Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 11:34
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Gli scienziati hanno registrato la più grande esplosione nello Spazio dal Big Bang

Immagine di copertina
La più grande esplosione mai registrata credit: Bbc

Un team di scienziati ha identificato la più grande esplosione mai osservata nello Spazio. L’esplosione è stata localizzata nel superammasso di Ofiuco, un insieme di galassie a 380 milioni di anni luce dalla Terra e, secondo la ricerca, ha avuto origine da un buco nero.

Il team della Naval Research Laboratory di Washington DC (Stati Uniti), guidato dall’astrofisica Simona Giancintucci, ha pubblicato lo studio sulla rivista scientifica The Astrophisical Journal.

Gli scienziati avevano a lungo pensato che ci fosse qualcosa di strano nel gruppo di galassie di Ofiuco, una gigantesca aggregazione contenente migliaia di singole galassie mescolate a gas caldo (plasma) e materia oscura.

Qui hanno osservato una grossa area cava, fatta di gas e altro materiale, che poteva essere il risultato di un’esplosione. Quando i telescopi a raggi X hanno rilevato le prove di quest’ultima il team però era dubbioso. La quantità di energia prodotta era di gran lunga superiore a qualsiasi cosa mai registrato prima.

Ma grazie alle immagini ottenute da telescopi e radiotelescopi di diversi paesi del mondo, i ricercatori hanno potuto appurare che l’area era, effettivamente, il risultato di un’enorme esplosione di un buco nero.

Finora l’esplosione più grande mai osservata era quella dell’ammasso di galassie MS 0735.6+7421, a 2,6 miliardi di anni luce dalla Terra. Secondo i ricercatori, la quantità di energia prodotta nell’esplosione del superammasso di Ofiuco sarebbe cinque volte superiore.

In qualche modo – racconta Simona Giacintucci alla Bbc – questa esplosione può essere paragonata in termini umani all’esplosione del 1980 del vulcano di Monte San’t Elena (Usa) che provocò la frana più violenta mai registrata nella storia.

Leggi anche:

La spettacolare foto della Nasa in cui il Sole sembra una zucca di Halloween

Uno stagista di 17 anni della Nasa ha scoperto un nuovo pianeta

Un buco nero ha squarciato una stella | VIDEO

La prima immagine di un buco nero: “È la foto del secolo”

Ti potrebbe interessare
Cronaca / “Criminale senza scrupoli”: la garante dei detenuti di Ivrea paragona Draghi a Cesare Battisti
Cronaca / Green pass per lavorare: perché in Italia si e all’estero no
Cronaca / Processo Ruby ter, Berlusconi assolto a Siena
Ti potrebbe interessare
Cronaca / “Criminale senza scrupoli”: la garante dei detenuti di Ivrea paragona Draghi a Cesare Battisti
Cronaca / Green pass per lavorare: perché in Italia si e all’estero no
Cronaca / Processo Ruby ter, Berlusconi assolto a Siena
Cronaca / Covid, oggi 3.794 casi e 36 morti: tasso di positività allo 0,7%
Cronaca / È arrivato il numero 6 del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / Proteste no green pass: annullato corteo a Trieste, erano attese 20mila persone
Cronaca / Brescia, 49enne uccide a martellate in strada la ex fidanzata. Poi chiama i Carabinieri
Cronaca / Tragedia sul lavoro a Bologna: operaio di 22 anni muore schiacciato da un camion
Cronaca / Covid, oggi 3.702 casi e 33 morti: tasso di positività allo 0,8%
Cronaca / Attacco hacker alla Siae: rubati i dati degli artisti e chiesto un riscatto di 3 milioni