Covid ultime 24h
casi +24.991
deceduti +205
tamponi +198.952
terapie intensive +125

Morto di Coronavirus Giorgio Guastamacchia, l’agente di scorta di Conte che era stato contagiato

Di Enrico Mingori
Pubblicato il 4 Apr. 2020 alle 14:34 Aggiornato il 4 Apr. 2020 alle 17:10
6.6k
Immagine di copertina
Il premier Giuseppe Conyte. Credit: EPA/Palazzo Chigi

Giorgio Guastamacchia, l’agente di scorta di Conte morto per Coronavirus

È morto a Roma, ucciso dal Coronavirus, Giorgio Guastamacchia, agente di scorta del premier Giuseppe Conte. Il decesso è avvenuto oggi, sabato 4 aprile. Guastamacchia aveva 52 anni: lascia la moglie e due figli. La notizia della sua positività era stata resa nota nelle scorse settimane. Il presidente Conte, come da protocollo, si era sottoposto a tampone per verificare l’eventuale contagio, ma il test aveva dato esito negativo.

Sostituto commissario della Polizia di Stato, Guastamacchia era in servizio presso il Dipartimento della pubblica sicurezza e addetto al servizio scorta del premier. Stando a quanto si apprende, è morto in seguito alle complicazioni di una polmonite da Coronavirus. Il capo della Polizia, Franco Gabrielli, ha espresso sentimenti di “cordoglio e di vicinanza ai familiari attorno ai quali si stringe la grande famiglia della Polizia di Stato”.

Nel pomeriggio è arrivato il saluto a Guastamacchia da parte dello stesso Conte: “Nella giornata di oggi – ha scritto s Facebook il premier – è venuto a mancare Giorgio Guastamacchia, sostituto commissario addetto al mio servizio di protezione, di soli 51 anni. Nei giorni scorsi era stato ricoverato a Roma dopo aver contratto il virus Covid-19. Per tutti noi che l’abbiamo conosciuto, per i colleghi del servizio di protezione, per i dipendenti della Presidenza del Consiglio, è un momento di grande dolore”.

Leggi anche: 1. ESCLUSIVO TPI: Una nota riservata dell’Iss rivela che il 2 marzo era stata chiesta la chiusura di Alzano Lombardo e Nembro. Cronaca di un’epidemia annunciata  / 2. Uno scudo penale per il Coronavirus: nel decreto Cura Italia spunta l’emendamento PD per sanare le responsabilità politiche / 3. Borrelli dà i numeri (e sbaglia). Meglio tacere (di Luca Telese)

4. Esclusivo TPI: “Cari italiani non illudetevi, la solidarietà della Cina è solo propaganda per esercitare un’influenza politica”. Parla Joshua Wong, leader delle proteste di Hong Kong / 5. Gori: “Le bare di Bergamo sono solo la punta di un iceberg, i nostri morti sono quasi tre volte quelli ufficiali” / 6. Coronavirus Anno Zero, quel 23 febbraio all’ospedale di Alzano Lombardo: così Bergamo è diventata il lazzaretto d’Italia

TUTTE LE NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

6.6k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.