene così”.

Lorenzo però si riprende subito e continua con quello che è diventato il suo ultimo videomessaggio: “Sono contento della scelta che ho fatto e la rifarei milioni di volte perché sono convinto della decisione che ho preso. Vi amo tutti, tutti coloro che siete passati per la mia vita, i miei amici, la mia famiglia, il mio cane…”.

Lorenzo Orsetti era un ragazzo di 33 anni della provincia di Firenze, nato il 13 febbraio 1986 e unitosi alle milizie curdo-arabe delle YPG un anno e mezzo fa. Il suo nome di battaglia era Tekoser.

Nelle ore successive alla sua morte era stato diffuso anche il suo ultimo messaggio-testamento.

>>“Quello di Lorenzo è stato un atto di estrema generosità”: parla l’amico Jacopo, anche lui attivista in Siria
>>La morte di Lorenzo in Siria ci insegna che dobbiamo schierarci
Ti potrebbe interessare
Esteri / Covid, il Regno Unito verso la terza dose agli over 18 dopo tre mesi dalla seconda
Esteri / Cina, Xi Jinping promette 1 miliardo in più di dosi all’Africa
Esteri / Regno Unito, 61 persone bloccate in un pub sommerso dalla neve: “Per fortuna abbiamo molta birra” | VIDEO
Ti potrebbe interessare
Esteri / Covid, il Regno Unito verso la terza dose agli over 18 dopo tre mesi dalla seconda
Esteri / Cina, Xi Jinping promette 1 miliardo in più di dosi all’Africa
Esteri / Regno Unito, 61 persone bloccate in un pub sommerso dalla neve: “Per fortuna abbiamo molta birra” | VIDEO
Cronaca / Variante Omicron, l’Oms: “Rischio elevato, possibili gravi conseguenze”
Esteri / Repubblica Ceca, la nomina del nuovo primo ministro è a prova di Covid | VIDEO
Esteri / Disney+ sbarca a Hong Kong, la censura elimina l’episodio dei Simpson su Piazza Tiananmen
Esteri / Il business del plasma: quanto guadagnano gli Usa dal sangue dei più poveri
Esteri / Inchiesta “Oro liquido”: il prezzo del commercio di sangue nell’America degli ultimi
Esteri / Vietato dire Natale: le linee guida per la “comunicazione inclusiva” dell’Ue
Esteri / Il nuovo capo dell’Interpol è Ahmed Naser al-Raisi, un generale accusato di torture e arresti arbitrari