Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 16:08
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

De Micheli: “Si può andare dalla fidanzata con il coprifuoco”. Ma Floris la smentisce | VIDEO

Immagine di copertina

La ministra dei Trasporti e delle Infrastrutture Paola De Micheli è stata protagonista di una gaffe durante la puntata di ieri sera di DiMartedì, il programma condotto da Giovanni Floris su La7. L’argomento è quello del coprifuoco imposto da alcune regioni, che vietano gli spostamenti serali a partire da un certo orario, che varia a seconda della città o della regione.

Durante la puntata, il direttore responsabile di Libero, Pietro Senaldi, in collegamento con lo studio, parlando della chiusura di ristoranti e palestre ha dichiarato che “gli assembramenti erano sui marciapiedi che avreste dovuto controllare voi, non certo i ristoratori o i titolari delle palestre”.

“Non siamo uno stato di polizia”, ha risposto De Micheli, aggiungendo che l’Italia non ha armato le forze dell’ordine per “mettere le persone sui marciapiedi con i manganelli ed evitare gli assembramenti, stiamo facendo un’altra operazione”. Il giornalista ha insistito, spiegando come a marzo e aprile ci sia stato un ampio spiegamento di poliziotti, carabinieri e militari per controllare il rispetto delle misure. E ha aggiunto: “Col coprifuoco siamo uno stato di polizia“. Ma la ministra De Micheli ha detto: “No, col coprifuoco si può uscire. Se lei deve andare dalla fidanzata…non so, se ha una necessità può uscire”.

Ma la ministra sta facendo confusione. Nel modulo  dell’autocertificazione pubblicata sul sito del Viminale e valida per alcune regioni e città italiane, infatti, non c’è alcun riferimento alla possibilità di giustificare il proprio spostamento per fare visita al proprio fidanzato, alla propria fidanzata o al proprio compagno non convivente. “L’autocertificazione per andare dalla fidanzata difficilmente passerebbe”, fa notare il conduttore Giovanni Floris.

Leggi anche: 1. Zangrillo contro Galli: “Ex sessantottino, mi denunci”. La replica: “È un problema suo” | VIDEO /2. Chi è Paola De Micheli, la ministra delle Infrastrutture del governo Pd-M5S /3. “Tu ci chiudi e tu ci paghi”. Proteste in strada contro il coprifuoco deciso da De Luca in Campania

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO
CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Intimidazione al pm che indaga che indaga sulla Fondazione Open: misterioso raid sulla sua auto
Cronaca / Strage nel bresciano: scontro tra auto e bus, morti 5 ragazzi
Cronaca / Oms: “La pandemia non finirà con Omicron”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Intimidazione al pm che indaga che indaga sulla Fondazione Open: misterioso raid sulla sua auto
Cronaca / Strage nel bresciano: scontro tra auto e bus, morti 5 ragazzi
Cronaca / Oms: “La pandemia non finirà con Omicron”
Cronaca / Papa Francesco: "Dolore per i migranti morti in mare"
Cronaca / ESCLUSIVO TPI – “Controlli mai fatti in 25 anni”: lo scandalo dell’impianto Eni in Basilicata
Cronaca / "Non voglio essere curato": malato di Covid si strappa il casco dell'ossigeno e muore dopo pochi giorni
Cronaca / Cospe: al via la campagna #unasolasquadra per i diritti delle donne afghane
Cronaca / Quirinale, il passo indietro di Berlusconi: “Draghi resti al governo fino a fine legislatura”
Cronaca / Far west a Taranto, sospettato apre il fuoco contro una volante in pieno centro: due agenti feriti | VIDEO
Cronaca / Udine, 18enne morto durante l’alternanza scuola-lavoro: la procura apre un fascicolo per omicidio colposo